Liceo Sabin di Bologna

Giovedì 21 febbraio 2019 l’Aula consiliare ha ospitato la visita di una delegazione del Liceo Sabin di Bologna. La visita aveva lo scopo di conoscere da vicino il funzionamento dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna e la geografia dell’Aula, istituendo dei confronti con il Parlamento nazionale. I ragazzi sono stati accolti dalle funzionarie Rosa Maria Manari e Laura Bordoni, che hanno descritto conCittadini, il progetto di Cittadinanza “agìta” dell'Assemblea legislativa, e hanno cercato di trasmettere concetti che li avvicinino all’istituzione, conoscendola dal di dentro, per non sentirla lontana e avulsa dal loro quotidiano. Quindi la funzionaria Giuseppina Rositano ha descritto puntualmente la geografia dell’Aula e il funzionamento dell’Assemblea, istituendo paragoni tra il parlamento regionale e il Parlamento nazionale. In una seconda parte della mattinata, il gruppo si è trasferito in Sala Polivalente, per assistere a dei brevi filmati che parlavano di giovani immigrati che “ce l’hanno fatta”, illustrati da Andrea Facchini, un funzionario delle Politiche per l’integrazione sociale della Regione Emilia-Romagna, che ha approfondito, anche documentando con slide, il tema dell’integrazione degli immigrati sul nostro territorio. È allora decollato un dialogo fitto ed interessante, con numerose domande su questa problematica, verso la quale i ragazzi si sono dimostrati estremamente attenti, sapendo che le dinamiche dell’integrazione li vedono coinvolti e li coinvolgeranno sempre più nel tempo, in un futuro sempre più complesso e variegato.

I ragazzi in Aula consiliare

L'intervento di Giuseppina Rositano

Rosi Manari con il collega Andrea Facchini

L'intervento del funzionario Andrea Facchini

Un momento di ascolto

Un momento di ascolto

Album:  Liceo Sabin di Bologna

Descrizione:  Giovedì 21 febbraio 2019 l’Aula consiliare ha ospitato la visita di una delegazione del Liceo Sabin di Bologna. La visita aveva lo scopo di conoscere da vicino il funzionamento dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna e la geografia dell’Aula, istituendo dei confronti con il Parlamento nazionale. I ragazzi sono stati accolti dalle funzionarie Rosa Maria Manari e Laura Bordoni, che hanno descritto conCittadini, il progetto di Cittadinanza “agìta” dell'Assemblea legislativa, e hanno cercato di trasmettere concetti che li avvicinino all’istituzione, conoscendola dal di dentro, per non sentirla lontana e avulsa dal loro quotidiano. Quindi la funzionaria Giuseppina Rositano ha descritto puntualmente la geografia dell’Aula e il funzionamento dell’Assemblea, istituendo paragoni tra il parlamento regionale e il Parlamento nazionale. In una seconda parte della mattinata, il gruppo si è trasferito in Sala Polivalente, per assistere a dei brevi filmati che parlavano di giovani immigrati che “ce l’hanno fatta”, illustrati da Andrea Facchini, un funzionario delle Politiche per l’integrazione sociale della Regione Emilia-Romagna, che ha approfondito, anche documentando con slide, il tema dell’integrazione degli immigrati sul nostro territorio. È allora decollato un dialogo fitto ed interessante, con numerose domande su questa problematica, verso la quale i ragazzi si sono dimostrati estremamente attenti, sapendo che le dinamiche dell’integrazione li vedono coinvolti e li coinvolgeranno sempre più nel tempo, in un futuro sempre più complesso e variegato.

Tags:Num. foto:  6

Azioni sul documento

archiviato sotto: