Carcere e dintorni, dalle regole ai diritti

01.07.2016

Carcere e dintorni, dalle regole ai diritti

L’Ufficio del Garante delle persone private della libertà personale della Regione Emilia-Romagna ha curato l’aggiornamento di “Carcere e dintorni”, la guida informativa, la cui prima edizione è stata elaborata nel 2013. Si tratta di un servizio disponibile per tutti i cittadini interessati alle questioni carcerarie, e in particolare per i detenuti, familiari, volontari, mediatori e operatori penitenziari.

Nei propositi della Garante, Desi Bruno, questo strumento divulgativo potrà aiutare le persone ristrette, italiane e straniere, e le diverse figure professionali e volontarie, che a vario titolo se ne occupano, a far superare loro le difficoltà di comprensione della realtà in cui si trovano inserite e ad esercitare le possibilità di tutela loro riconosciute dall’ordinamento che va attuato. Si tratta di un servizio In questo modo, alla privazione della libertà personale potrà non accompagnarsi la perdita di altri diritti, tra cui quello di essere informati sulle opportunità di studio, di formazione e di occupazione.

L’ultima versione di tale opuscolo è aggiornata a marzo 2015 ed è stata tradotta dall’italiano in altre cinque lingue: albanese, arabo, inglese, francese e spagnolo. Come già avvenuto per l’edizione italiana, il prontuario nelle altre lingue disponibili sarà distribuito presso tutti gli istituti penitenziari dell’Emilia-Romagna, grazie alla collaborazione del Provveditorato regionale dell’Amministrazione penitenziaria e della Conferenza regionale volontariato giustizia.

 

 

Azioni sul documento