Uva in grappa

E’ una ricetta piacentina quella suggerita da Patricia Pavesi di Josè C. Paz (Argentina) e di origini emiliano romagnole. La ricetta, ci racconta la nostra corregionale che fa parte del locale Circolo Emiliano-romagnolo, è una ricetta di famiglia, tramandata dal nonno Mario Marcotti, di Villanova sull'Arda in provincia di Piacenza. “E’ stato lui a insegnarmi questa ricetta, Le uve in grappa. I grappoli d'uva li raccoglieva dalla propria vigna, molto piccola, però sufficiente per questi sotto-spirito. Ora dopo tanti anni continuo io con la tradizione”.

Patricia ci dà la sua ricetta: si prendono grappoli d'uva bianca con buona forma piuttosto allungata. Si taglia con le forbici il picciolo di ogni chicco d'uva e si pulisce con un pezzo di stoffa bianca, i chicchi puliti si collocano nei barattoli di vetro, poi si aggiungono chiodi di garofano e cannella. Si riempiono poi i barattoli per metà con alcol e metà con grappa.  Si lasciano riposare qualche mese poi L’uva in grappa è pronta e gli acini sono buoni per accompagnare un buon caffè soprattutto in inverno”.

 

Il salotto

Il salotto  secondo l'artista Tisselli

Stanza degli ospiti

Le storie

La biblioteca

Stanza della musica

Stanza della musica

Stanza della musica

Stanza dei ragazzi

Stanza dei ragazzi

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?