Cos'è il progetto EU2BE 2018?

Il progetto EU2BE è stato sviluppato dall’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna (il Gabinetto del Presidente e il Centro Europe Direct Emilia-Romagna) in collaborazione con la Fondazione Scuola di Pace di Monte Sole.

Siamo partiti da questa domanda: possiamo trovare traccia, nella costruzione europea, di una risposta forte a un passato che ha prodotto efferatezze terribili nel nostro continente e poi in tutto il mondo?  Questo interrogativo si basa sulla consapevolezza che la capacità di alimentare una vivida riflessione sul passato è e sarà sempre più necessaria per promuovere e difendere la libertà e il rispetto verso tutti e tutte. È un lavoro che certamente determinerà anche il futuro di quell’Europa, aperta e tollerante, che vogliamo contribuire a costruire, insieme. La consapevolezza delle dinamiche del passato fonda il presente e può alimentare una cittadinanza democratica e partecipativa.

Questo il senso di costruire una proposta che si rivolge ai e alle giovani che, raggiunta la maggiore età, cercano strumenti e spazi per valorizzare la propria voglia e esigenza di partecipare e incidere sui processi decisionali e democratici. Il progetto si rivolge infatti ai giovani tra 20 e 30 anni e offre spazi e opportunità di confronto su: cittadinanza europea, responsabilità digitale e pratica della partecipazione democratica, partendo dalla consapevolezza storica e del presente.

L’approfondimento di questi temi vuole sviluppare un’etica diffusa tra i giovani sull’importanza di considerarsi cittadini europei consapevoli, responsabili e attivi.

La conoscenza del passato ci serve anche per capire il presente e oggi non possiamo non fare i conti con le parole, quelle che si dicono, quelle che si scrivono, quelle che si diffondono tanto velocemente sul web e sui social network.  

Il cittadino europeo è consapevole della responsabilità delle parole e del ruolo che ha come persona che (si) informa, come fruitore e produttore di news online?

Come possiamo diventare cittadini europei consapevoli che contribuiscono a diffondere spirito critico, dibattito generativo e non polarizzato, dialogo e ascolto, senza promuovere informazioni false o manipolate?

Il progetto si è sviluppato nelle seguenti tappe:

 

1. Sessione primaverile 2018: Giornata seminariale “Attenti alle bufale! Workshop di cittadinanza europea attiva e consapevolezza digitale”

 

Il Seminario, tenutosi l’11 maggio 2018, è stato dedicato al tema della responsabilità e della consapevolezza digitale con un focus specifico sulle fake news. La sessione ha previsto la presenza di esperti sul tema della comunicazione e delle fake news che sono intervenuti in una plenaria durante la mattinata e al pomeriggio hanno coordinato laboratori tematici… #Attentiallebufale

 

2. Sessione estiva 2018: Seminario residenziale internazionale a Monte Sole (Marzabotto)

 

 

La Summer School “Le solite voci incontrollate. Storia, memoria, identità e cittadinanza” si è tenuto dal 20 al 26 agosto a Monte Sole, sull’appennino bolognese, tra i comuni di Marzabotto, Monzuno e Grizzana Morandi.

 

3. Sessione autunnale 2018: DIALOGO CON I CITTADINI: Fake news ed esercizio consapevole della cittadinanza europea, politiche europee ed esperienze locali di contrasto alla disinformazione on line”. 13 dicembre 2018

E' in gioco il futuro dell'Europa

 

Qualche mese prima di importanti appuntamenti elettorali, un’occasione per confrontarci con alti funzionari della Commissione europea, docenti e giornalisti per capire quali strategie di contrasto sta attivando la Commissione europea, quali contributi e  riflessioni ci offre il mondo accademico, come si sta lavorando a livello locale e cosa ne pensano i giornalisti.  L’evento è riconosciuto come formazione dall’Ordine dei Giornalisti

Scarica il programma con orari e titoli degli interventi (pdf, 191.2 KB)

Iscriviti all’evento

 

 

Azioni sul documento