Approvato il Regolamento UE relativo al Dispositivo per la ripresa e la resilienza

Il 19 febbraio 2021 è entrato in vigore il Regolamento che disciplina il Dispositivo per la Ripresa e la Resilienza, il principale strumento di intervento di Next Generation EU
Approvato il Regolamento UE relativo al Dispositivo per la ripresa e la resilienza

recovery fund

Il 19 febbraio 2021 è entrato in vigore il Regolamento che disciplina il Dispositivo per la Ripresa e la Resilienza (Reg. (UE) 2021/241), pubblicato sulla GUUE Serie L 57 del 18.02.2021.

Il dispositivo, che è il principale strumento di intervento di Next Generation EU, metterà a disposizione degli Stati membri prestiti e sovvenzioni per un ammontare di 672,5 miliardi di euro, aiutandoli a riprendersi dagli effetti sociali ed economici della pandemia.

Articolato su sei pilastri (transizione verde- trasformazione digitale - crescita intelligente, sostenibile e inclusiva - coesione sociale e territoriale - salute e resilienza economica, sociale e istituzionale - politiche per la prossima generazione), il Dispositivo è di fatto alla base dei Piani Nazionali di Ripresa e Resilienza che dovranno essere presentati dagli Stati Membri entro il 30 aprile 2021. I piani nazionali saranno valutati dalla Commissione e approvati dal Consiglio dell’UE; solo successivamente ciascun Stato membro potrà ottenere un prefinanziamento pari al 13% dell'importo complessivo assegnato al Paese.

Il dispositivo aiuterà l'UE a raggiungere l'obiettivo della neutralità climatica entro il 2050 e la instraderà verso la transizione digitale: esso prevede infatti che ciascun Stato membro nel proprio PNRR destini almeno il 37 % della spesa per gli investimenti e le riforme al conseguimento degli obiettivi climatici e almeno il 20% alla transizione digitale.

Comunicato stampa della Commissione UE
Sito web dedicato al Dispositivo per la ripresa e la resilienza
Regolamento UE 2021/241

Azioni sul documento

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?