Legalità e diritti

La promozione della cultura della legalità, l’attivazione di misure di contrasto ai pericoli della corruzione, dell’illecito e della criminalità organizzata, ma anche la salvaguardia dei diritti. L’Assemblea è al fianco dei cittadini e dei loro bisogni di tutela e garanzia.

Legalità

legalitàLa Regione adotta misure di contrasto all'infiltrazione della criminalità organizzata e ai fenomeni corruttivi, previene e censura comportamenti irregolari e illegali, in particolari nei settori produttivi considerati più a rischio. La Regione inoltre promuove la cultura della legalità, della solidarietà e dell'etica della responsabilità, a tutela dell'impresa sana e del buon lavoro degnamente retribuito.

La Settimana della legalità, tutte le edizioni

Progetti di cittadinanza responsabile

 

Gli elenchi di merito

Accordi e protocolli

Il podcast "Anticorpi, la lotta alle mafie in Emilia-Romagna"
Ascolta "Anticorpi" su Spreaker.
Diritti e tutele

diritti tuteleL’Assemblea è la “casa” dei garanti, figure autonome ai quali i cittadini posso fare ricorso per interventi di tutela in determinati ambiti, ad esempio: i rapporti con la pubblica amministrazione, le controversie tra utenti e fornitori di servizi internet e telefonici, situazioni di restrizione della libertà personale, le condizioni di vita dei minori, la parità di genere in ambito lavorativo.

DIFENSORE CIVICO - In caso di malfunzionamento della pubblica amministrazione è possibile ricorrere al difensore civico. Tra i motivi di intervento: carenze, abusi o ritardi, richieste non dovute di ticket, tributi e multe da parte di un ente o gestore di servizio pubblico.

GARANTE MINORI - I diritti dei bambini e delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze presenti in Emilia-Romagna sono “osservati speciali”. Il garante regionale dei minori vigila sulla attuazione della Convenzione Onu sui diritti del fanciullo, accoglie segnalazioni e si attiva nei casi di inosservanza.

GARANTE DETENUTI - Le persone private della libertà personale, non solo carcerati, ma anche pazienti psichiatrici o ricoverati nelle residenze socio-assistenziali, trovano nel garante dei detenuti la figura istituzionale autonoma e indipendente che opera per garantire loro il rispetto dei diritti e della dignità.

CONSIGLIERA PARITA' - La Costituzione riconosce alla donna lavoratrice gli stessi diritti e le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore. A tutela del principio di non discriminazione la Consigliera di parità regionale promuove le pari opportunità e vigila contro le discriminazioni di genere sui luoghi di lavoro.

CORECOM - COMITATO REGIONALE COMUNICAZIONE - Nelle controversie tra i gestori dei servizi di telecomunicazioni e gli utenti il Corecom può intervenire gratuitamente per favorire i tentativi di conciliazione e accordo. Il comitato vigila anche sul rispetto delle norme in materia di tutela dei minori, pubblicità e televendite nelle radiotelevisioni locali.

Azioni sul documento