"Paesaggi con gli occhi della memoria"

Paesaggi con gli occhi della memoria” è il titolo della mostra di Leonardo Santoli, a cura di Sandro Malossini, allestita negli spazi espositivi dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna. L’esposizione viene inaugurata venerdì 15 ottobre alle 11 ed è visitabile fino a martedì 2 novembre.

La personale si compone di una selezione di sedici opere realizzate nel 2019. Tutta l’arte di Santoli è legata alla memoria: antiche scritture primitive, anni Ottanta, paesaggi, fiori e ritratti. Santoli usa colori accesi e con la fantasia si rende protagonista di nuove visioni. Le tele vengono esposte negli spazi dell'Assemblea per far conoscere uno dei più significativi artisti bolognesi.

“Queste opere- ha spiegato l’artista- raffigurano l’Appennino tosco-emiliano, paesaggi legati alla memoria e arricchiti di segni e simboli che nascono da uno sviluppo artistico maturato negli anni Ottanta”. Leonardo Santoli è nato a Firenze nel 1959. Vive e lavora a Bologna e attualmente è docente di pittura all’Accademia di belle arti di Bologna. Ha insegnato anche nelle Accademie di Torino, Lecce, Urbino, Genova e Verona. È stato chiamato a far parte del gruppo “Arcaici di fine secolo” nei primi anni Ottanta. Ha partecipato a importanti mostre in gallerie private e musei in Italia e all’estero.

“I quadri di Santoli- ha sottolineato il consigliere Marco Mastacchi– ritraggono specchi d’acqua e i campanili tipici dei paesi dell’Appennino. Paesaggi che evocano la località di Monte Sole, a me molto cara”.

Nel giorno dell’inaugurazione, durante l’apertura straordinaria, Ezio Alessio Gensini ha letto alcune sue poesie dedicate all’opera di Leonardo Santoli. “La fusione tra parole e colori- ha spiegato il poeta- parte da lontano. Spero riusciremo presto a sviluppare un percorso di questo tipo”.

La mostra è visitabile dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 18, escluso sabato e festivi. Per accedere occorre prenotare scrivendo all’indirizzo mail: gabinettopresidenteal@regione.emilia-romagna.it. È obbligatorio essere in possesso di “Green pass”, indossare la mascherina, rilevare la temperatura all’ingresso mediante termoscanner e igienizzare le mani. Per informazioni si può chiamare il numero 051-5275427.

Guarda il video della mostra online

Azioni sul documento