Le identità alimentari in Europa: Le parole del cibo

Il cibo è una forma di linguaggio e il primo strumento per esprimere le identità individuali e collettive (sociali ed economiche, culturali, religiose, etniche). È anche il primo modo per conoscere le identità di altri gruppi e per confrontarle alle proprie, innestando un circuito di scambio e di arricchimento reciproco.
Il Master europeo “Storia e cultura dell’alimentazione” ha aperto al pubblico una serie di cinque incontri nel quadro del Lifelong Learning Programme, per condividere alcune riflessioni sul tema dell’identità europea (così come si è venuto configurando nel corso del tempo) e delle sue diverse articolazioni nazionali.

Le tavole rotonde aperte al pubblico si sono svolte nei giorni 9, 10, 16, 17, 24, 25 gennaio 2012.

Il programma:

Le parole del cibo: Ristoranti. Lunedì 9 gennaio dalle 15.30 alle 18.30, Palazzo d'Accursio, Sala Anziani.

Le parole del cibo: Menu. Martedì 10 gennaio dalle 15.30 alle 18.30, Palazzo d'Accursio, Sala Anziani.

Le parole del cibo: Prodotti. Lunedì 16 gennaio dalle 15.30 alle 18.30, Palazzo d'Accursio, Sala Anziani.

Le parole del cibo: Ricette. Martedì 17 gennaio dalle 15.30 alle 18.30, Museo Civico Archeologico, Sala Risorgimento.

Le parole del cibo: Autoctoni e immigrati. Martedì 24 gennaio dalle 15.30 alle 18.30, Museo Civico Archeologico, Sala Risorgimento.

Le parole del cibo: Parole scritte, parole dette. Mercoledì 25 gennaio dalle 15.30 alle 18.30, Palazzo d'Accursio, Sala Anziani.

Sono intervenuti alle tavole rotonde: Mikel Aramburu (Universitat de Barcelona), Thibaut Boulay (Université François-Rabelais de Tours), Antonella Campanini (Università degli Studi di Scienze Gastronomiche), Alberto Capatti (Università degli Studi di Scienze Gastronomiche), Jesús Contreras (Universitat de Barcelona), Jean-Pierre Devroey (Université Libre de Bruxelles), Xavier Medina (Universitat Oberta de Catalunya), Massimo Montanari (Alma Mater Studiorum – Università di Bologna), María de los Ángeles Pérez Samper (Universitat de Barcelona), Florent Quellier (Université François-Rabelais de Tours), Jean-Manuel Roubineau (Université Libre de Bruxelles), Gino Ruozzi (Alma Mater Studiorum – Università di Bologna), Peter Scholliers (Vrije Universiteit Brussel), Gilles Tetart (Université François-Rabelais de Tours), François-Olivier Touati (Université François-Rabelais de Tours).

Ha coordinato gli incontri Antonella Campanini (Università degli Studi di Scienze Gastronomiche).

 

Per informazioni:
http://www.idealim.eu/tavole_rotonde

Documentazione allegata

Azioni sul documento

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?