Suicidio nel carcere di Ravenna: il garante Cavalieri, sentite le autorità penitenziare e sanitarie, rileva che il detenuto non aveva palesato intenti suicidari

19.05.2023

Suicidio nel carcere di Ravenna: il garante Cavalieri, sentite le autorità penitenziare e sanitarie, rileva che il detenuto non aveva palesato intenti suicidari

Nuovo caso di suicidio nelle strutture carcerarie della regione. A togliersi la vita nella casa circondariale di Ravenna è un detenuto 35enne residente a Lugo di Romagna, condannato per un reato contro la compagna. Era entrato nel carcere Ravenna lo scorso 6 maggio, non era la sua prima carcerazione. Un suicidio avvenuto per impiccagione, il ritrovamento dell’uomo agonizzante è avvenuto alle 16 di oggi pomeriggio (19 maggio), è poi deceduto in ospedale.

A darne notizia il garante regionale dei detenuti, Roberto Cavalieri: “Caso drammatico di una rapida successione di fatti per questo 35enne: condotto in carcere lo scorso 6 maggio, collocato in isolamento per il tipo di reato commesso, si è tolto la vita nel pomeriggio di oggi”. Il garante, sentite le autorità penitenziare e sanitarie, rileva che il detenuto non aveva propositi autosoppressivi, nei giorni scorsi era stato visto anche dallo psicologo del carcere: “Dai primi riscontri emerge che gli operatori penitenziari in questi 12 giorni di detenzione si erano attivati nella gestione di questa persona, che non aveva palesato intenti suicidari”

Azioni sul documento

Informazioni

Settore Diritti dei cittadini
Viale Aldo Moro, 50
40127 Bologna
Contatti
Fax 051 527.5461
Scrivici:  -