Legalità ed. 2021-2022

conCittadini è il progetto di Educazione alla cittadinanza dell'Assemblea legislativa, che ogni anno coinvolge decine di migliaia di ragazzi, attraverso scuole, enti locali e associazioni che promuovono singoli progetti sui temi della Memoria, dei Diritti, della Legalità.

Per saperne di più

I progetti di conCittadini che promuovono il tema della Legalità possono avere focus diversi:

Logo Legale

  • la responsabilità individuale 
  • le regole condivise 
  • le istituzioni 
  • la cultura dell’antimafia 
  • il tema del lavoro nell’ottica della legalità: diritti e doveri dei lavoratori, lotta al caporalato, sostegno alle realtà che col lavoro si oppongono alle mafie
  • il tema delle migrazioni e dell’integrazione nel rispetto delle regole e delle differenze
I progetti

 

Eventi

 

 Invitiamo tutti i partecipanti all'evento a compilare il  QUESTIONARIO DI GRADIMENTO, disponibile al link https://url.emr.it/sd368v4a   dal 5 al 12 novembre.

 Leggi la notizia sull'evento qui

 

Venerdì 5 novembre 2021 11,00 -12,30

“L’antimafia del Noi, per trasmettere l’importanza dell’impegno civico collettivo nelle scuole”

Interverranno:

Nicola Gratteri, Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro

Antonio Nicaso, docente universitario e scrittore

Autori del libro “Non chiamateli eroi” (Mondadori)

Conduce: Elia Minari, giurista e coordinatore dell’Associazione antimafia Cortocircuito 

 

A trent’anni dalla strage di Capaci e dalla strage di via D’Amelio è fondamentale tramettere l’importanza del contrasto plurale alle mafie, attraverso un impegno collettivo, diffondendo il concetto di “Antimafia del Noi”.

Nel corso degli anni, i magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino sono stati presentati troppo spesso all’opinione pubblica come degli eroi-martiri solo da commemorare. Quest’immagine è fuorviante. Chiamarli eroi si sposa con il distanziare il loro percorso dal nostro, si sposa con la deresponsabilizzazione del cittadino, si sposa con il delegare agli altri.

Da qui l’importanza della partecipazione collettiva e plurale contro le mafie trasmettendo lo spirito dell’Antimafia del Noi; diffondere esempi virtuosi che incentivino le giovani generazioni alla partecipazione attiva; promuovere la diffusione della cultura della legalità e della cittadinanza attiva partendo da figure e persone esemplari; imparare a riconoscere i fenomeni mafiosi e corruttivi; avere maggiore consapevolezza su come le mafie si siano insediate in Emilia-Romagna; incentivare la pratica di comportamenti consapevoli e responsabili; fare comprendere la vicinanza dei temi trattati mostrando esempi concreti; coinvolgere i giovani in un percorso di conoscenza delle regole e della valorizzazione delle stesse, nei diversi ambiti di vita.

Diventa importante, quindi, saper esercitare una cittadinanza responsabile praticando il concetto di Antimafia del Noi; ascoltare delle testimonianze significative di personalità impegnate per la promozione della legalità e dei principi costituzionali; far comprendere come stiano mutando le mafie - fenomeni camaleontici in continua trasformazione - pronte a sfruttare la logica del profitto e della convenienza personale e a ledere i valori di solidarietà e bene comune su cui si fonda la nostra Carta costituzionale; essere consapevoli dell’importanza del senso civico della società; comprendere il valore della legalità, coniugandola in modo concreto in relazione alla propria quotidianità; incentivare iniziative di vita sociale, di lavoro comune e di partecipazione al fine di praticare una cittadinanza consapevole e responsabile.

Luogo: online piattaforma Zoom

Per partecipare,  inviare le adesioni all’indirizzo e-mail formazione.antimafia@gmail.comentro martedì 2 novembre 2021

 

 

Per approfondire

 Vedi anche gli approfondimenti curati da Libera Bologna:

Azioni sul documento

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?