Mappe segno ambiente

La personale del bolognese Mario Nanni per ArteFiera 2017

Cover mostra Mario Nanni

Mappe segno dell'ambiente è stata la mostra con cui, dal 27 al 29 gennaio 2017, l'Assemblea legislativa è stata protagonista di ArteFiera. La personale di Mario Nanni, nome di spicco nel panorama artistico bolognese contemporaneo, è composta da sculture mobili, colonne e tavole di varie dimensioni ed è rimasta allestita nell'anticamera dell'Aula fino al 3 marzo.

“Grazie alla generosità di tanti artisti nel corso dei decenni l’Assemblea legislativa regionale ha realizzato un valido patrimonio culturale che grazie alla collaborazione con l'Istituzione Bologna Musei e l'inserimento nel programma di Art City Bologna vogliamo valorizzare e mettere a disposizione dei cittadini”, ha spiegato Simonetta Saliera, presidente dell’Assemblea legislativa regionale, durante la giornata inaugurale.

"Mappe segno ambiente" è incentrata su un particolare segmento della produzione artistica di Mario Nanni dedicato alle mappe topografiche che l'artista ha introdotto a partire sin dagli anni Settanta con la serie Geografie dell'attenzione presentata in occasione della mostra Amore mio curata da Achille Bonito Oliva a Montepulciano nel 1970, poi riproposta a Ferrara (Palazzo dei Diamanti, 1973) ed a Milano (Rotonda della Besana, 1979).

 Al sorgere del millennio, con le medesime topografie ma con nuove accensioni colori che amplificano la distanza tra l'immagine rappresentate e la realtà (peculiare invece nella rappresentazione topografica), Nanni crea la nuova serie dei Giochi della metamorfosi (presentata in varie mostre tra le quali nel 2011 alla Galleria Maggiore di Bologna).

Guarda l'album fotografico

Scarica il catalogo (pdf, 2.2 MB)

Azioni sul documento