E-story: una ricerca e due corsi di formazione per docenti sulla storia europea

Da molti anni L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna sostiene iniziative di promozione della cittadinanza attiva con incontri con le scuole, con dibattiti con esperti e testimoni di periodi cruciali del nostro Paese, con l’allestimento presso la nostra sede di mostre fotografiche e pittoriche dedicate alla conoscenza della storia nazionale ed europea.

Cittadinanza attiva significa però anche avere piena consapevolezza dei diritti e dei doveri che l’esercizio della cittadinanza ci offre, sapendo che come europei abbiamo la possibilità di godere delle opportunità offerte dalla cittadinanza europea, in aggiunta a quella nazionale.

Eppure, nel nostro paese, come negli altri paesi europei i cittadini non hanno pienamente questa consapevolezza. Vi è allora un problema più profondo che riguarda l’identità europea?  Come i popoli europei rappresentano quindi la propria storia? Lo fanno pensando ad una propria appartenenza all’Europa o piuttosto continuano a sentirsi esclusivamente cittadini della propria nazione o della propria regione?

La Presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna Simonetta Saliera dichiara “Da tempo abbiamo ritenuto che fosse importante non solo sostenere ma anche partecipare ad una ricerca, realizzata dall’Istituto Parri e dai ricercatori di diversi paesi europei, impegnata a trovare i punti di contatto per una storia europea, una ricerca che sapesse vedere oltre le logiche interne degli stati e fosse in grado di guardare alle popolazioni d’Europa come ad un insieme ricco e variegato di popoli che condividono gli stessi valori di civiltà” .

Da qui la partecipazione al progetto comune con l’Istituto per la storia e le memorie del 900 Parri Emilia-Romagna per condurre diverse ricerche per ricostruire in 14 paesi europei, uno scenario di come i vari paesi dell’UE rappresentano la propria storia nei media e ricomponendo un modello di comunicazione storica con indicazioni su alcune linee “guida” per una rappresentazione futura della storia EUROPEA, attraverso filoni tematici comuni. Tuttavia la televisione diffonde “dall’alto” messaggi che influiscono sul pubblico, ma possono ugualmente essere interpretati in maniere molto diverse. Per conoscere le visioni storiche che circolano tra i cittadini, abbiamo quindi costruito e portato a termine un nuovo progetto, spostando l'attenzione sul modo di rappresentare la storia - ma stavolta analizzando il web come fonte di informazione e “agente” di storia.

Queste ricerche hanno prodotto diversi Rapporti di ricerca molto interessanti, che sono stati pubblicati nella collana editoriale del Centro Europe Direct Emilia-Romagna “Il filo d’Europa”.

Le risultanze di questi anni di ricerca storica ci hanno necessariamente condotto a ragionare di come si fa didattica della storia in chiave europea. Da qui la nascita del progetto ERASMUS + “E-Story -Media e Storia: dal cinema al web la rappresentazione e l’insegnamento della storia europea nell’era digitale”, coordinato dall’Istituto Parri e di cui l’Assemblea legislativa è partner associato.

Questo progetto europeo a cui partecipano 8 paesi europei, ci ha consentito di aggiornare le ricerche precedentemente svolte e di utilizzarne i risultati trasportandoli sul terrendo più concreto della didattica, con l’obiettivo di arricchire l’insegnamento della storia attraverso nuove metodologie didattiche, basate sull’uso del web e delle nuove tecnologie. E-story ha sviluppato una piattaforma digitale dedicata ai docenti per guidarli attraverso un e-workshop nella gestione dei contenuti e di applicazioni digitali personalizzate per la costruzione delle lezioni di storia.

Pubblichiamo quindi ora nella Collana “Il filo d’Europadi Europe Direct Emilia-Romagna la ricerca EUROPE AND MEDIA HISTORY ON TELEVISION AND THE WEB - vol. 1 e Vol. 2

La lettura degli studi raccolti in questo numero di Filo d’Europa ci consente una visione delle politiche culturali nazionali e di quanto avvenga nel web in merito alla rivisitazione delle storie nazionali” dice Saliera “ Tutto ciò ci rende più consapevoli del momento storico che la nostra terra e la nostra Europa sta vivendo, offrendo a tutti noi numerose occasioni di riflessione”.

Si svolgeranno inoltre fra ottobre e novembre 2017 due e-workshop per docenti emiliano romagnoli, previsti dal progetto europeo “E-story - Media e Storia: dal cinema al web la rappresentazione e l’insegnamento della storia europea nell’era digitale”, nel corso dei quali sarà possibile conoscere la piattaforma di E-Story ed imparare ad utilizzare gli strumenti digitali dell’E-workshop della piattaforma, imparando a produrre i propri contenuti e ad utilizzare quelli predisposti da altri docenti di storia nei paesi europei del progetto.

Un corso si svolgerà a Ravenna il 13 e 20 ottobre e il 17 novembre, presso Istituto Storico Della Resistenza e dell'Eta' Contemporanea di Via di Roma, 165 e l’altro a Bologna presso l’Opificio Golinelli in Via Paolo Nanni Costa 14, il 27 ottobre e il 10 e 24 novembre 2017.

Scarica i programmi degli E-workshop di Bologna e Ravenna (pdf, 647.8 KB) 

Azioni sul documento