Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Il sito ufficiale dell’Assemblea legislativa

Sezioni

Assemblea. Presentazione libro e mostra “La Biblioteca Malatestiana. Storie e segreti”

Mercoledì 9 gennaio, alle ore 11.30, nei locali dell’Assemblea legislativa, si terrà la presentazione del libro “La Biblioteca Malatestiana. Storie e Segreti”, edito da Il Vicolo Editore, e l’inaugurazione della mostra a esso correlata

08/01/2019 11:45

Mercoledì 9 gennaio, alle ore 11.30, nei locali dell’Assemblea legislativa, si terrà la presentazione del libro “La Biblioteca Malatestiana. Storie e Segreti”, edito da Il Vicolo Editore, e l’inaugurazione della mostra a esso correlata.

L’obiettivo è quello di ampliare la conoscenza della Biblioteca Malatestiana, primo monumento italiano, e unico cesenate, a essere insignito del titolo “Memoire du Monde de l’Unesco“. La pubblicazione del volume è stata resa possibile grazie all’applicazione dell’Art bonus, strumento legislativo finalizzato al mecenatismo culturale al quale hanno aderito PLT puregreen e Romagna Acque Società delle Fonti.

Qui, parola e fotografia si innestano proficuamente perché entrambe si fanno protagoniste, attuando percorsi suggestivi in una osmotica visione. L’opera si avvale degli interventi critici di ricercatori esperti e altamente qualificati quali Piero Lucchi, Paola Errani, Marco Palma, Ilaria Maggiulli e Daniele Pascale Guidotti Magnani. La scelta, quella «di dedicare un’attenzione privilegiata agli aspetti materiali del manufatto e del corpus manoscritto: quelle architetture segrete, per richiamare il titolo del volume, che rimandano tanto alle caratteristiche costruttive della Biblioteca quanto alle modalità di formazione e di strutturazione della raccolta libraria, ovvero l’ordine degli spazi e l’ordine dei libri», come scrive Andrea Daltri, presidente del Comitato Scientifico della Biblioteca Malatestiana. L’ampio, suggestivo apparato fotografico – a firma di Gian Paolo Senni, Alberto Dradi Maraldi e Ivano Giovannini – mira a cogliere l’essenza della Biblioteca, mostrando nuove prospettive e indagando, tra luci e ombre, la magnificenza di un progetto lungimirante e antesignano voluto per la sua città da Malatesta Novello.

«La città di Cesena ha avuto il privilegio di avere una Biblioteca bellissima e speciale sin dalla fine del Quattrocento. Uno spazio culturale condiviso, nel suo patrimonio librario, dal suo Signore Malatesta Novello e il suo popolo, sin dalla sua costruzione nel segno della gratuità», come scrivono Paolo Lucchi, sindaco del Comune di Cesena, e Christian Castorri, assessore alla Cultura, nel loro testo introduttivo.

“Grazie alla collaborazione di Simonetta Saliera, presidente dell’Assemblea Legislativa, nella sede del Parlamento regionale (viale Aldo Moro 50, Bologna) è allestita la mostra che si compone di pannelli con brevi stralci dei testi degli Autori del libro, in italiano e in inglese, corredati da immagini fotografiche”, spiegano gli organizzatore che ricordano come si tratti di “un compendio sincretico che mira a cogliere e rappresentare il cuore della Biblioteca Malatestiana. Ecco allora che il percorso fotografico trova una perfetta valorizzazione, permettendo libertà di movimento nella creazione di un percorso suggestivo fra gli ambienti della Biblioteca, colti nella loro grandezza e unicità. Ci auguriamo che questa mostra sia ambasciatrice delle nostre bellezze italiane ora a Bologna, ma anche nel mondo, attraverso i nostri Istituti di Cultura”.

 

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

In breve

Simonetta Saliera

Simonetta Saliera è stata eletta Presidente dell’Assemblea legislativa il 29 dicembre 2014. È nata a Pianoro (BO). E' sposata e ha un figlio

 

Dal discorso di insediamento:

"Mi impegnerò per essere all’altezza dei compiti, del ruolo istituzionale e politico che assumerò come presidente dell’Assemblea legislativa frutto della volontà popolare. 

Vi assicuro fin da ora che difenderò in ogni sede la vostra libertà di parola e di azione politica nel rispetto del dettato della nostra Costituzione e dei nostri regolamenti, soprattutto richiamando tutti noi ad adempiere il proprio mandato di rappresentanza in modo libero, con dignità, onore e integrità.

È compito delle Istituzioni, a tutti i livelli, operare perché la nostra sia una società giusta e democratica" (scarica l'intero discorso)