Seguici su

La Consulta in visita a Ginevra: incontro con le Comunità e nuovi progetti all’orizzonte

La Vicepresidente Valentina Stragliati in Svizzera per incontrare le Associazioni e celebrare i 40 anni dell’Associazione di ER a Ginevra
La Consulta in visita a Ginevra: incontro con le Comunità e nuovi progetti all’orizzonte

Sabato 19 novembre a Ginevra si è svolta la missione della Consulta in Svizzera, paese che ha rappresentato una tra le più frequenti destinazioni di emigrazione della nostra Regione – circa il 23% durante gli anni con maggiori partenze - e sono oltre 21 mila i corregionali attualmente residenti iscritti all’AIRE (fonte: Rapporto Italiani nel Mondo 2022).

La missione si è aperta con un incontro molto partecipato cui hanno preso parte la Vicepresidente della Consulta ER, Valentina Stragliati, Diana Constantinescu dello staff della Consulta ER ed i Presidenti ed i rappresentanti delle Associazioni ER svizzere. L’appuntamento si è svolto in modalità mista - per permettere una maggiore partecipazione - presso la sede della redazione del giornale italiano La Voce di Ginevra, in una location storica della città, la Maison Dufour.

Hanno preso parte all’incontro Presidenti e rappresentanti dell’Associazione Emiliano-Romagnola Ticino con sede a Bellinzona, dell’Associazione emigrati Emilia-Romagna di Basilea Città e Campagna, con sede a Basilea, dell’Associazione Emiliano-Romagnoli di Ginevra e dell’Associazione Famiglia Emilia-Romagna del Vallese, con sede a Sion. Inoltre, l’incontro ha rappresentato l’occasione di conoscere ed incontrare nuovi emiliano-romagnoli emigrati in terra elvetica.

Durante l’appuntamento le associazioni hanno potuto confrontarsi tra loro e con la Vicepresidente Stragliati sulle progettualità presenti e future, tra le quali domina la promozione della cultura, dell’enogastronomia e delle tradizioni regionali, oltre al supporto e il sostegno verso i corregionali in difficoltà.

Grazie allo scambio e al confronto tra i rappresentanti delle associazioni, ha preso forma un progetto condiviso che vedrà la collaborazione e la partecipazione di tutte le associazioni del territorio svizzero in rete e in sinergia tra loro e avrà al centro l’Emilia-Romagna, la sua cultura, le sue eccellenze.

La ricca giornata è proseguita con la partecipazione all’evento di celebrazione del 40esimo anniversario dell’Associazione Emiliano-Romagnoli di Ginevra, un compleanno molto sentito a testimonianza di un lavoro portato avanti con passione e spirito di servizio dalla Comunità di corregionali del cantone svizzero. Una serata di festa, emozioni e riconoscimento per una Comunità che rappresenta un presidio culturale e di mutuo aiuto per tante e tanti corregionali.

Durante la permanenza a Ginevra, inoltre, la Vicepresidente Stragliati ha avuto l’opportunità di incontrare anche il Vice console d'Italia a Ginevra, dott. Calogero Massimiliano Caputo e approfondire meglio la situazione, i bisogni e le istanze dei nostri corregionali nel paese d’oltralpe.

Una giornata ricchissima di scambio, confronto e vicinanza che, come sempre, ha permesso alla Consulta di toccare con mano il prezioso capitale sociale e umano che rappresentano gli emiliano-romagnoli nel mondo: ambasciatori di cultura e impegno civico e sociale verso la Comunità.

 

Ulteriori approfondimenti:

  • Scopri sul museo virtuale MIGRER le Associazioni ER in Svizzera
  • Leggi la notizia sul sito del Consolato generale d'Italia a Ginevra
  • La Voce di Ginevra è giornale mensile, in formato elettronico, e ha l’obiettivo di fornire un’informazione accurata e di qualità avvalendosi di giornalisti professionisti, scrittori, ingegneri, artisti, diplomatici e docenti universitari resisi disponibili a collaborare con questa realtà editoriale, inaugurando quindi una distinta modalità di fruizione tesa a dar vita a una comunità di pensiero, da cui possano scaturire nuove forme di azione e di pratica riflessiva. L’intenzione è quella di fare emergere un luogo virtuale di incontri, (inter)scambi e ascolto da cui, connazionali di vecchia e nuova generazione e cittadini “d’ici et d’ailleurs”, possano favorire la nascita di nuove sinergie creative e culturali e aprire nuovi orizzonti di integrazione sociale, promuovendo attraverso la scrittura, la lettura e il dialogo un modello di società senza barriere. (Articolo di Oreste Foppiani – Perché un nuovo giornale italiano a Ginevra? Leggi l’articolo)
  • Maison Dufour, costruita nel 1845, fu dal giugno 1845 al 1875 l’abitazione Guillaume Henri Dufour, generale, ingegnere e politico svizzero, noto per la sua pioneristica carta della Svizzera e per le sue operazioni militari, deciso sostenitore della coesione nazionale. Visita il sito

 

 7.jpg 1.jpg 2.jpg

4.jpg 3.jpg 5.jpg 6.jpg 

 9.jpg  13.jpg 15.jpeg Image.jpeg

12.jpg 10.jpg 11.jpg

 8.jpeg 14.jpeg40_anniv.png

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?