V Legislatura

Dal 1990 al 1995

Presidente della Regione:
Enrico Boselli (PSI) a cui succede Pier Luigi Bersani (PDS) nel 1993

Presidente del Consiglio regionale:
Luciano Guerzoni (PCI) a cui succede Federico Castellucci (PCI) nel 1992

 

05.jpg

Atti e fatti della legislatura

Negli anni Settanta e Ottanta, anche in ragione delle aumentate competenze attribuite alla Regione, matura l'esigenza di una evoluzione dello Statuto regionale. Si giunge quindi nel 1990 a una seconda elaborazione statutaria, che accresce le competenze della Giunta, con il fine di migliorare l'efficienza dell'amministrazione.

imgNel 1991 con l’approvazione della "Disciplina delle attività estrattive" si mette in moto la pianificazione che ha lo scopo di far rispettare le compatibilità ambientali e paesaggistiche di pari passo con la promozione dell'innovazione tecnologica. 
Nel gennaio del 1992 sono approvate le norme per il funzionamento del Comitato regionale per i servizi radiotelevisivi. Nei decenni successivi la norma verrà modificata e parzialmente abrogata. Oggi il funzionamento del Comitato è regolato dalla legge 1 del 30 gennaio 2001 che recita tra l'altro che la Regione “promuove la più ampia informazione sulla attività propria, e degli Enti ed Aziende da essa istituiti sia attraverso attività dirette di comunicazione istituzionale e di pubblica utilità, sia attraverso interventi di promozione, di qualificazione e valorizzazione di iniziative di comunicazione stampata e radiotelevisiva regionale e locali”.

Azioni sul documento