Notizie

La Regione Puglia ha risposto alla Consultazione dell’UE sull’adeguatezza della Direttiva Quadro Acque e della Direttiva sulle alluvioni.

La Regione Puglia ha risposto alla Consultazione dell’UE sull’adeguatezza della Direttiva Quadro Acque e della Direttiva sulle alluvioni.

La Regione Puglia, con la risoluzione n. 3 del 9 maggio 2019 della VI Commissione consiliare, si è espressa in risposta alla consultazione pubblica promossa dalla Commissione europea sulla Direttiva 2000/60/CE che istituisce un quadro per l'azione comunitaria in materia di acque (e sulle direttive ad essa collegate sulle acque sotterranee e sugli standard di qualità ambientale), sulla Direttiva 2007/60/CE relativa alla valutazione e alla gestione dei rischi di alluvioni e sulla Direttiva 91/271/CE sul trattamento delle acque reflue urbane.

Il Senato della Repubblica approva in terza lettura la Legge europea 2018

Il Senato della Repubblica approva in terza lettura la Legge europea 2018

Dopo l'approvazione con modifiche da parte della Camera in seconda lettura il 12 marzo scorso, il disegno di legge "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea – Legge europea 2018", è tornato al Senato della Repubblica dove è stato approvato in via definitiva il 16 aprile.

Il Consiglio della Provincia autonoma di Trento approva la risoluzione sul programma di lavoro della Commissione europea per il 2019.

Il Consiglio della Provincia autonoma di Trento approva la risoluzione sul programma di lavoro della Commissione europea per il 2019.

Nella seduta del 9 aprile 2019, il Consiglio provinciale di Trento ha approvato la risoluzione con cui ha individuato, nell'ambito del programma di lavoro della Commissione europea per il 2019, i temi e le politiche che intende considerare prioritari ai fini della sua partecipazione alla formazione ed attuazione del diritto europeo.

Partecipazione alla formazione del diritto europeo. Il Parlamento europeo approva due iniziative legislative, sulla mobilità pulita e sulla plastica.

Partecipazione alla formazione del diritto europeo. Il Parlamento europeo approva due iniziative legislative, sulla mobilità pulita e sulla plastica.

Il 27 marzo il Parlamento europeo ha approvato la proposta di regolamento che definisce i livelli di prestazione in materia di emissioni delle autovetture nuove e dei veicoli commerciali leggeri nuovi e la proposta di direttiva sulla riduzione dell'incidenza di determinati prodotti di plastica sull'ambiente. Dopo l'adozione da parte del Consiglio, gli atti approvati saranno pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea.

Il Consiglio regionale della Lombardia approva la risoluzione sul programma di lavoro della Commissione europea per il 2019.

Il Consiglio regionale della Lombardia approva la risoluzione sul programma di lavoro della Commissione europea per il 2019.

Nella seduta del 26 marzo 2019, il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato la risoluzione con cui ha individuato, nell'ambito del Programma di lavoro della Commissione europea per il 2019, i temi e le politiche che intende considerare prioritari ai fini della sua partecipazione alla formazione ed attuazione del diritto europeo.

Sessione europea 2019: l'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna approva la risoluzione di indirizzo.

Sessione europea 2019: l'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna approva la risoluzione di indirizzo.

A conclusione della seduta di venerdì 29 marzo 2019, dedicata alla Sessione europea annuale dell'Assemblea legislativa, è stata approvata la risoluzione ogg. n. 8117 "Sessione europea 2019. Indirizzi relativi alla partecipazione della Regione Emilia-Romagna alla fase ascendente e discendente del diritto dell’Unione europea".

Venerdì 29 marzo seduta dell'Assemblea dedicata alla Sessione europea 2019 con Lucia Serena Rossi

Venerdì 29 marzo seduta dell'Assemblea dedicata alla Sessione europea 2019 con Lucia Serena Rossi

La Sessione europea è l’occasione per fare il punto sulla partecipazione della Regione alla formazione e attuazione del diritto e delle politiche dell’Unione europea. Alla seduta del 29 marzo parteciperà Lucia Serena Rossi – Professore di diritto dell’Unione europea dell’Università di Bologna e Giudice della Corte di Giustizia europea.

La I Commissione approva la Relazione per la Sessione europea 2019 dell'Assemblea legislativa

La I Commissione approva la Relazione per la Sessione europea 2019 dell'Assemblea legislativa

Nella seduta del 11 marzo 2019, la I Commissione assembleare Bilancio, Affari generali e istituzionali ha approvato la Relazione per la Sessione europea 2019 dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna e ha dato mandato al Presidente di presentare la relativa proposta di risoluzione.

L'Assemblea legislativa della Regione Marche approva la risoluzione sul programma di lavoro della Commissione europea per il 2019.

L'Assemblea legislativa della Regione Marche approva la risoluzione sul programma di lavoro della Commissione europea per il 2019.

Nella seduta del 19 marzo 2019, l'Assemblea legislativa della Regione Marche ha approvato la risoluzione n. 125 con cui ha individuato, nell'ambito del Programma di lavoro della Commissione europea per il 2019, i temi e le politiche che intende considerare prioritari ai fini della sua partecipazione alla formazione ed attuazione del diritto europeo.

Direttiva UE contro le pratiche commerciali sleali in agricoltura. L'eurodeputato Paolo De Castro sarà in II Commissione venerdì 15 marzo.

Direttiva UE contro le pratiche commerciali sleali in agricoltura. L'eurodeputato Paolo De Castro sarà in II Commissione venerdì 15 marzo.

Il 15 marzo 2019, alle ore 10.30, la II Commissione assembleare "Politiche economiche" è convocata in seduta congiunta con la "Commissione speciale di ricerca e di studio sulle cooperative cosiddette spurie o fittizie" per l' Informativa dell’Assessore all’Agricoltura, caccia e pesca Simona Caselli e dell'eurodeputato Paolo De Castro sulla direttiva UE contro le pratiche commerciali sleali nella filiera agricola e alimentare.

Relazione consuntiva del Governo sulla partecipazione dell'Italia all'Unione europea nel 2018.

Relazione consuntiva del Governo sulla partecipazione dell'Italia all'Unione europea nel 2018.

Il 28 febbraio il Governo ha trasmesso al Parlamento l'annuale Relazione consuntiva sulla partecipazione italiana al processo di integrazione europea. Il documento offre una sintesi dei risultati raggiunti e delle posizione sostenute dal nostro Paese in sede europea nel 2018.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche la Regione Lazio si esprime sul Quadro finanziario pluriennale, la Politica di coesione e la Politica agricola comune UE 2021-2027.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche la Regione Lazio si esprime sul Quadro finanziario pluriennale, la Politica di coesione e la Politica agricola comune UE 2021-2027.

Nella seduta del 19 febbraio 2019, la II Commissione consiliare "Affari europei e internazionali, cooperazione tra i popoli" della Regione Lazio ha approvato la Risoluzione concernente "Ordine del giorno n. 04/2018 sul Quadro finanziario pluriennale, sulla Politica di coesione e sulla Politica agricola comune UE 2021-2027, adottato dalla Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome, riunita a Reggio Calabria il 29 ottobre 2018". Su questi pacchetti di iniziative della Commissione europea si è espressa anche la Regione Emilia-Romagna e la Regione Puglia.

Sessione europea 2019: al via i lavori nelle Commissioni assembleari

Sessione europea 2019: al via i lavori nelle Commissioni assembleari

Nella seduta del 11 febbraio 2019, la I Commissione "Bilancio, affari generali ed istituzionali" apre i lavori delle commissioni assembleari per la Sessione europea 2019 dell'Assemblea legislativa.

Partecipazione alla formazione del diritto europeo. Parlamento europeo e Consiglio raggiungono l'accordo provvisorio sulla proposta di direttiva a sostegno dell'equilibrio tra lavoro e vita familiare.

Partecipazione alla formazione del diritto europeo. Parlamento europeo e Consiglio raggiungono l'accordo provvisorio sulla proposta di direttiva a sostegno dell'equilibrio tra lavoro e vita familiare.

Il 24 gennaio, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto l'accordo provvisorio sulla proposta di direttiva relativa all'equilibrio tra attività professionale e vita familiare per i genitori e i prestatori di assistenza e che abroga la direttiva 2010/18/UE del Consiglio - COM(2017) 253 del 26 aprile 2017. Sull'iniziativa si sono espresse diverse Regioni, tra le quali anche l'Emilia-Romagna nell'ambito del Seguito della Sessione europea 2017 dell'Assemblea legislativa.

Attività preliminari alla Sessione europea 2019: udienza conoscitiva della I Commissione sul Programma di lavoro della Commissione europea per il 2019.

In vista dell'avvio della Sessione europea 2019 dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, la I Commissione assembleare "Bilancio, affari generali e istituzionali" svolgerà, il 28 gennaio, l'udienza conoscitiva sul Programma di lavoro della Commissione europea 2019 per acquisire suggerimenti, osservazioni e proposte sulle iniziative UE di competenza regionale.

Il Consiglio regionale della Regione Veneto approva la risoluzione sul programma di lavoro della Commissione europea per il 2018.

Il Consiglio regionale della Regione Veneto approva la risoluzione sul programma di lavoro della Commissione europea per il 2018.

Nella seduta del 12 dicembre 2018, il Consiglio regionale della Regione Veneto ha approvato la risoluzione n. 99 con cui ha individuato, nell'ambito del Programma di lavoro della Commissione europea per il 2018, i temi e le politiche che intende considerare prioritari ai fini della sua partecipazione alla formazione ed attuazione del diritto europeo.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Puglia si esprime sul Quadro finanziario pluriennale, la Politica di coesione e la Politica agricola comune UE 2021-2027.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Puglia si esprime sul Quadro finanziario pluriennale, la Politica di coesione e la Politica agricola comune UE 2021-2027.

Nella seduta del 29 novembre 2018, la VI Commissione consiliare della Regione Puglia ha approvato la Risoluzione n. 45 sull'ordine del giorno n. 04/2018 adottato dalla Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome sul Quadro finanziario pluriennale, sulla Politica di coesione e sulla Politica agricola comune UE 2021-2027. Su questi pacchetti di iniziative della Commissione europea si è espressa anche la Regione Emilia-Romagna.

Sessione europea 2017 dell'Assemblea legislativa: Indirizzi e seguito.

Sul sito dell'Assemblea legislativa è disponibile la pubblicazione che raccoglie gli atti relativi alla Sessione europea 2017 e alla partecipazione della Regione Emilia-Romagna alla fase ascendente del diritto dell’Unione europea.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche la Regione Lombardia si pronuncia sulla Strategia europea per la plastica nell'economia circolare.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche la Regione Lombardia si pronuncia sulla Strategia europea per la plastica nell'economia circolare.

Nella seduta del 13 novembre 2018, il Consiglio regionale della Lombardia, ha approvato la risoluzione n. 7 su due iniziative ricomprese nel cosiddetto "pacchetto sull'economia circolare": la Strategia europea per la plastica, sulla quale si è espressa anche la Regione Emilia-Romagna, e il Programma per l'ambiente e l'azione per il clima (LIFE) post 2020.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Puglia si esprime sulla proposta della Commissione europea per combattere le pratiche commerciali sleali nella filiera alimentare.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Puglia si esprime sulla proposta della Commissione europea per combattere le pratiche commerciali sleali nella filiera alimentare.

Nella seduta del 25 ottobre 2018, la VI Commissione consiliare della Regione Puglia ha approvato la risoluzione n. 42 in merito alla proposta di direttiva in materia di pratiche commerciali sleali nei rapporti tra imprese nella filiera alimentare COM(2018) 173 final del 12 aprile 2018.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Lazio si pronuncia sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sulla tutela del bilancio dell'Unione in caso di carenze riguardanti lo Stato di diritto nei Paesi membri.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Lazio si pronuncia sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sulla tutela del bilancio dell'Unione in caso di carenze riguardanti lo Stato di diritto nei Paesi membri.

Nella seduta del 16 ottobre 2018, la II Commissione consiliare permanente "Affari europei e internazionali, cooperazione tra i popoli" della Regione Lazio si è espressa sulla Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sulla tutela del bilancio dell'Unione in caso di carenze generalizzate riguardanti lo Stato di diritto negli Stati membri - COM(2018)324.

Seguito della Sessione europea 2018 dell'Assemblea legislativa. La I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali e la II Commissione politiche economiche si pronunciano sulla proposta di regolamento relativa al FEAMP 2021-2027.

Nella seduta del 31 settembre 2018, la I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali, dopo l’espressione del parere da parte della Commissione Politiche economiche, ha approvato la risoluzione ogg. n. 7406 sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e che abroga il regolamento (UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio COM (2018) 390 final del 12 giugno 2018. Si tratta dell’ultima proposta di regolamento rimasta da analizzare per la Regione Emilia-Romagna delle misure legislative presentate dalla Commissione europea sulla politica di coesione 2021-2027.

Rete REGPEX del Comitato delle regioni dell’UE. L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna tra i partner più attivi anche nel 2017

Nella Relazione annuale 2017 sull’applicazione dei principi di sussidiarietà e proporzionalità, la Commissione europea ha “certificato” l’importante contributo dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna alle attività di REGPEX, la sottorete del Network sussidiarietà dedicata ai parlamenti e ai governi delle regioni europee con poteri legislativi, attraverso cui il Comitato delle regioni dell’UE monitora l’applicazione, e verifica il rispetto, del principio di sussidiarietà.

La Commissione europea presenta il suo Programma di lavoro per il 2019.

Il 23 ottobre 2018 la Commissione europea ha presentato la Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni, Programma di lavoro della Commissione 2018 – realizzare le promesse e preparare il futuro - COM (2018) 800 final del 23 ottobre 2017.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche il Friuli-Venezia Giulia si pronuncia sulla proposta della Commissione europea sulla rete transeuropea dei trasporti.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche il Friuli-Venezia Giulia si pronuncia sulla proposta della Commissione europea sulla rete transeuropea dei trasporti.

Il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, con la Risoluzione n.1 del 16 ottobre 2018 approvata dalla IV Commissione permanente (Lavori pubblici, edilizia, espropriazione, pianificazione territoriale, viabilità, trasporti, porti e aeroporti civili, navigazione, protezione civile, energia, parchi e riserve naturali, caccia, pesca nelle acque interne, tutela dell’ambiente e del paesaggio, cave, miniere, acque minerali), si è pronunciato sulla proposta di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sulla razionalizzazione delle misure per promuovere la realizzazione della rete transeuropea dei trasporti - COM (2018) 277. Sull'iniziativa, che fa parte del III pacchetto dell’UE dedicato alla mobilità, si sono pronunciate anche la Regione Emilia-Romagna e la Regione Abruzzo.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Marche si pronuncia sulla proposta della Commissione europea per la riduzione in mare della plastica monouso e degli attrezzi da pesca contenenti plastica.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Marche si pronuncia sulla proposta della Commissione europea per la riduzione in mare della plastica monouso e degli attrezzi da pesca contenenti plastica.

Nella seduta del 25 settembre 2018, l'Assemblea legislativa della Regione Marche ha approvato la risoluzione n. 79 in merito alla proposta di Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio sulla riduzione dell’incidenza di determinati prodotti di plastica sull’ambiente (COM 2018) 340 final.

Seguito della Sessione europea 2018 dell'Assemblea legislativa. La I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali approva la risoluzione sul III pacchetto di misure UE dedicato alla mobilità.

Seguito della Sessione europea 2018 dell'Assemblea legislativa. La I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali approva la risoluzione sul III pacchetto di misure UE dedicato alla mobilità.

Nella seduta del 24 settembre 2018, la I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali dell'Assemblea legislativa ha approvato la risoluzione ogg. n. 7211 sulle misure UE per una mobilità sicura, interconnessa e sostenibile. Si tratta del III pacchetto di misure dedicato alla mobilità sostenibile dopo quelli già presentati dalla Commissione europea rispettivamente a maggio e a novembre 2017.

Seguito della Sessione europea 2018 dell'Assemblea legislativa - La I Commissione Bilancio, Affari generali e istituzionali approva quattro risoluzioni sul quadro finziario pluriennale 2021-2027 e sulla mobilità pulita.

Seguito della Sessione europea 2018 dell'Assemblea legislativa - La I Commissione Bilancio, Affari generali e istituzionali approva quattro risoluzioni sul quadro finziario pluriennale 2021-2027 e sulla mobilità pulita.

Nella seduta di martedì 24 settembre 2018, la I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali dell'Assemblea legislativa ha concluso l'esame di quattro pacchetti di iniziative della Commissione europea, approvando le seguenti risoluzioni: ogg. n. 7208 sul pacchetto di proposte relativo alla Politica agricola comune (PAC), ogg. n. 7209 sul pacchetto di misure relativo al Quadro finanziario pluriennale (QFP) 2021-2027, ogg. n. 7210 sul Pacchetto di proposte di regolamento relativo alla Politica di coesione 2021-2027 e ogg. n. 7211 sul III Pacchetto di misure sulla mobilità.

Seguito della Sessione europea 2018 dell'Assemblea legislativa. La I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali approva la risoluzione sulle prescrizioni minime per il riutilizzo dell'acqua.

Seguito della Sessione europea 2018 dell'Assemblea legislativa. La I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali approva la risoluzione sulle prescrizioni minime per il riutilizzo dell'acqua.

Nella seduta di lunedì 18 settembre 2018, la I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali dell'Assemblea legislativa ha approvato la risoluzione ogg. n. 7173 sulla Proposta di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante prescrizioni minime per il riutilizzo dell’acqua.

Il discorso sullo stato dell'Unione 2018 del Presidente della Commissione europea.

Il discorso sullo stato dell'Unione 2018 del Presidente della Commissione europea.

Il 12 settembre 2018, il Presidente della Commissione europea Juncker ha pronunciato a Strasburgo dinnanzi ai membri del Parlamento europeo riuniti in sessione plenaria, il discorso annuale sullo stato dell'Unione.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Abruzzo si pronuncia sulla rete transeuropea dei trasporti.

La regione Abruzzo, in una nota del 31 luglio 2018, ha formulato alcune osservazioni in merito alla proposta di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sulla razionalizzazione delle misure per promuovere la realizzazione della rete transeuropea dei trasporti - COM (2018) 277. L'iniziativa, che fa parte del III pacchetto dedicato alla mobilità, rientra tra quelle segnalate dalla Regione Emilia-Romagna nell'ambito della Sessione europea 2018.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Marche si pronuncia sulla strategia europea per la gioventù 2019-2027.

Nella seduta del 17 luglio 2018, l'Assemblea legislativa della Regione Marche ha approvato la risoluzione n. 75 in merito alla Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico sociale europeo e al Comitato delle Regioni ‘Costruire un’Europa più forte: il ruolo delle politiche in materia di gioventù, istruzione e cultura’ – COM (2018) 268 final.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Abruzzo si pronuncia sulla proposta di regolamento che istituisce l'Autorità europea del lavoro.

Nella seduta del 3 luglio 2018, la competente Commissione consiliare della Regione Abruzzo ha approvato la risoluzione 19/2018 contenente le osservazioni sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce l'Autorità europea del lavoro.

Partecipazione alla formazione del diritto europeo. La UE approva 6 direttive e 2 regolamenti su energia pulita, rifiuti ed emissioni inquinanti.

Su queste iniziative legislative la Regione Emilia-Romagna si era pronunciata in fase ascendente nell’ambito dei Seguiti delle Sessioni europee del 2015 e del 2016.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche la Regione Marche si pronuncia sulla Strategia europea per la plastica nell'economia circolare.

Nella seduta del 26 giugno 2018, l'Assemblea legislativa della Regione Marche ha approvato la risoluzione n. 74 relativa ad alcune iniziative ricomprese nel cosiddetto "pacchetto sull'economia circolare". Su queste proposte si è espressa anche la Regione Emilia-Romagna.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Marche si pronuncia sulla proposta per una nuova disciplina europea in materia di condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili.

Nella seduta del 26 giugno 2018, l'Assemblea legislativa della Regione Marche ha approvato la risoluzione n. 70 sulla Proposta di Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio relativa a condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili nell'Unione europea - COM (2017) 797.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Marche si pronuncia sulla valutazione di medio termine del programma Erasmus plus 2014-2020.

Nella seduta del 26 giugno 2018, l'Assemblea legislativa della Regione Marche ha approvato la risoluzione n. 69 in merito alla Relazione della Commissione europea al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale e al Comitato delle Regioni sulla valutazione di medio termine del programma Erasmus + (2014 - 2020) - COM (2018) 50.

Partecipazione alla formazione del diritto UE. La Regione Umbria chiude i lavori della Sessione regionale europea e approva gli indirizzi per il 2018.

L'Assemblea legislativa della Regione Umbria ha approvato la deliberazione n.247 del 29 maggio 2018 concernente: “Sessione regionale europea 2018 - Indirizzi relativi alla partecipazione della Regione Umbria alla fase ascendente e discendente del diritto europeo, con particolare riferimento al Programma di lavoro della Commissione europea per il 2018 [Com(2017)650]”.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Abruzzo si pronuncia sulle iniziative UE per una tassazione più equa dell'economia digitale.

Nella seduta del 29 maggio 2018, la competente Commissione consiliare della Regione Abruzzo ha approvato la risoluzione 18/2018 contenente le osservazioni sul pacchetto di misure della Commissione europea relativo alla tassazione delle società caratterizzare da una "presenza digitale significativa". Il pacchetto è composto da una comunicazione quadro e due proposte di direttive e ha l'obiettivo di creare un quadro fiscale uniforme e moderno sul territorio UE per l'economia digitale.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche la Provincia autonoma di Trento si pronuncia sulla proposta della Commissione UE relativa alla qualità dell'acqua potabile.

La Provincia autonoma di Trento ha formulato osservazioni sulla Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano (rifusione) – COM (2017) 753 final del 1 febbraio 2018. Su questa iniziativa si è pronunciata anche la Regione Emilia-Romagna.

Sessione europea 2018: l'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna approva la risoluzione di indirizzo.

A conclusione della seduta di lunedì 21 maggio 2018, dedicata alla Sessione europea annuale dell'Assemblea legislativa è stata approvata la risoluzione ogg. n. 6440 "Sessione europea 2018. Indirizzi relativi alla partecipazione della Regione Emilia-Romagna alla fase ascendente e discendente del diritto dell’Unione europea".

L'Assemblea legislativa approva la legge di modifica della legge regionale 16/2008 sulla partecipazione della Regione alla formazione e attuazione delle politiche e del diritto UE.

Con l'approvazione definitiva da parte dell'Aula consigliare, nella seduta dell'8 maggio 2018, si è concluso l'iter della proposta di modifica della legge regionale 28 luglio 2008, n. 16 (Norme sulla partecipazione della Regione Emilia-Romagna alla formazione e attuazione del diritto comunitario, sulle attività di rilievo internazionale della Regione e sui suoi rapporti interregionali. Attuazione degli articoli 12, 13 e 25 dello Statuto regionale).

La Commissione europea presenta la proposta sul nuovo bilancio pluriennale 2021-2027.

Definite le priorità politiche, l'Unione europea deve ora confrontarsi su come distribuire le risorse per concretizzare queste scelte. La Commissione europea ha presentato il 2 maggio la proposta per il nuovo bilancio a lungo termine 2021-2027.

La I Commissione approva la Relazione per la Sessione europea 2018 dell'Assemblea legislativa e licenzia il progetto di legge di modifica della legge regionale 16/2008.

Nella seduta del 24 aprile 2018, la I Commissione assembleare Bilancio, Affari generali e istituzionali ha approvato la Relazione per la Sessione europea 2018 dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna e ha dato mandato al Presidente di presentare la relativa proposta di risoluzione. La Commissione ha licenziato per l'Aula anche il progetto di legge di modifica della legge regionale 16/2008 sulla partecipazione della Regione alla formazione e attuazione delle politiche e del diritto UE.

La Regione Puglia approva la nuova legge sulla partecipazione alla formazione e attuazione del diritto europeo.

Con la legge regionale n.11 del 9 aprile 2018, recante "Norme sulla partecipazione della Regione Puglia alla formazione e attuazione della normativa e delle politiche dell’Unione europea", la Regione Puglia abroga e sostituisce la vecchia legge in materia e recepisce nel quadro normativo le modifiche introdotte a livello nazionale dalla legge n. 234/2012.

Il Consiglio della Provincia autonoma di Trento approva la risoluzione sul programma di lavoro della Commissione europea per il 2018.

Nella seduta del 10 aprile 2018, il Consiglio della Provincia autonoma di Trento ha approvato la risoluzione n. 15 con cui ha individuato, nell'ambito del Programma di lavoro della Commissione europea per il 2018, i temi e le politiche che intende considerare prioritari ai fini della sua partecipazione alla formazione ed attuazione del diritto europeo.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche la Regione Puglia si pronuncia sulla proposta di modifica del regolamento generale sui fondi strutturali.

Nella seduta del 13 marzo 2018, il Consiglio regionale della Puglia ha approvato la risoluzione n. 172 in merito alla proposta della Commissione europea di modificare il regolamento (UE) n. 1303/2013 sui fondi strutturali e di investimento. Su questa iniziativa si sono espresse anche la Regione Emilia-Romagna, la Regione Abruzzo, la Regione Marche e la Regione Umbria.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche la Regione Abruzzo si pronuncia sul meccanismo unionale di protezione civile (UPCM).

Il Consiglio regionale dell'Abruzzo, nella risoluzione n.17 approvata il 17 aprile 2018, ha formulato una serie di osservazioni sulla "Proposta di Decisione del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la decisione 1313/2013/UE su un meccanismo unionale di protezione civile - COM(2017) 772 final". Sull'iniziativa si era espressa anche la Provincia autonoma di Trento.

Partecipazione alla formazione del diritto europeo. Il Parlamento europeo approva definitivamente il testo della direttiva sulla prestazione energetica degli edifici.

Nella seduta plenaria del 17 aprile 2018, il Parlamento europeo ha adottato il testo definitivo della direttiva di modifica della direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia. Sulla proposta si era pronunciata la Regione Emilia-Romagna nel Seguito della Sessione europea 2016.

All'odg dei lavori delle Commissioni assembleari il futuro della politica agricola comune (PAC), la qualità delle acque e le modifiche alla LR 16/2008.

Nell'ambito dei lavori per la Sessione europea 2018 dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, è prevista all'ordine del giorno della seduta congiunta delle Commissioni I "Bilancio, Affari generali ed istituzionali" e II "Politiche economiche" di mercoledì 4 aprile 2018, un'informativa dell'Assessore all’Agricoltura, caccia e pesca, Simona Caselli, sul futuro della politica agricola comune (PAC) e il quadro finanziario pluriennale (QFP) post 2020. Al termine, la I Commissione proseguirà i lavori con la Risoluzione sulla Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano e l'illustrazione del Progetto di legge d'iniziativa consigliare di modifica alla Legge Regionale 16/2008 (Norme sulla partecipazione della Regione Emilia-Romagna alla formazione e attuazione del diritto comunitario).

La Politica di coesione per il futuro dell'Europa

La Politica di coesione per il futuro dell'Europa

Martedì 27 marzo 2018 alle 9.30 nell'Aula Magna di viale Aldo Moro 30 a Bologna il presidente della Regione Stefano Bonaccini, il presidente dell'Assemblea legislativa Simonetta Saliera e l’assessore al Coordinamento delle politiche europee Patrizio Bianchi discuteranno della Politica di coesione con rappresentanti delle istituzioni UE, delle istituzioni nazionali e delle Regioni italiane ed europee.

Sessione europea 2018: al via i lavori nelle Commissioni assembleari.

Nella seduta del 27 marzo 2018, la Commissione I "Bilancio, affari generali ed istituzionali" apre i lavori delle commissioni assembleari per la Sessione europea 2018 dell'Assemblea legislativa.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche la Regione Umbria si pronuncia sulla proposta di modifica del regolamento generale sui fondi strutturali.

Nella seduta del 13 marzo 2018, l'Assemblea legislativa della Regione Umbria ha approvato la risoluzione n. 234 in merito alla proposta della Commissione europea di modificare il regolamento (UE) n. 1303/2013 sui fondi strutturali e di investimento. Su questa iniziativa si sono espresse anche la Regione Emilia-Romagna, la Regione Abruzzo e la Regione Marche.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche la Regione Marche si pronuncia sulla proposta di modifica del regolamento generale sui fondi strutturali.

Nella seduta del 6 marzo 2018, l'Assemblea legislativa della Regione Marche ha approvato la risoluzione n. 53 in merito alla proposta della Commissione europea di modificare il regolamento (UE) n. 1303/2013 sui fondi strutturali e di investimento. Su questa iniziativa si sono espresse anche la Regione Emilia-Romagna e la Regione Abruzzo.

Seguito della Sessione europea 2017 dell'Assemblea legislativa. La I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali approva la risoluzione sul Pacchetto di misure UE sulla plastica.

Nella seduta di mercoledì 7 marzo 2018, la I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali dell'Assemblea legislativa ha concluso l'esame degli atti che compongono il pacchetto di misure UE dedicato alla plastica, approvando la risoluzione ogg. n. 6192 del 2018.

Seguito della Sessione europea 2017 dell'Assemblea legislativa. La I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali approva la risoluzione sul secondo Pacchetto di misure dell’UE per la transizione verso una mobilità pulita e sostenibile.

Nella seduta di mercoledì 7 marzo 2018, la I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali dell'Assemblea legislativa ha concluso l'esame del pacchetto di misure dedicato alla mobilità pulita, approvando la risoluzione ogg. n. 6191 del 2018. Si tratta del secondo pacchetto di misure presentato dalla Commissione europea, dopo quello di maggio 2017, dedicato all'attuazione della "Strategia europea per una mobilità a basse emissioni".

La Commissione europea adotta due comunicazioni rispettivamente sull'assetto istituzionale dell'Unione e il bilancio pluriennale post 2020.

In vista della riunione informale dei leader europei prevista per il 23 febbraio 2018, la Commissione europea ha formalizzato il proprio contributo alla discussione con due comunicazioni adottate il 14 febbraio. Nella COM(2018) 95 presenta alcune proposte pratiche per migliorare l'attuale assetto istituzionale dell'Unione europea e nella COM(2018) 98 formula una serie di considerazioni relative alla predisposizione del bilancio pluriennale post 2020.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche la Regione Abruzzo si pronuncia sulla proposta di modifica del regolamento generale sui fondi strutturali.

Nella seduta del 6 febbraio 2018, la competente Commissione del Consiglio regionale dell'Abruzzo ha approvato la risoluzione n. 16 relativa alla proposta della Commissione europea di modificare il regolamento (UE) n. 1303/2013 sui fondi strutturali e di investimento europei. Su questa iniziativa si è espressa anche la Regione Emilia-Romagna.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Abruzzo si pronuncia sull'iniziativa della Commissione dedicata al nuovo sistema europeo di risposta alle catastrofi naturali "RescUE".

Nella seduta del 6 febbraio, la competente Commissione consiliare della Regione Abruzzo ha approvato la risoluzione n. 15/2018 contenente alcune osservazioni all'iniziativa della Commissione europea "Potenziare la gestione delle catastrofi da parte dell'UE: rescEU solidarietà e responsabilità ” COM (2017) 773 final .

Seguito della Sessione europea 2017 dell'Assemblea legislativa. La I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali approva la risoluzione sulla proposta di modifica del regolamento generale sui fondi strutturali.

Nella seduta di martedì 6 febbraio 2018, la I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali dell'Assemblea legislativa ha esaminato la proposta della Commissione europea di modificare il regolamento (UE) n. 1303/2013 sui fondi strutturali e di investimento europei, approvando la risoluzione n. 6097 che definisce la posizione della Regione Emilia-Romagna su questa iniziativa.

L'Assemblea legislativa della Regione Marche approva la risoluzione sul programma di lavoro della Commissione europea per il 2018.

Nella seduta del 24 gennaio 2018, l'Assemblea legislativa della Regione Marche ha approvato la risoluzione n. 46 con cui ha individuato, nell'ambito del Programma di lavoro della Commissione europea per il 2018, i temi e le politiche che intende considerare prioritari ai fini della sua partecipazione alla formazione ed attuazione del diritto europeo.

Partecipazione alla fase ascendente. La Provincia autonoma di Trento si pronuncia sul meccanismo unionale di protezione civile (UPCM).

La Provincia autonoma di Trento, con una nota del 10 gennaio 2018, ha formulato un parere sulla "Proposta di Decisione del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la decisione 1313/2013/UE su un meccanismo unionale di protezione civile - COM(2017) 772 final". Nell'osservazione si propone un maggiore coinvolgimento delle Regioni.

Partecipazione alla formazione del diritto europeo. Parlamento europeo e Consiglio raggiungono l’accordo su un’altra fondamentale iniziativa del pacchetto “Misure basse emissioni” sul quale si era pronunciata la Regione Emilia-Romagna.

Dopo il regolamento sulla contabilizzazione delle emissioni provenienti dall'uso del suolo, dal cambio di uso del suolo e dalla silvicultura (LULUCF), si avvia a conclusione anche l’iter della proposta di regolamento della Commissione europea relativo alla condivisione degli sforzi tra gli Stati membri per raggiungere gli obiettivi dell'UE sul clima per il 2030.

Politica agricola comune (PAC). Il 1° gennaio 2018 sono entrate in vigore le modifiche introdotte dal regolamento “Omnibus” nella parte relativa all’agricoltura e allo sviluppo rurale.

Le nuove norme hanno l’obiettivo di semplificazione e modernizzare la PAC, in linea con quanto definito e proposto dalla Commissione europea nella recente comunicazione “Il futuro dell'alimentazione e dell'agricoltura” attualmente all’esame delle competenti commissioni assembleari della Regione Emilia-Romagna.

Partecipazione alla formazione de diritto europeo. Il Parlamento europeo e il Consiglio raggiungono un accordo sulla proposta "LULUCF". Sull'iniziativa si era pronunciata la Regione Emilia-Romagna.

La proposta di regolamento della Commissione europea sulla contabilizzazione delle emissioni provenienti dall'uso del suolo, dal cambio di uso del suolo e dalla silvicultura (LULUCF) è una delle iniziative chiave per attuare gli obiettivi sul clima che la UE, con l'accordo di Parigi, si è impegnata a raggiungere entro il 2030. Sulla misura si era espressa la Regione Emilia-Romagna nel Seguito della Sessione europea 2016.

Sessione europea 2016 dell'Assemblea legislativa: Indirizzi e seguito.

Sul sito dell'Assemblea legislativa è disponibile la pubblicazione che raccoglie gli atti relativi alla Sessione europea 2016 e alla partecipazione della Regione Emilia-Romagna alla fase ascendente del diritto dell’Unione europea.

La Commissione europea, le parti economiche e le parti sociali firmano un "parternariato europeo per l'integrazione"

Il partenariato stabilisce i principi fondamentali e gli impegni che la Commissione europea e le parti economiche e sociali coinvolte si assumono per sostenere e rafforzare l'integrazione nel mercato del lavoro dei rifugiati e dei migranti che risiedono legalmente nella UE, affinché l'integrazione sia un'opportunità sia per i cittadini di paesi terzi sia per le economie dei paesi ospitanti.

I presidenti della Commisione europea, del Parlamento e del Consiglio firmano la Dichiarazione comune sulle priorità legislative dell'UE per il 2018-2019.

Sottoscrivendo la Dichiarazione comune, il Parlamento europeo e il Consiglio si impegnano a trattare in via prioritaria una serie di proposte legislative della Commissione con l'obiettivo di avviarle all'adozione prima delle elezioni del 2019. Le proposte, vecchie e nuove, riguardano settori strategici e costituiscono le tappe fondamentali per la concretizzazione del programma positivo "Un'Unione più unita, più forte e più democratica".

Partecipazione alla formazione del diritto europeo. Raggiunto l'accordo in merito alla direttiva sull'efficienza energetica degli edifici. Sulla proposta si era pronunciata anche la Regione Emilia-Romagna.

Con l'accordo politico sulle nuove regole per migliorare la prestazione energetica degli edifici raggiunto il 19 dicembre 2017 dal Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione si avvia a conclusione l'iter della proposta di modifica della direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia sulla quale la Regione Emilia-Romagna si è pronunciata nel Seguito della Sessione europea 2016.

Seguito della Sessione europea 2017 dell'Assemblea legislativa. La I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali approva la risoluzione sul programma "Legiferare meglio".

Nella seduta di lunedì 18 dicembre 2017, la I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali dell'Assemblea legislativa ha esaminato le misure che la Commissione europea intende mettere in campo per completare il programma "Legiferare meglio", approvando la risoluzione n. 5826 che definisce la posizione della Regione Emilia-Romagna su questa iniziativa.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche la Regione Friuli Venezia Giulia si è pronunciata sul Pilastro europeo dei diritti sociali.

Nella seduta del 15 novembre 2017, la competente Commissione del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato una risoluzione in merito alla Comunicazione della Commissione europea sull'istituzione di un pilastro europeo dei diritti sociali, definendo la posizione del Friuli Venezia Giulia su questa importante iniziativa rispetto alla quale si sono pronunciate anche Emilia-Romagna e Abruzzo.

Verso un’economia circolare: la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome partecipa alla consultazione del Ministero dell’Ambiente ed invia la posizione delle regioni.

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha partecipato alla consultazione pubblica online avviata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e dal Ministero dello Sviluppo Economico relativa al documento “Verso un modello di economia circolare per l’Italia - Documento di inquadramento e posizionamento strategico”. La consultazione si è svolta dal 12 luglio al 18 settembre del 2017 con l'obiettivo di sviluppare un modello condiviso in Italia che sarà poi il punto di partenza per la futura attuazione del Piano di azione nazionale sull'economia circolare.

Fase ascendente. La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome presenta la posizione delle regioni sulla Proposta di regolamento dell’UE per ottenere informazioni sul mercato interno e settori correlati direttamente dalle aziende.

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, partendo dalle osservazioni formulate dalla competente Commissione consiliare della Regione Abruzzo nella risoluzione n. 14 del 26 luglio 2017, ha definito la posizione delle regioni sulla “Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che fissa le condizioni e la procedura con le quali la Commissione può richiedere alle imprese e alle associazioni di imprese di fornire informazioni in relazione al mercato interno e ai settori correlati - COM (2017) 257 final” del 2 maggio 2017.

Avvio dei lavori per la Sessione europea 2018 dell’Assemblea legislativa: la I Commissione Bilancio, affari generali ed istituzionali "ascolta" gli stakeholders sul Programma di lavoro della Commissione europea per il 2018.

In vista dell’avvio dei lavori della Sessione europea 2018 dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, anche quest’anno la I Commissione assembleare ha svolto l’audizione sul Programma di lavoro della Commissione europea per il 2018, per individuare le iniziative europee che nel prossimo futuro impatteranno di più sulle politiche regionali e sul territorio emiliano-romagnolo.

Seguito della Sessione europea 2017 dell'Assemblea legislativa. La I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali approva la risoluzione sul quadro europeo per apprendistati efficaci e di qualità.

Nella seduta di lunedì 13 novembre 2017, la I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali dell'Assemblea legislativa ha esaminato la Proposta di raccomandazione del Consiglio relativa a un quadro europeo per apprendistati efficaci e di qualità - COM(2017) 563 del 5 ottobre 2017, approvando la risoluzione n. 5599 che definisce la posizione della Regione Emilia-Romagna su questa iniziativa.

La Camera dei Deputati approva in via definitiva la Legge europea 2017.

L'8 novembre la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva il disegno di legge "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2017" senza apportare modifiche al testo licenziato dal Senato il 10 ottobre.

Seguito della Sessione europea 2017 dell'Assemblea legislativa. La Commissione "Cultura, Scuola, Formazione, Lavoro, Sport e Legalità" a lavoro sulla proposta per un Quadro europeo per apprendistati efficaci e di qualità.

La proposta di raccomandazione del Consiglio mira a definire un quadro aggiornato, coerente e condiviso su tutto il territorio dell’Unione per la piena valorizzazione dello strumento dell’apprendistato quale efficace forma di apprendimento che facilita il passaggio dalla scuola al mondo del lavoro. L’iniziativa ha il duplice obiettivo, in generale, di favorire lo sviluppo di una forza lavoro qualificata e adeguata alle esigenze del mercato e, nello specifico, di predisporre per gli Stati membri un insieme completo e coerente di criteri per apprendistati efficaci e di qualità, che al contempo sia condiviso e assicuri la flessibilità necessaria per adeguarsi alle peculiarità dei sistemi nazionali.

La Commissione europea presenta il Programma di lavoro per il 2018.

Il 24 ottobre 2017 la Commissione europea ha presentato la Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni, Programma di lavoro della Commissione 2018 – Un'Unione più unita, più forte e più democratica - COM (2017) 650 final del 24 ottobre 2017.

La Camera dei Deputati approva in via definitiva la Legge di delegazione europea 2016-2017.

Il 17 ottobre 2017 l'Assemblea della Camera ha approvato senza modifiche il testo del disegno di Legge di delegazione europea 2016-2017.

Il Senato della Repubblica approva con modifiche la Legge europea 2017.

Il 10 ottobre il Senato della Repubblica ha concluso l'esame del disegno di legge "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2017" approvando modifiche al testo che ora torna alla Camera dei Deputati per la seconda lettura.

Rete REGPEX del Comitato delle regioni dell’UE. Tra i partner più attivi l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.

Nella Relazione annuale 2016 sull’applicazione dei principi di sussidiarietà e proporzionalità, la Commissione europea ha “certificato” l’importante contributo dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna alle attività di REGPEX, la sottorete del Network sussidiarietà dedicata ai parlamenti e ai governi delle regioni europee con poteri legislativi, attraverso cui il Comitato delle regioni dell’UE monitora l’applicazione, e verifica il rispetto, del principio di sussidiarietà.

Il discorso sullo stato dell'Unione 2017 del Presidente della Commissione europea.

Il 13 settembre 2017 il Presidente della Commissione europea Juncker, ha pronunciato a Strasburgo dinnanzi ai membri del Parlamento europeo riuniti in sessione plenaria, il discorso annuale sullo stato dell'Unione.

Il Senato della Repubblica approva la Legge di delegazione europea 2016.

Il 2 agosto il Senato della Repubblica ha approvato il disegno di legge n. 2834 “Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea - Legge di delegazione europea 2016-2017” con la quale lo Stato italiano assicura il periodico aggiornamento dell’ordinamento nazionale all’ordinamento dell’Unione europea.

Il Consiglio regionale della Puglia approva la Risoluzione sul programma di lavoro della Commissione europea per il 2017.

Con la deliberazione n. 125 del 31 luglio 2017, il Consiglio regionale della Puglia ha approvato la Risoluzione relativa alla Sessione europea che individua le iniziative prioritarie con riferimento al programma di lavoro della Commissione europea per il 2017.

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Abruzzo si pronuncia sulla proposta di regolamento dell’UE per ottenere informazioni sul mercato interno e settori correlati direttamente dalle aziende.

Nella seduta del 26 luglio, la IV Commissione consiliare “Politiche europee, internazionali, Programmi della Commissione europea, Partecipazione ai processi normativi dell'Unione europea” ha approvato la Risoluzione n. 14 relativa alla “Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che fissa le condizioni e la procedura con le quali la Commissione può richiedere alle imprese e alle associazioni di imprese di fornire informazioni in relazione al mercato interno e ai settori correlati” - COM (2017) 257 final.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche la Regione Abruzzo si è pronunciata sul Pilastro europeo dei i diritti sociali.

Nella seduta del 18 luglio, la IV Commissione consiliare “Politiche europee, internazionali, Programmi della Commissione europea, Partecipazione ai processi normativi dell'Unione europea” ha approvato la Risoluzione n. 13 relativa alla “Partecipazione della Regione Abruzzo alla fase ascendente di formazione del diritto europeo - Proposta di proclamazione interistituzionale sul pilastro europeo dei diritti sociali (COM (2017) 251 final). Osservazioni della Regione.”

Partecipazione alla fase ascendente. La Regione Lombardia si è pronunciata sulle iniziative della UE per un’istruzione di elevata qualità.

Nella seduta del 5 luglio 2017, la I Commissione consiliare (Programmazione e bilancio) della Regione Lombardia ha approvato la Risoluzione n. 93 sulla Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle Regioni su “Sviluppo scolastico ed eccellenza nell'insegnamento per iniziare la vita nel modo giusto”.

La 14a Commissione (Politiche dell’Unione europea) del Senato si è pronunciata su due proposte di direttive della UE nell’ambito della "Strategia europea per una mobilità a basse emissioni”, iniziative prioritarie anche per l’Emilia-Romagna.

Con i pareri approvati il 19 luglio 2017, la 14a Commissione (Politiche dell’Unione europea) del Senato della repubblica ha formulato alcune osservazioni sulla Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 1999/62/CE, relativa alla tassazione a carico di autoveicoli pesanti adibiti al trasporto di merci su strada per l’uso di alcune infrastrutture (COM(2017) 275) e sulla Proposta di direttiva del Consiglio che modifica la direttiva 1999/62/CE, relativa alla tassazione a carico di autoveicoli pesanti adibiti al trasporto di merci su strada per l’uso di alcune infrastrutture, per quanto riguarda determinate disposizioni concernenti le tasse sugli autoveicoli (COM(2017) 276).

Seguito della Sessione europea 2017 dell'Assemblea legislativa. La I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali approva la risoluzione sul Pacchetto di misure dell’UE per la transizione verso una mobilità pulita e sostenibile.

Nella seduta di martedì 18 luglio 2017, la I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali dell'Assemblea legislativa ha esaminato la Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni l'Europa in movimento - Un'agenda per una transizione socialmente equa verso una mobilità pulita, competitiva e interconnessa per tutti – COM (2017) 283 del 31 maggio 2017; la proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 1999/62/CE, relativa alla tassazione a carico di autoveicoli pesanti adibiti al trasporto di merci su strada per l'uso di alcune infrastrutture – COM(2017) 275 final del 31 maggio 2017; la proposta di direttiva del Consiglio che modifica la direttiva 1999/62/CE, relativa alla tassazione a carico di autoveicoli pesanti adibiti al trasporto di merci su strada per l'uso di alcune infrastrutture, per quanto riguarda determinate disposizioni concernenti le tasse sugli autoveicoli – COM(2017) 276 final del 31 maggio 2017 e la proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio concernente il monitoraggio e la comunicazione dei dati relativi al consumo di carburante e alle emissioni di CO2 dei veicoli pesanti nuovi - COM(2017) 279 final del 31 maggio 2017, approvando la risoluzione che definisce la posizione della Regione Emilia-Romagna su questa importante iniziativa, la cui presentazione è stata anticipata dalla Commissione europea nel suo programma di lavoro di quest’anno.

Partecipazione alla fase ascendente. Anche la Regione Lombardia si è pronunciata sulla proposta di direttiva sull’equilibrio vita-lavoro.

La Regione Lombardia ha formulato osservazioni ai sensi dell'art. 24, comma 3, della legge 234 del 2012 sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio relativa all’equilibrio tra attività professionale e vita familiare per i genitori e i prestatori di assistenza e che abroga la direttiva 2010/18/UE del Consiglio. Sulla proposta di direttiva si sono già pronunciate l’Emilia-Romagna, la Provincia autonoma di Trento e la Regione Marche.

Il Comitato europeo delle Regioni approva gli emendamenti proposti dalla Presidente dell’Assemblea legislativa Simonetta Saliera.

Il 12 e il 13 luglio si è svolta a Bruxelles la seduta plenaria del Comitato europeo delle Regioni nel corso della quale sono stati espressi i pareri su “La Strategia europea per una mobilità a basse emissioni”, “Le nuove imprese leader dell’Europa: iniziativa di start up e scale up“ e “La PAC dopo il 2020”. I rappresentanti degli Enti locali e regionali d’Europa hanno accolto le proposte di modifica presentate dalla Presidente Saliera, formulate sulla base delle risoluzioni approvate dall’Assemblea legislativa e dalla Commissione I Bilancio, Affari generali ed istituzionali della Regione Emilia-Romagna.

Seguito della Sessione europea 2017 dell'Assemblea legislativa. La I Commissione Bilancio, Affari generali e Istituzionali approva la risoluzione sul Pilastro europeo dei i diritti sociali.

Nella seduta di lunedì 10 luglio 2017, la I Commissione Bilancio, affari generali e istituzionali dell'Assemblea legislativa ha esaminato la Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni, Istituire un pilastro europeo dei diritti sociali - COM(2017) 250 final del 26 aprile 2017 approvando la risoluzione che definisce la posizione della Regione Emilia-Romagna su questa importante iniziativa, la cui presentazione è stata anticipata dalla Commissione europea nel suo programma di lavoro di quest’anno.

Il Governo presenta la Relazione consuntiva sulla partecipazione dell’Italia all’Unione europea per l’anno 2016.

La Relazione è predisposta dal Dipartimento delle Politiche europee secondo quanto previsto dall’articolo 13 della legge 24 dicembre 2012, n. 234.

Azioni sul documento

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?