"Alla ricerca di una immagine. Bozzetti dal concorso per simbolo Regione Emilia-Romagna"

“Alla ricerca di una immagine. Bozzetti dal concorso pubblico del 1984 per il simbolo della Regione Emilia-Romagna” raccoglie le proposte selezionate nel concorso del 1984 per realizzare lo stemma della Regione Emilia-Romagna.

Quello che è diventato ufficialmente il simbolo della Regione Emilia-Romagna, un trapezio verde racchiuso tra una linea retta, raffigurante idealmente la via Emilia, e una linea ondulata, raffigurante il fiume Po, nacque da un’idea dell’architetto Matteo Piazza. Alla fine degli anni Ottanta vinse la selezione bandita dall’ente alla quale parteciparono oltre mille persone fra cittadini, studenti e professionisti della grafica.

L'esposizione, inaugurata mercoledì 1 giugno, fa seguito alla mostra dello scorso anno “Lo Statuto della Regione Emilia-Romagna compie 50 anni. Un percorso di storia, cultura e autonomia attraverso documenti e immagini, 1971-2021” nel corso della quale l’Assemblea legislativa ha celebrato i momenti salienti, tra i quali la nascita dello stemma regionale, nel cinquantesimo anniversario dell’adozione del primo Statuto della Regione Emilia-Romagna.

Maurizio Osti, uno dei partecipanti al concorso del 1984, presente all’inaugurazione, si è detto emozionato “nel vedere quattro dei suoi bozzetti esposti in mostra”.

“Grazie a chi ha voluto questa mostra e ha aperto i nostri archivi per far conoscere parte della storia della nostra Regione -ha commentato il vice presidente dell’Assemblea Fabio Rainieri– perché è interessante capire da dove si è partiti. Sono state tante le simbologie proposte ma è stato scelto il progetto più intuibile e che meglio identifica la nostra terra”. (comunicato sull'inaugurazione)

Il percorso espositivo, a cura di Gloria Evangelisti e Gabriele Bezzi, è reso possibile grazie alle fonti documentali dell’Archivio storico regionale ed è integrato da materiale documentale, oggetti d’arte, medaglie, elaborati rappresentativi del bozzetto vincitore.

“In mostra -ha spiegato Bezzi– sono raccolti documenti che raccontano l’iter del concorso di idee. L’anno prossimo, l’obiettivo è di digitalizzare tutti i bozzetti che parteciparono alla selezione raccolti in archivio”.

La mostra sarà visitabile fino a martedì 28 giugno dal lunedì al venerdì (esclusi festivi), dalle 9 alle 18. L’ingresso è libero, nel rispetto delle normative anti Covid vigenti.
Info: gabinettopresidenteal@regione.emilia-romagna.it; tel. 051.5275768 – 5826.

Azioni sul documento