Consultazione pubblica sull'iniziativa per gli investimenti interregionali in materia di innovazione (I3)

La Commissione europea ha avviato una Consultazione pubblica per sentire i punti di vista dei cittadini e delle parti interessate in merito all’iniziativa sugli investimenti interregionali in materia di innovazione (I3) che la Commissione ha proposto di istituire nel prossimo periodo di programmazione finanziaria dell’UE.

L'obiettivo è raccogliere idee per ulteriori sviluppi di questo nuovo strumento, in particolare per quanto riguarda aspetti specifici quali i settori prioritari per gli investimenti, i collegamenti con le priorità dell'UE, i meccanismi di attuazione, il tipo di sostegno, le esigenze in materia di investimenti, le situazioni di fallimento di mercato, la propensione agli investimenti e altro ancora.

Cosè I3?

La programmazione finanziaria dell’UE 2021-2027 cercherà di rafforzare la cooperazione interregionale per l'innovazione, come indicato nella comunicazione della Commissione "Rafforzare l'innovazione nelle regioni d'Europa".

In tale contesto, la Commissione ha proposto una nuova iniziativa di investimento interregionale per l'innovazione volta ad aiutare gli attori coinvolti nelle strategie di specializzazione intelligente (S3) a raggrupparsi, ampliare e portare innovazione sul mercato europeo.

Il nuovo strumento I3 dovrebbe essere attuato nell'ambito del FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) con un bilancio UE indicativo di 0,5 miliardi di EUR. L'ambizione è di mobilitare investimenti pubblici privati, sfruttando l'impatto del bilancio disponibile. Gli obiettivi della nuova iniziativa sono:

  • Accelerare l'innovazione e il trasferimento dei risultati della ricerca, traducendo l'innovazione in prodotti, servizi e applicazioni concrete, rispondendo a un chiaro bisogno di clienti e cittadini.
  • Incoraggiare investimenti vicini al mercato che coinvolgono prodotti e servizi innovativi attraverso l'implementazione di nuove tecnologie o processi. Mentre la catena del valore da sviluppare può essere nei settori tradizionali, come minimo il prodotto o il processo dovrebbe essere nuovo sul mercato.
  • Portare i risultati della ricerca sul mercato aiutando le aziende a realizzare progetti di innovazione congiunti maturi (TRL6-8) in vista della commercializzazione e del ridimensionamento.
  • Esplorare e rafforzare le complementarità tra i diversi strumenti dell'UE, nazionali e regionali.
  • Mobilitare gli investitori pubblici / privati, ridurre il rischio di investimenti privati e sfruttare l'impatto dei finanziamenti dell'UE.
  • Sviluppare una pipeline di investimenti interregionali, formalizzata in concreti piani aziendali e di investimento, rimodellando le catene del valore dell'UE.

 

I3 intende sostenere gli stakeholder regionali dell'innovazione, ben integrati negli ecosistemi regionali dell'innovazione, fornendo finanziamenti per progetti di innovazione congiunti maturi organizzati in portafogli di investimenti nella catena del valore.

Struttura del nuovo strumento

La proposta I3 prevede due componenti con una quota approssimativamente uguale di risorse finanziarie:

1)  ecosistemi ben sviluppati e si concentra sulla parte delle catene del valore in cui vengono identificati punti deboli o fallimenti del mercato e si ritiene che possa arrivare una soluzione dalla cooperazione interregionale.

1)   regioni meno sviluppate e si concentra sul rafforzamento degli ecosistemi regionali di innovazione, sbloccando le capacità utilizzate, che potrebbe rafforzare le catene del valore dell'UE.

 

Azioni sul documento

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?