Accordi e protocolli

Una delle azioni dell’Assemblea legislativa nel campo della legalità è quella di creare reti istituzionali attraverso la sottoscrizione di accordi e protocolli con le diverse istituzioni del territorio per promuovere la legalità e attivare delle azioni di prevenzione della criminalità organizzata.

L'approvazione del Testo Unico sulla legalità ha consentito di innovare e rafforzare l'intervento della Regione Emilia-Romagna in materia di contrasto all'infiltrazione mafiosa e del crimine organizzato e per la diffusione della legalità, provvedendo a costruire un quadro in cui le diverse politiche regionali possano coordinarsi efficacemente.

È infatti obiettivo prioritario di questa legge garantire una presenza istituzionale efficace, in una prospettiva di cooperazione intersettoriale all'interno della regione stessa, e di cooperazione istituzionale con altri enti, in primo luogo con il sistema delle autonomie locali, ed in raccordo con gli organi che hanno competenza in materia di contrasto e repressione del fenomeno. In tale ambito un ruolo significativo è attribuito in primo luogo al sistema delle autonomie locali

Per saperne di più

Accordo con il Dipartimento di Scienze giuridiche dell'Università di Bologna

L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna e il Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Bologna collaborano da anni sui temi della legalità, con particolare riferimento al contrasto alle infiltrazioni criminose e alla corruzione nel settore degli appalti pubblici. Per consolidare la collaborazione finalizzata alla realizzazione di attività e progetti congiunti di sensibilizzazione di una cultura condivisa della legalità e dell’etica, anche in rapporto con le giovani generazioni e alla promozione di attività di ricerca è stato sottoscritto nel 2018 un accordo finalizzato a definire le attività e i progetti (Qui la delibera del 2018).

Il Dipartimento di Scienze giuridiche ha assegnato due borse di studio che hanno portato ad un lavoro di ricerca che è stato svolto nel 2019 e 2020 in due diversi ambiti:

  • Il ruolo della Regione nel rafforzamento del principio di legalità economica nel territorio.
  • Genesi, diffusione e articolazione delle cooperative “spurie”: elementi sintomatici e misure di contrasto.

In particolare, il lavoro di ricerca relativo allo studio delle cooperative spurie è stato utilizzato dall’apposita Commissione speciale di ricerca e di studio sulle cooperative cosiddette spurie o fittizie, istituita con deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 133 del 21 dicembre 2017.

Le relazioni sul lavoro di ricerca

Azioni sul documento

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?