Unione europea

I confini dell’azione istituzionale si espandono in Europa per contribuire all’affermazione dei valori della cittadinanza europea e coltivare il protagonismo della Regione nel complesso processo di formazione e attuazione delle norme dell’Ue e delle politiche di coesione.

Europe Direct Emilia-Romagna

Nato nel 2007 e ospitato dall'Assemblea legislativa dove ha sede, il Centro Europe Direct dell'Emilia-Romagna collabora con altri enti del territorio per diffondere i servizi offerti dalla rete di informazione e comunicazione europea. Europe Direct offre informazioni e consulenza sulle istituzioni, le politiche, i programmi e le opportunità di finanziamento offerte dall'Unione europea. Promuove, a livello locale e regionale, il dibattito pubblico e l'interesse dei media sulla Ue e le sue politiche. Collabora con le scuole e la società civile per sensibilizzare i giovani e i cittadini ai temi della cittadinanza e dell'unificazione europea e far conoscere le opportunità offerte dall’appartenenza all’UE.

Attualmente il centro dispone di quattro sportelli decentrati sul territorio regionale, che ricevono l’utenza:

  • Sportello Europe Direct Metropolitano del Comune di Bologna
  • Sportello Europe Direct del Comune di Piacenza
  • Sportello Europe Direct del GAL del Ducato - Parma
  • Sportello Europe Direct Fondazione E35 - Reggio Emilia

 
Dispone inoltre di un Centro di iniziativa e formazione europea presso il Consorzio “Il Solco” di Piacenza e di uno sportello online dedicato alla mobilità transnazionale, lo Sportello Mobilitas tramite il quale è possibile ottenere appuntamenti su skype.

L'Assemblea in Europa

La Regione Emilia-Romagna partecipa alla formazione e attuazione delle politiche e delle normative dell'Unione europea. Il cuore di questa attività è la Sessione europea dell'Assemblea legislativa che si svolge ogni anno, con il coinvolgimento di tutte le commissioni assembleari per le materie di loro competenza e in raccordo con l'esecutivo regionale. La Sessione si conclude con l'approvazione di una risoluzione di indirizzo alla Giunta che costituisce il "piano di lavoro" della Regione per l'anno di riferimento.

Sessione europea

Dal 2008 la Regione Emilia-Romagna ha sviluppato un proprio modello di partecipazione alla formazione e attuazione delle politiche e del diritto dell'Unione europea che trova il suo momento di sintesi nella Sessione europea dell'Assemblea legislativa. La Sessione europea è il fulcro dell’azione regionale: è stata infatti pensata come un momento di riflessione politica su ciò che la Regione ha fatto attraverso la valutazione della Relazione sullo stato di conformità dell'ordinamento regionale predisposta dalla Giunta, e su ciò che la Regione intende fare  in merito alle iniziative preannunciate dalla Commissione europea nel proprio programma di lavoro annuale.

Azioni sul documento