Non è una favola


“Non è una favola” di Giulia Maglionico, da lunedì 21 febbraio esposta nella sede di viale Aldo Moro, è la mostra con cui l’Assemblea legislativa celebra la Giornata internazionale della donna, l’8 marzo.

Al centro della ricerca dell’artista c’è una commistione di generi che spaziano dalla grafica, all’illustrazione, alla pittura. L’allestimento, curato da Francesca Baboni, ospita versioni stilizzate, e adattate a contesti di attualità, di celebri immagini fotografiche o manifesti pubblicitari. Ad esempio, quella ispirata allo scatto di Steve McCurry, “La ragazza afghana”, per denunciare la situazione delle donne in Afghanistan dopo la presa di potere dei talebani, nell’agosto scorso.

“Tratto questo argomento, la violenza sulle donne e la parità di genere, in modo non retorico- ha spiegato l’artista- così da poterlo veicolare e comunicare a un pubblico più ampio possibile. È una mostra che coniuga arte e sociale”.

La curatrice ha aggiunto: “Giulia Maglionico usa l’ironia in modo equilibrato, senza scadere mai nel cattivo gusto, su un tema che ci accomuna tutti e di cui si parla sempre troppo poco”.

La consigliera Roberta Mori, Coordinatrice nazionale delle commissioni Pari Opportunità di Regioni e Province Autonome, ha commentato: “Questa mostra parla di coraggio e di emancipazione attraverso immagini iconiche e con una modalità espressiva potente che va oltre gli stereotipi”.

All’inaugurazione presenti anche Federico AlessandroAmico, presidente della commissione Parità e Diritti, Francesca Marchetti, presidente della commissione Cultura, Manuela Rontini, presidente della commissione Economia, Silvia Piccinini, presidente della commissione Statuto e Regolamento, e la consigliera Marcella Zappaterra.

Guarda il video online della mostra

Leggi il comunicato sull'inaugurazione

La mostra sarà visitabile dal lunedì al venerdì (chiuso sabato e festivi) dalle 9 alle 18, fino al 14 marzo. Accesso su prenotazione alla mail: gabinettopresidenteal@regione.emilia-romagna.it, o tel: 051 527 5768 – 5826.

 

Azioni sul documento