Aperte le candidature per il nuovo programma Cittadini, Uguaglianza, Diritti e Valori (CERV)

Le nostre infografiche

Nel settennato 2021-2027, i precedenti programmi Europa per i cittadini e Diritti, uguaglianza e cittadinanza convergono in un unico macroprogramma denominato Citizens, Equality, Rights and Values (CERV), in italiano “Cittadini, uguaglianza, diritti e valori”. Il raggruppamento dovrebbe facilitare la semplificazione e portare ad un rafforzamento reciproco e ad una maggiore efficacia. CERV mira a perseguire e rafforzare i valori dell’Unione Europea e i principi contenuti nei trattati UE e nella Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione. Nel settennato 2021 – 2027 il CERV riceverà un finanziamento complessivo di 1.55 miliardi di euro, il budget più alto nella storia dell’UE in materia di fondi per la tutela dei diritti fondamentali. 

I progetti si articolano su quattro pilastri tematici: 

  1. Valori dell’Unione: portati avanti da organizzazioni e realtà radicate sui territori e nelle società e attive nella difesa dei valori costituenti l’UE. Come riportato nell’art.2 del Trattato sull’Unione Europea infatti: L'Unione si fonda sui valori del rispetto della dignità umana, della libertà, della democrazia, dell'uguaglianza, dello Stato di diritto e del rispetto dei diritti umani, compresi i diritti delle persone appartenenti a minoranze. Questi valori sono comuni agli Stati membri in una società caratterizzata dal pluralismo, dalla non discriminazione, dalla tolleranza, dalla giustizia, dalla solidarietà e dalla parità tra donne e uomini; 

  1. Equità, Diritti e uguaglianza di genere: Tali progetti lavorano direttamente alla lotta contro la discriminazione per motivi di genere, orientamento sessuale, razza, etnia o credo religioso, per la protezione dei minori e l’inclusione e l’integrazione attiva delle persone affette da disabilità e di tutte le categorie svantaggiate e le minoranze; 

  1. Cittadinanza attiva e partecipazione: sviluppo di una cittadinanza europea attiva e dell'integrazione e rafforzamento dell’UE attraverso azioni di educazione e informazione, sostegno delle realtà che favoriscono la partecipazione politica e il finanziamento di scambi europei per rafforzare i legami culturali e l’integrazione tra i Paesi Membri e i cittadini dell’Unione; 

  1. Daphne: lotta e prevenzione di qualsiasi forma di violenza, con particolare riguardo a quella di genere e quella rivolta a categorie protette e svantaggiate quali minori, disabili ed esponenti della comunità LGBTQI+. 

 I bandi aperti 

 Nel quadro del nuovo Programma CERV sono stati stanziati per il biennio 2021 –2022 292 milioni di euro, che andranno a implementare i quattro pilastri. In data 20 aprile 2020 sono stati aperti i primi bandi per enti, istituzioni e organizzazioni che intendono candidare dei progetti per ottenere finanziamenti e lavorare nelle diverse aree del programma. 

  •  Pilastro 1: I seguenti bandi sono riservati a personalità giuridiche private non a scopo di lucro con sede in uno degli Stati Membri dell’Unione Europea e che si occupino della protezione e promozione dei Valori UE in materia di stato di diritto e democrazia. 

Candidature per accordi di partnership di 4 anni a supporto di reti europee, organizzazioni della società civile e think tank nell’ambito dei valori UE – scadenza 22/06/2021. Tale bando si propone di sviluppare e supportare reti e realtà radicate e attive sui territori in materia di difesa e di promozione dei principi UE; 

-Candidature per sovvenzioni destinate al miglioramento di partnership e reti di ricerca, studio e sviluppo dei valori europei – scadenza 29/06/2021. Per espandere e arricchire le reti europee e le partnership già esistenti e facilitare i rapporti tra il mondo scientifico e i decision-makers.  

  • Pilastro 2: Tali bandi sono aperti a qualsiasi organizzazione pubblica o privata proveniente da uno Stato UE o da uno degli Stati individuati dal programmaI progetti proposti possono essere nazionali o transnazionali, dovranno coinvolgere almeno 2 organizzazioni e dovranno pianificare e impiegare un budget minimo di 75000 euro. 

Candidature per promuovere l'uguaglianza e combattere razzismo, xenofobia e discriminazioni - scadenza il 15/06/2021. L'obiettivo del bando è quello di selezionare progetti e metodi di inclusione, studio e sensibilizzazione che vadano a lavorare sull'integrazione delle categorie vulnerabili e svantaggiate per eliminare e prevenire le discriminazioni;

 - Candidature di progetti per proteggere e promuovere i diritti dei minori - scadenza il 07/09/2021 A causa delle forti ripercussioni che la crisi dovuta alla pandemia da Covid-19 ha avuto sulle categorie vulnerabili, il CERV intende finanziare proposte per la lotta ai fenomeni di crescita della discriminazione e della violenza nei confronti di minori;

- Candidature riservate ad Autorità per la Protezione dei Dati mirate allo sviluppo di una rete di Stakeholders per una nuova legislazione sulla tutela dei dati e della privacy - scadenza il 09/09/2021. Basato sulle esperienze svolte durante lo scorso settennato, il bando vuole riprendere e riproporre il lavoro in materia di tutela e protezione dei dati e implementarlo in base alle future necessità coinvolgendo le piccole e medie imprese e il settore pubblico. 

  • Pilastro3: Bando rivolto a organizzazioni pubbliche o private dei settori culturale, educativo, giovanile e di ricerca istituite in una Paese Membro o in uno degli Stati individuati dal Programma.

-Candidature per la memoria europea – scadenza il 22/06/2021. L’obiettivo di tale bando è quello di raccogliere e promuovere iniziative e progetti dedicati alla commemorazione e all’approfondimento dei principali eventi storici e politici Europei in modo da sensibilizzare i cittadini su storia, cultura e retaggi comuni e rafforzari valori e gli ideali dell’UE. 

  • Pilastro 4: Tali bandi sono aperti a qualsiasi organizzazione pubblica o privata proveniente da uno Stato UE o da uno degli Stati individuati dal programma. I progetti proposti possono essere nazionali o transnazionali, dovranno coinvolgere almeno 2 organizzazioni e dovranno pianificare e impiegare un budget minimo di 75000 euro.   

-Candidature di progetti per prevenire e combattere la violenza di genere e sui minori – scadenza il 15/06/2021. A seguito dei recenti dati sulla violenza domestica, sugli abusi e sull’aumento delle disparità di genere nella gran parte dei settori professionali, il Programma CERV si propone di finanziare progetti per la lotta alle discriminazioni e per la tutela delle donne e dei minori, categorie vulnerabili e maggiormente colpite dalla crisi economica e sociale dovuta alla corrente pandemia.  

Se soggetti ammissibili al bando, è possibile presentare la candidatura elettronica completa di tutta la documentazione richiesta presso l’apposito portale online Funding & tender opportunities, di cui al presente link è possibile trovare il manuale d’uso. 

 

 

Azioni sul documento

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?