Fusione di Comuni

Contatti

Se hai dubbi, domande o desideri ricevere maggiori informazioni sull'argomento "Fusione di Comuni" contattaci all'indirizzo email: Icona per email fusionedicomuni@regione.emilia-romagna.it

Ultime notizie relative alle Fusioni di Comuni
12.05.2015

Fusione di Comuni, diventano tre i progetti avviati

Al via in commissione l’iter del progetto di legge per la fusione di Monte Colombo e Montescudo, nel riminese. Pruccoli (Pd) relatore di maggioranza, Bertani (M5s) quello di minoranza. Già decisi i referendum per altri due progetti, uno nel reggiano e uno nel bolognese. E nell’agenda dei lavori dell’Assemblea presto entrerà anche quello di Polesine Parmense e Zibello (Pr)

25.03.2015

Via libera in Aula: fusione Granaglione-Porretta (Bo), parola ai cittadini

Dopo un lungo dibattito, l’Assemblea legislativa approva la delibera di indizione del referendum consultivo, che si terrà con molta probabilità in autunno. I residenti chiamati anche ad esprimersi sul possibile nome dell’eventuale nuovo Comune

23.03.2015

Fusione Comuni e bilancio 2015 dell’Assemblea legislativa

Seduta il 24-25 marzo. In Aula la richiesta di commissioni d’inchiesta sull’Ospedale San Camillo di Comacchio (Fe)

Altro…
 

Comuni, avanti con il riordino. A più di un anno dall'avvio della riforma che prevede l'obbligo per i Comuni di gestire in forma associata funzioni e servizi importanti, si fa sempre più largo nel territorio il dibattito sulle fusioni dei Comuni. Le cronache locali raccontano dei confronti che precedono l'avvio di iniziative formali da parte dei Comuni stessi e non c'è provincia dell'Emilia-Romagna in cui non si parli di fusioni.
Dal 1^ gennaio 2014 in regione si sono concretizzate 4 fusioni che hanno dato vita ad altrettanti nuovi Comuni unici al posto dei 12 pre-esistenti. Si tratta di Valsamoggia (Bo), Fiscaglia (Fe), Sissa Trecasali (Pr) e Poggio Torriana (Rn).
Altre due fusioni si avviano al referendum consultivo entro il 2015: a Busana, Collagna, Ligonchio e Ramiseto (Re) la consultazione popolare si terrà il prossimo 31 maggio, mentre a Granaglione e Porretta Terme (Bo) la data fissata è quella dell'11 ottobre. Intanto, per una terza fusione, tra Montescudo e Montecolombo, nel riminese, è iniziato l'iter in Assemblea legislativa dopo la richiesta presentata in Regione dai rispettivi Consigli comunali.
In due casi, poi, nei Comuni riminesi di Savignano sul Rubicone e San Mauro Pascoli e nei comuni reggiani di Toano e Villa Minozzo il processo di fusione avviato in Assemblea legislativa si è fermato ed è decaduto di fronte all'esito contrario scaturito dalla consultazione dei cittadini.
Esigenze di razionalizzazione della spesa, riorganizzazione delle funzioni, la possibilità di conseguire importanti contributi regionali (per15 anni) e statali (per un decennio) unite alle quotidiane difficoltà di mantenere efficienti servizi sempre più costosi su piccola scala, hanno fatto sì che molti Comuni sul territorio, specie i piccoli, abbiano cominciato a discutere e a valutare un'opzione come quella della fusione, che Stato e Regione Emilia-Romagna sostengono con contributi economici ad hoc. Oltre al sostegno economico ai nuovi Comuni unici vengono infatti riconosciute la sospensione del Patto di stabilità per 5 anni e una "corsia preferenziale" per i progetti regionali.

Azioni sul documento
Pubblicato il 15/03/2013 ultima modifica 15/03/2013

Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna - Viale Aldo Moro 50, 40127 Bologna - Tel. 051.5275226 - PEC PEIAssemblea @ postacert.regione.emilia-romagna.it Codice Fiscale : 80062590379 , Codice IBAN: IT46 V 02008 02435 000003010362 – Unicredit Spa - Filiale di Via Ugo Bassi, 1 – 40121 Bologna