I progetti anti-Covid finanziati con la riprogrammazione del Por Fesr

Nell’ambito del CRII (Corona Response Investment Initiative) dell’Unione europea, ad aprile 2020 sono stati trasferiti 8,3 milioni di euro dall'Asse 4 all'Asse 1 del Por Fesr 2014-2020, una flessibilità che rientra tra le azioni della Politica di coesione per contrastare la crisi causata dal Covid-19. Insieme alla Toscana, l’Emilia-Romagna è stata la prima regione italiana - e tra le prime in Europa - a utilizzare la flessibilità prevista dalla Politica di coesione. Con questa riprogrammazione è stato aperto il bando anti Covid-19, con cui le risorse sono state destinate a finanziare imprese e laboratori di ricerca della Rete Alta Tecnologia nello sviluppo di soluzioni anti-contagio per superare l’emergenza Covid-19. 

Le tre call del bando per soluzioni anti-contagio, effettuate dalla Regione a partire dal 27 aprile 2020, hanno portato alla presentazione di ben 199 progetti da parte di imprese e laboratori di ricerca: 153 presentati da imprese e 46 da laboratori della Rete regionale Alta Tecnologia. Sono poi stati finanziati un totale di 87 progetti. Le graduatorie sono disponibili qui. Di queste, 13 soluzioni anti-contagio con un elevato stato di realizzazione, dunque prossime al mercato, sono state presentate martedì 1° dicembre 2020 sono state presentate durante il webinar a cui ha partecipato Stefano Lambertucci,  Programme Manager della della DG Regio della Commissione europea. 

Le presentazioni di questi progetti sono disponibili qui. Confermando il record di una tempistica di industrializzazione rapidissima, i 13 progetti illustrati nel primo incontro del 1° dicembre 2020 riguardano soluzioni di diagnostica, monitoraggio della salute e dispositivi medici, come ad esempio lo strumento di individuazione di marcatori per la diagnosi precoce di sovrainfezioni batteriche nei pazienti affetti da Covid-19 e la tecnologia innovativa per la produzione di mascherine FFP3 con potenziata attività antivirale. Ci sono anche progetti per la gestione degli ambienti e per l’organizzazione del lavoro, con nuovi modelli di accoglienza degli utenti delle strutture sanitarie e verifica in real time del rispetto delle norme anti-Covid 19. Da segnalare infine i progetti di sanificazione, con sistemi di biocontenimento per proteggere gli operatori sanitari durante i trasporti e dispositivi modulari e programmabili per la sanificazione di piccoli oggetti.

Tutte le azioni avviate dal Por Fesr 2014-2020 in risposta all'emergenza causata dal Covid-19 sono elencate qui

Azioni sul documento

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?