Conferenza sul futuro dell'Europa - seconda sessione plenaria

Torna agli eventi in programma questo mese
22ott
  22 ottobre 202123 ottobre 2021
  00:00 - 00:00  
Aggiungi l'evento al calendariovCaliCal

Il 22-23 ottobre si svolge la seconda Plenaria della Conferenza sul futuro dell'Europa che ha riunito cittadini, rappresentanti delle istituzioni europee, dei parlamenti nazionali e altre parti interessate. Al centro del dibattito, le idee e le relazioni provenienti dai panel europei dei cittadini, dall'evento europeo per i giovani (EYE 2021), dagli eventi e dai panel nazionali, dalla piattaforma digitale della Conferenza.

La Relazione sulle idee dei giovani presentata dai rappresentanti dell'EYE 2021 contiene 20 proposte di riforma UE più condivise tra quelle emerse nel corso dell'evento. Tra queste, la richiesta di introduzione di liste elettorali transnazionali per le elezioni europee, una maggiore attenzione alle competenze trasversali e agli studi linguistici nelle scuole, una politica estera più coerente, la fine del diritto di veto degli Stati membri alle decisioni del Consiglio.

La piattaforma digitale multilingue ha, invece, finora raccolto circa 9mila idee e sono stati pubblicati più di 15mila commenti. Emerge, ha spiegato Guy Verhofstadt, co-presidente della Conferenza, il desiderio di essere costruttivi e di migliorare l'UE come progetto e tra le questioni che ricorrono frequentemente, c'è la fine del requisito di unanimità nel processo decisionale, il rafforzamento della dimensione sociale e la necessità di mantenere la diversità e il multilinguismo come mezzo per promuovere una vera Europa dei cittadini. La maggior parte delle idee riguardano la democrazia europea, il cambiamento climatico e l'ambiente.

La Plenaria della Conferenza è stata la prima a riunirsi in configurazione completa, dopo che i quattro panel di cittadini hanno eletto i propri 80 rappresentanti nelle riunioni delle scorse settimane. Si sono aggiunti ai rappresentanti del Parlamento europeo (108), del Consiglio (54, o due per Stato membro) e della Commissione europea (3), nonché di tutti i parlamenti nazionali (108) e dei cittadini (108). Nell'ambito della componente dei cittadini, oltre ai rappresentanti dei panel, ci sono i rappresentanti degli eventi nazionali o dei panel nazionali di cittadini (27, o uno per Stato membro) e il presidente del Forum europeo della gioventù. Inoltre partecipano in qualità di membri i rappresentanti del Comitato delle regioni e del Comitato economico e sociale europeo (18 ciascuno), i rappresentanti eletti degli enti regionali e locali (6 ciascuno) e i rappresentanti delle parti sociali (12) e della società civile (8).

Le prossime due Plenarie si terranno il 17-18 dicembre e il 21-22 gennaio.

Fonte: Dipartimento delle politiche europee

Azioni sul documento

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?