Per ricevere informazioni o fissare un appuntamento, telefonare al numero 051 527 3644 nei seguenti giorni e orari
lunedì dalle 9.30 alle 12.30, martedì dalle 14 alle 16,
mercoledì dalle 9.30 alle 12.30 e giovedì dalle 14 alle 16.

Per presentare un'istanza o segnalare una necessità:
scrivere una mail a consparita@regione.emilia-romagna.it

o all'indirizzo PEC

Notizie

Una task force per il contrasto alle discriminazioni in ambito lavorativo

In programma giovedì 1 dicembre alle 14.30 in sala Guido Fanti dell'Assemblea 30/11/2022

Il contributo offerto dalle donne alla costruzione della società, un concorso per le scuole

 Premiazione del concorso "Sulle vie della parità" a Roma
Premiazione del concorso "Sulle vie della parità" a Roma 07/11/2022

Parità: la pandemia ha accentuato le differenze di reddito per le professioniste

 La ricerca “L’impatto della pandemia sulle libere professioni” curata da Anna Rota, è stata presentata in Assemblea legislativa con la Consigliera di Parità regionale, Sonia Alvisi
La ricerca “L’impatto della pandemia sulle libere professioni” curata da Anna Rota, è stata presentata in Assemblea legislativa con la Consigliera di Parità regionale, Sonia Alvisi 19/10/2022
Tutte le notizie

chiedi il suo intervento

pubblicazioni e relazioni

La Consigliera di Parità

La Consigliera di parità regionale ha compiti di promozione e diffusione della conoscenza delle pari opportunità, nonché di vigilanza e rilevazione di situazioni di discriminazione basata sul genere nel mondo del lavoro.
Nell'esercizio delle proprie funzioni la Consigliera di parità è un pubblico ufficiale e ha l'obbligo di segnalazione all'autorità giudiziaria dei reati di cui viene a conoscenza.

 

Leggi di più

Azioni sul documento

Informazioni

Settore Diritti dei cittadini
Viale Aldo Moro, 50
40127 Bologna
Tel. 051 527.3644
 - 

Chi è

La Consigliera di parità regionale è, da gennaio 2018, Sonia Alvisi. Di Rimini, è consulente del lavoro, specializzata nella gestione delle problematiche giuslavoristiche. "Mi impegno per - rimarca la Consigliera - la promozione della parità e il riconoscimento della differenza femminile, incentivando la formazione di norme che favoriscano un sistema di welfare solidale e attivo".

 

linee guida discriminazioni

Brochure 'strumenti a favore di genitori lavoratori'