Maggio europeo a Bologna: un riepilogo dei nostri eventi

La locandina complessiva di Conversazioni d'Europa - edizione 2019 (pdf, 557.3 KB)

 Martedì 7 maggio

“Processo all’Europa”, al teatro Alemanni di Bologna sarà il pubblico a decidere il verdetto sull’UE.

La locandina (jpg, 6.1 MB)

Il 7 Maggio la prima delle tre tappe di “Europa a Teatro”, progetto co-finanziato dal Parlamento Europeo, in cui l’UE è sul banco degli imputati. Una commedia-processo messa in scena da attori professionisti in cui l'Europa è chiamata a rispondere del suo operato: questo sarà il “Processo all’Europa” di Bologna - realizzato a partire dal format ludico-creativo del Movimento Europeo Italia - il cui obiettivo è incoraggiare la partecipazione dei cittadini alle Elezioni europee del prossimo 26 Maggio e incrementare il livello di conoscenza, interesse e fiducia nei confronti del Parlamento europeo e della sua missione. 

Questo è il secondo "Processo all'Europa" organizzato a Bologna: la prima edizione, svoltasi a Maggio del 2018, era incentrata sulle politiche migratorie e vedeva come protagonisti gli studenti dell'Università di Bologna in collaborazione con Europe Direct Emilia-Romagna.

Nell'edizione 2019 il pubblico ricopre il ruolo di giuria popolare ed è invitato a votare per stabilire se assolvere o condannare l’operato dell’UE nel verdetto finale. Al termine dello spettacolo, dopo la comunicazione della sentenza, gli spettatori potranno partecipare attivamente ad un dibattito che vedrà coinvolti diversi esperti di politiche europee.

Appuntamento al teatro Alemanni (Via Mazzini 65, Bologna) il 7 Maggio 2019 dalle ore 21:00 alle 23:00. L’ingresso è gratuito e aperto a tutti!

E al termine, verrà estratto un viaggio a Bruxelles per due persone.

È gradita l’iscrizione online: https://url.emr.it/mf627w4m

 

Giovedì 9 maggio - FESTA DELL’EUROPA

Ore 10-13

Sala Guido Fanti, Viale Aldo Moro 50 

Io Cittadino europeo? L’Europa raccontata dai ragazzi tramite la fotografia, la musica e i social - La locandina (pdf, 4.3 MB)

Interverranno gli studenti del concorso fotografico EurHope 2019, gli studenti del Laboratorio di comunicazione europea “EuLab” del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Bologna, gli studenti di Opencoesione 2019 dell’Istituto Paolini di Imola e i giovani musicisti dell’Orchestra Giovanile dell’Unione Europea (EUYO). Chi sono questi ragazzi?Scoprilo qui.

Presso la sede dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna si incontrano i giovani che hanno lavorato nei mesi scorsi con Europe Direct Emilia-Romagna con progetti di partecipazione attiva europea. Sarà quindi un viaggio sulla cittadinanza europea vista dai ragazzi attraverso la musica, la fotografia ed i social.

Durante la mattinata gli studenti di EuLab, il laboratorio di “comunicazione europea” del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Bologna e di Europe Direct Emilia-Romagna condivideranno la campagna social sulle elezioni europee “#votoanchEU” da loro ideata; gli studenti dell’IIS Paolini Cassiano di Imola presenteranno i risultati del progetto “Onda Solare”, realizzato nell’ambito di “A scuola di Open Coesione”. A conclusione la premiazione delle quattro classi vincitrici del concorso fotografico per le scuole superiori di II grado “EurHope”. Sono previste due esibizioni musicali a cura del quintetto di fiati dell’Orchestra Giovanile dell’Unione europea (European Union Youth Orchestra - EUYO).

 

Ore 11

Palazzo d’Accursio, Sala del Consiglio comunale, P.zza Maggiore, 6

“L’Europa delle città”: Consiglio comunale aperto ai cittadini

Sessione europea del Consiglio comunale  e del Consiglio Metropolitano di Bologna in occasione della festa dell’Europa

Con la partecipazione di: Massimo Gaudina, Direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea; Annalisa Boni, Segretario Generale di Eurocities (video-messaggio)

 

Ore 17-19

Sala Cappella Farnese, P.zza Maggiore, 6

Dialogo con i cittadini "Mondo globale - mondo diseguale. A cosa serve la cooperazione allo sviluppo" La locandina (pdf, 363.3 KB)

Mons. Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo Metropolita di Bologna

Stefano Manservisi, Direttore Generale Cooperazione internazionale della Commissione europea

incontrano i cittadini di Bologna, le Ong e il mondo del volontariato. L’obiettivo principale della politica di sviluppo dell’UE è la riduzione e la successiva eliminazione della povertà. La Cooperazione allo sviluppo è parte fondamentale del contributo dell’UE al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU. L’evento "Mondo globale, Mondo diseguale: a cosa serve la Cooperazione allo sviluppo", riprendendo il format “Dialogo con i cittadini” della Commissione europea, sarà l’occasione per approfondire il tema delle disuguaglianze connesse alla globalizzazione e per mostrare l’importanza della Cooperazione allo sviluppo per fronteggiarle. In questo ambito la collaborazione fra l’Unione europea ed i soggetti istituzionali ed associativi di territori solidali come il nostro è determinante per il futuro di tutti.

Per iscrizioni: https://forms.gle/F15xNrJoVzT4zHmM8

 

Ore 21

Centro Costa, Via Azzo Gardino,44

Concerto di Jazz europeo

By the Michael Brusha Quartet

Michael Brusha Sax Tenore

Danny Brusha Tastiera

Paolo Ferrari Basso

Max Dall’ Omo Batteria

Il concerto fa parte del Ciclo di eventi “ Made in Europe (pdf, 488.9 KB)”, realizzato con la rete di associazioni bolognesi Eurotopia, una rete che raccoglie diverse libere associazioni bolognesi impegnate per fare azione di informazione e animazione del dibattito su tematiche di interesse europeo.

 

Giovedì 16 maggio

Ore 18.30-20

Cortile d’Onore, Palazzo d’Accursio, P.zza Maggiore, 6

Il Teatro Due Mondi di Faenza presenta

Come crepe nei muri

Lo spettacolo, nato all’interno del progetto europeo “Mauerspringer”, è lo sviluppo di un lungo percorso creativo che da anni il Teatro Due Mondi porta avanti conducendo “Senza confini”, laboratorio di teatro partecipato. E’ un lavoro pensato e strutturato per la piazza, dove viene definito e disegnato un grande spazio per l’azione che vedrà il pubblico occuparne i lati. Si parla di muri e di barriere, di frontiere che possono diventare invalicabili, ma anche di come spesso è proprio la difficoltà di relazione tra le persone a creare muri di paura e diffidenza. Attraverso una grande azione collettiva, inframmezzata da testi e canti significativi, il materiale drammaturgico diventa, grazie al teatro, un chiaro e diretto momento di scambio con il pubblico. Lo spettacolo “Come crepe nei muri” arriverà a Bologna il 16 maggio, dopo la prima assoluta di Valencia (Spagna) dell’11 maggio 2019.

 

9 - 31 maggio

URP di Palazzo d’Accursio, Comune di Bologna, P.zza Maggiore, 6

"L'Europa viene da te”

Lo story-telling in mostra presso lo Sportello Europe Direct Metropolitano. Il soggetto è il ciclo di eventi svolti nelle biblioteche dei quartieri di Bologna su temi di attualità europea.

Azioni sul documento