Eulab – Informare e comunicare sull’Europa

Il laboratorio Eulab – Informare e comunicare sull’Europa è uno dei Project work del corso di Laurea Magistrale in Comunicazione Pubblica e d’Impresa dell’ Università di Bologna, Dipartimento di Scienze politiche.
Tale laboratorio, svolto in collaborazione con Europe Direct Emilia-Romagna e altri enti del territorio, ha obiettivi professionalizzanti e vuole essere un’occasione di apprendimento pratico di competenze chiave e di riflessione e dialogo sui temi europei più attuali. Il laboratorio vuole infatti far avvicinare maggiormente gli studenti ai temi di rilevanza europea, combattendo quel deficit informativo che spesso si è percepito nell’attività di comunicazione dell’UE e del suo network organizzativo negli ultimi anni.

Edizione 2017-2018: "Processo all'Europa - Bologna 2018: Come sono gestiti i processi migratori dall'UE?"

 L'edizione 2017-2018 di Eulab - a cui hanno partecipato alcuni studenti della  Laurea Magistrale in Comunicazione Pubblica e d'Impresa ed alcuni studenti di Relazioni Internazionali facenti parte di Assemblea Zero - ha organizzato, in collaborazione con lo Europe Direct Emilia-Romagna e l’associazione Africa e Mediterraneo, lo scorso 16 maggio 2018 un evento basato sul format Processo all’Europa ideato dal Consiglio Italiano del Movimento Europeo (CIME).

eL 10IMG_20180516_184717.jpg

Gli studenti hanno scelto il tema della gestione dei processi migratori da parte dell'UE per favorire una maggiore consapevolezza del funzionamento reale delle politiche migratorie europee. In questo processo simulato gli studenti, nel ruolo di avvocati, hanno messo l' Unione europea sul banco degli imputati sulla base di tre domande:
1. Nella gestione della crisi migratoria l’UE ha agito in conformità con i suoi obblighi ai sensi dei trattati?
2. L’approccio dell’Ue alla gestione migratoria è comprensivo e affronta il problema in modo strutturale?
3. L’Unione Europea è in grado di garantire il rispetto dei diritti umani dei migranti?

Il giudice - Federico Casolari, professore di Diritto dell'Unione europea del Dipartimento di Scienze Giuridiche, UniBo - insieme a una giuria composta da studenti, ha esaminato le testimonianze raccolte.
Al Processo sono inoltre intervenuti l'Assessore comunale per le Relazioni europee e internazionali, Marco Lombardo,  e Pier Virgilio Dastoli, Presidente del CIME.
Come testimonianze per l'Accusa e la Difesa, sono stati poi proiettati i contributi video dell' Eurodeputate Cécile Kyenge (per la difesa:  L’approccio dell’Ue alla gestione migratoria è comprensivo e affronta il problema in modo strutturale?) e Elly Schlein (per l'accusa: L’Unione Europea è in grado di garantire il rispetto dei diritti umani dei migranti?") e del Consigliere regionale Alan Fabbri (per l'accusa: L’approccio dell’Ue alla gestione migratoria è comprensivo e affronta il problema in modo strutturale?)
Qui il  racconto dell' evento.
Qui la pagina facebook ufficiale dell'evento 
Qui i materiali del Processo: le relazioni (pdf, 258.5 KB)e gli atti (pdf, 286.2 KB).

 

Azioni sul documento

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?