Diritti, doveri, solidarietà

Dal dialogo tra Costituzioni al dialogo tra culture e spiritualità

Diritti, doveri, solidarietà  è un progetto educativo nato ne 2015 da un'idea di Ignazio De Francesco della Piccola Famiglia dell’Annunziata (islamologo e volontario dell’associazione Avoc) e dedicato ai detenuti di fede musulmana con l'intento di fare leva sul loro patrimonio linguistico, religioso e culturale. La rieducazione di un uomo che ha violato la legge, passa infatti anche attraverso i valori più alti delle sue tradizioni, le quali hanno su di lui una presa e un’attrazione incomparabilmente maggiori rispetto ai messaggi provenienti da altre culture. 

Due le edizioni, che hanno coinvolto tutti i detenuti arabi/musulmani ristretti presso il Carcere Dozza di Bologna iscritti ai corsi scolastici e che li hanno visti ragionare sui temi della cittadinanza mettendo in dialogo la Costituzione italiana con alcune costituzioni arabe del Nord Africa. I viaggi tra Costituzioni e culture, le riflessioni e le testimonianze del progetto sono stati raccontati in due pubblicazioni: la prima (scarica il volume) presentata nel novembre 2015 in una conferenza stampa in Assemblea legislativa, la seconda pubblicata nel 2017 (scarica la pubblicazione (pdf, 3.8 MB)).

Dalle riprese delle lezioni della prima edizione, il regista Marco Santarelli, ha  realizzato Dustur (Costituzione), un documentario che racconta il lungo percorso degli studenti/detenuti (qui puoi vedere il trailer).

Naturale continuazione e sviluppo di DDS, Religioni per la cittadinanza, sviluppato alla Dozza nel biennio 2018-2019 e concentrato sull’ambito religioso. Il laboratorio ha coinvolto, senza distinzione, detenuti italiani e stranieri appartenenti a diverse confessioni con lo scopo di mettere in luce ciò che di esse può contribuire al successo del percorso rieducativo e allo stesso tempo ciò che invece può costituire una criticità o addirittura un rischio. Anche questo percorso ha visto nascere una pubblicazione ( scarica il volume (pdf, 4.2 MB)), presentata a Bologna nel corso di una iniziativa pubblica.

DDS è stato promosso dal Cpia, Centro per l’istruzione degli adulti metropolitano di Bologna, ed è nato dalla collaborazione tra Garante delle persone private della libertà personale della Regione Emilia-Romagna, responsabili e docenti dei corsi scolastici istituiti presso l’istituto penale bolognese, Istituzione per l’inclusione sociale e comunitaria “Don Paolo Serra Zanetti” e la Conferenza regionale del volontariato e della giustizia.

 

Azioni sul documento

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?