Dalla Corte costituzionale

Giurisprudenza della Corte Costituzionale

Sentenza Corte Costituzionale n. 134/2020 - Governo del territorio

Norme della legge della Regione Liguria 19 aprile 2019, n. 3, recante 'Modifiche alla legge regionale 22 febbraio 1995, n. 12 (Riordino delle aree protette) e alla legge regionale 10 luglio 2009, n. 28 (Disposizioni in materia di tutela e valorizzazione della biodiversità)' - Ricorso promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri - Competenze organizzative riservate alla fonte statutaria - soppressione delle aree protette già istituite e non indicate tra quelle “confermate” nell’art. 14 della legge reg. Liguria n. 12 del 1995 - delimitazione provvisoria di confini . Decisione: illegittimità - infondatezza

Sentenza Corte Costituzionale n. 131/2020 - Politiche sociali

Norme della legge della Regione Umbria 11 aprile 2019, n. 2 (Disciplina delle cooperative di comunità) - Ricorso promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri - coinvolgimento anche delle cooperative di comunità nell’attività di programmazione, progettazione e accreditamento - ampliamento del novero dei soggetti del Terzo settore. Decisione: non fondatezza

Sentenza Corte Costituzionale n. 128/2020 – Diritto e amministrazione pubblica

Norme della legge della Regione Toscana 7 maggio 2019, n. 22 (Disposizioni transitorie ed urgenti in materia di incarichi di posizione organizzativa della Regione Toscana) - Ricorso promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri - autorizzazione di proroghe e conseguente incremento dei fondi destinati al trattamento economico accessorio, previsto dal legislatore statale - competenza legislativa regionale residuale in materia di ordinamento e organizzazione amministrativa. Decisione: non fondatezza

Sentenza Corte Costituzionale n. 126/2020 – Diritto e amministrazione pubblica

Norme della legge della Regione Toscana 28 giugno 2019, n. 38 (Disposizioni urgenti per il rafforzamento dei servizi e delle misure di politica attiva del lavoro per la sostituzione di personale collocato in quiescenza, del direttore generale e dei direttori. Modifiche alla l. r. 1/2009) - Ricorso promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri - disciplina delle graduatorie concorsuali - violazione dei principi di eguaglianza, di imparzialità e buon andamento della pubblica amministrazione - scorrimento delle graduatorie funzionale a organizzare il reclutamento degli idonei nel modo più efficiente e sollecito. Decisione: non fondatezza

Sentenza Corte Costituzionale n. 112/2020 - Diritto e amministrazione pubblica

Norme della legge della Regione Basilicata 9 febbraio 2001, n. 7 (Disciplina delle attività di informazione e comunicazione della Regione Basilicata) - Ricorso promosso dalla Corte dei conti, sezione regionale di controllo per la Basilicata - applicazione del contratto nazionale di lavoro dei giornalisti agli addetti degli uffici stampa della Regione e degli enti sub-regionali - specifica area di contrattazione regionale per l’individuazione e la regolamentazione dei profili professionali all’interno degli uffici stampa - definizione di un trattamento economico attraverso legge regionale, operato mediante la tecnica del rinvio ad un contratto collettivo nazionale del settore privato. Decisione: illegittimità

Sentenza Corte Costituzionale n. 106/2020 - Governo del territorio e servizi socio educativi

Norme della legge della Regione Basilicata 13 marzo 2019, n. 4 (Ulteriori disposizioni urgenti in vari settori d’intervento della Regione Basilicata) - Ricorso promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri - condizioni relative alla distanza degli aerogeneratori dalle abitazioni e dalle strade - egime abilitativo degli impianti alimentati da fonti di energia rinnovabili è riconducibile alla materia 'produzione, trasporto e distribuzione nazionale dell’energia' - corretto inserimento nel paesaggio e sul territorio degli impianti eolici - servizi socio-educativi e socio-assistenziali -materia di competenza regionale residuale - limite del rispetto dei livelli essenziali delle prestazioni sociali, fissati dal legislatore statale in termini uniformi sul territorio nazionale. Decisione: illegittimità - inammissibilità - non fondatezza

Sentenza Corte Costituzionale n. 98/2020 – economia e attività produttive

Norme della legge della Regione Toscana 16 aprile 2019, n. 18 (Disposizioni per la qualità del lavoro e per la valorizzazione della buona impresa negli appalti di lavori, forniture e servizi. Disposizioni organizzative in materia di procedure di affidamento di lavori. Modifiche alla l.r. 38/2007) -Ricorso promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri - violazione dell'art. 117, secondo comma, lettera e), della Costituzione e gli artt. 30, comma 1, e 36 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 (Codice dei contratti pubblici) - possibilità di riservare la partecipazione alle gare, per una quota non superiore al 50 per cento, 'alle micro, piccole e medie imprese con sede legale e operativa nel territorio regionale' - limitazione della concorrenza. Decisione: illegittimità

Sentenza Corte Costituzionale n. 91/2020 – politiche sociali

Norme della legge della Regione Piemonte 9 aprile 2019, n. 16 (Istituzione del Fattore famiglia) - Ricorso promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri - coordinamento della finanza pubblica - favore per i nuclei familiari con carichi maggiori, in considerazione del numero di figli minorenni, di disabili non autosufficienti o di anziani. Decisione: non fondatezza

Sentenza Corte Costituzionale n. 72/2020 – politiche sociali e sanitarie

Norme della legge della Regione Puglia 28 marzo 2019, n. 6, recante 'Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 12 gennaio 2017 (Definizione e aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza, di cui all’articolo 1, comma 7, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502) - LEA sociosanitari - Quote di compartecipazione' - Ricorso promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri -quadro dei Livelli essenziali di assistenza (LEA) sociosanitari in riferimento alle persone non autosufficienti, alle persone con disabilità e alle persone con disturbi mentali con le relative compartecipazioni - trattamenti residenziali e semiresidenziali limitati a particolari categorie di persone non autosufficienti (anziani e soggetti affetti da demenza) e non all’intera categoria di tali soggetti - il legislatore regionale non ha il potere di interferire nella determinazione dei LEA. Decisione: illegittimità

Sentenza Corte Costituzionale n. 72/2020 – sanità

Norme della legge della Regione Puglia 28 marzo 2019, n. 6, recante 'Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 12 gennaio 2017 (Definizione e aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza, di cui all’articolo 1, comma 7, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502) - LEA sociosanitari - Quote di compartecipazione' - Ricorso promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri -quadro dei Livelli essenziali di assistenza (LEA) sociosanitari in riferimento alle persone non autosufficienti, alle persone con disabilità e alle persone con disturbi mentali con le relative compartecipazioni - trattamenti residenziali e semiresidenziali limitati a particolari categorie di persone non autosufficienti (anziani e soggetti affetti da demenza) e non all’intera categoria di tali soggetti - il legislatore regionale non ha il potere di interferire nella determinazione dei LEA. Decisione: illegittimità

Sentenza Corte Costituzionale n. 71/2020 - usi civici

Norme della legge della Regione Calabria 29 dicembre 2010, n. 34, 'Provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e procedurale (Collegato alla manovra di finanza regionale per l’anno 2011). Articolo 3, comma 4, della legge regionale n. 8/2002' - Ricorso promosso dalla Corte d’appello di Roma - diritti di uso civico da ritenersi cessati quando insistano sulle aree di sviluppo industriale - principio di ragionevolezza e di uguaglianza - tutela paesistico ambientale. Decisione: illegittimità

Sentenza Corte Costituzionale n. 65/2020 – edilizia e governo del territorio

Norme della leggi della Regione Puglia 17 dicembre 2018, n. 59, recante 'Modifiche e integrazioni alla legge regionale 30 luglio 2009, n. 14 (Misure straordinarie e urgenti a sostegno dell’attività edilizia e per il miglioramento della qualità del patrimonio edilizio residenziale)', e degli artt. 7 e 8 della legge della Regione Puglia 28 marzo 2019, n. 5, recante 'Modifiche alla legge regionale 30 novembre 2000, n. 17 (Conferimento di funzioni e compiti amministrativi in materia di tutela ambientale) e istituzione del Sistema informativo dell’edilizia sismica della Puglia, nonché modifiche alle leggi regionali 30 luglio 2009, n. 14 (Misure straordinarie e urgent+C15i a sostegno dell’attività edilizia e per il miglioramento della qualità del patrimonio edilizio residenziale) e 17 dicembre 2018, n. 59 (Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 30 luglio 2009, n. 14)' - Ricorsi promossi dal Presidente del Consiglio dei ministri - ricostruzione a seguito di demolizione - ristrutturazione ricostruttiva con ampliamenti volumetrici. Decisione: illegittimità - non fondatezza.

Sentenza Corte Costituzionale n. 64/2020 – Governo del territorio

Norme della legge della Regione Veneto 16 marzo 2015, n. 4 (Modifiche di leggi regionali e disposizioni in materia di governo del territorio e di aree naturali protette regionali), promosso dal Tribunale amministrativo regionale per il Veneto - quota del costo di costruzione a carico del titolare di un nuovo permesso di costruire - norme perla edificabilità dei suoli - successive richieste di conguaglio. Decisione: illegittimità

Sentenza Corte Costituzionale n. 63/2020 – Attività venatoria

Norme della legge della Regione Veneto 8 febbraio 2019, n. 6 (Modifiche e integrazioni alla legge regionale 20 gennaio 2000, n. 2 'Addestramento e allenamento dei falchi per l’esercizio venatorio') - Ricorso promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri - allenamento e l’addestramento del falco durante tutto l’anno, con divieto di cattura di fauna selvatica, ma senza divieto di predazione - attività di controllo della fauna selvatica. Decisione: illegittimità - infondatezza

Sentenza Corte Costituzionale n. 56/2020 – Trasporti

Norme del decreto-legge 14 dicembre 2018, n. 135 (Disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione), convertito, con modificazioni, nella legge 11 febbraio 2019, n. 12 - Ricorso promosso dalla Regione Calabria - nuovo regime dell’attività di noleggio con conducente (NCC) - competenza residuale delle regioni ex art. 117, quarto comma, della Costituzione, in materia di trasporto pubblico locale - violazione del riparto delle attribuzioni tra lo Stato e le regioni - la tutela della concorrenza, di competenza statale, assume carattere prevalente e funge da limite alla disciplina che le regioni possono dettare nelle materie di loro competenza, concorrente o residuale. Decisione: illegittimità - inammissibilità - infondatezza

Sentenza Corte Costituzionale n. 53/2020 – sanità

Norme della legge della Regione Puglia 18 dicembre 2018, n. 66 (Disposizioni sul servizio di pronto soccorso e di continuità assistenziale) - Ricorso promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri - contrasto con gli artt. 62 e 67 dell’Accordo collettivo nazionale (ACN) del 23 marzo 2005 per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale - la norma in questione non invade ambiti costituzionalmente riservati allo Stato. Decisione: non fondatezza

Sentenza Corte Costituzionale n. 31/2020 - economia - tutela dell'ambiente

Norme della legge della Regione Veneto 16 marzo 2018, n. 13 (Norme per la disciplina dell’attività di cava) - Ricorso promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri - lavori di coltivazione dei giacimenti formati da materiali, industrialmente utilizzabili e gestione dei materiali equiparabili a quelli di cava derivanti da scavi per la realizzazione di opere pubbliche e private - competenza residuale delle Regioni in materia «cave e torbiere» salvo rispetto degli standard ambientali fissati dalle leggi statali. Decisione: non fondatezza

Sentenza Corte Costituzionale n. 254/2019 – governo del territorio - Regioni ed enti locali

Norme della legge della Regione Lombardia 11 marzo 2005, n. 12 (Legge per il governo del territorio), come modificati dall’art. 1, comma 1, lettera c), della legge della Regione Lombardia 3 febbraio 2015, n. 2, recante 'Modifiche alla legge regionale 11 marzo 2005, n. 12 (Legge per il governo del territorio) - Principi per la pianificazione delle attrezzature per servizi religiosi' - Ricorsi promossi dal Tribunale amministrativo regionale per la lombardia - installazione di nuove attrezzature religiose in assenza o comunque al di fuori delle previsioni del piano delle attrezzature religiose (PAR) - variante generale del Piano del Governo del Territorio - principio di laicità e tutela del pluralismo. Decisione: illegittimità costituzionale, inammissibilità

Sentenza Corte Costituzionale n. 255/2019 – Amministrazione pubblica

Delibera del Consiglio dei ministri del 7 dicembre 2018 - Ricorso promosso dalla Regione Molise - Conflitti tra enti - nomina del commissario ad acta e sub commissario per l’attuazione del piano di rientro dai disavanzi del servizio sanitario - principi di leale collaborazione e legittimo affidamento - rispettive attribuzioni costituzionali - potere sostitutivo statale. Decisione: ricorso respinto

Sentenza Corte Costituzionale n. 258/2019 – sport e tempo libero - attività venatoria

Norme della legge della Regione Marche 12 dicembre 2018, n. 46 (Modifiche urgenti alla legge regionale 7 novembre 2018, n. 44: 'Modifiche alla legge regionale 5 gennaio 1995, n. 7 ‘Norme per la protezione della fauna selvatica e per la tutela dell’equilibrio ambientale e disciplina dell’attività venatoria’ e disposizioni urgenti sulla pianificazione faunistico-venatoria') - Ricorso promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri - autorizzazione dell’esercizio venatorio nei siti della rete 'Natura 2000'. Decisione: illegittimità costituzionale
Archivio

Azioni sul documento

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?