Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Il sito ufficiale dell’Assemblea legislativa

Sezioni

Organi istituzionali

Dalla difesa civica al controllo sul sistema delle comunicazioni, dai diritti dei minori a quelli delle persone private della libertà personale, fino alla verifica della compatibilità di leggi e regolamenti regionali allo Statuto e la consultazione con i territori e gli enti locali nell'ambito del processo legislativo.

Sono diversi gli organi che si articolano all'interno dell’Assemblea, o ad essa collegati, cui sono affidati importanti compiti di tutela dei diritti delle persone, di garanzia bilanciamento istituzionale. Organismi che svolgono anche attività di studio, ricerca e sensibilizzazione, contribuendo alla promozione di una cultura dei diritti e della legalità. 

(ultimo aggiornamento 22/11/2018)

 

ico_difensore.jpg

Difensore civico regionale

È un organismo autonomo e indipendente che, assicurando e promuovendo il buon andamento e l'imparzialità dell'azione amministrativa, vigila sui diritti e gli interessi dei cittadini e di quelle formazioni sociali che rappresentano interessi collettivi e diffusi nei rapporti con istituzioni e pubblica amministrazione. È eletto dall'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.

> VAI

     

      garante02.jpg

      Garante regionale per l'infanzia e l'adolescenza

      È un organismo autonomo che garantisce la piena attuazione dei diritti e degli interessi dei minori, sia individuali che collettivi. La legge regionale ne stabilisce l'indipendenza e il raccordo istituzionale con analoghi organismi nazionali ed internazionali. Il Garante è eletto dall'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.

        > VAI

           

          ico_consulta.jpg

          È un organo autonomo e indipendente che ha, fra gli altri, il compito di garantire il rispetto, e non solo, dello Statuto da parte delle leggi e dei regolamenti regionali. Esprime, inoltre, pareri in materia di iniziativa popolare e di referendum.

          > VAI

          Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo

          Passata dalla Giunta regionale all’Assemblea legislativa con l’approvazione della legge di riforma nel maggio 2015, punta alla valorizzazione delle relazioni tra e con gli emiliano-romagnoli nel mondo, sia con chi vive all’estero in seguito alle migrazioni dei nostri corregionali in diversi periodi della storia (più di un milione di persone), sia con i giovani, soprattutto tra i 18 e i 24 anni, che espatriano, anche temporaneamente, per motivi di studio e lavoro

          > VAI

          ico_difensore.jpg

          Corecom

          Il Comitato regionale per le comunicazioni svolge funzioni di governo e controllo del sistema delle comunicazioni sul territorio dell’Emilia-Romagna. Seppur inserito nell'organizzazione regionale, il Corecom è un organismo funzionale dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom). Sua è la funzione, delegata dall’Agcom, di gestire i tentativi di conciliazione nelle controversie tra utenti e operatori delle telecomunicazioni.

          > VAI

           

          ico_minori.jpg

          Garante delle persone sottoposte a misure restrittive o limitative della libertà personale

          È un organismo autonomo che concorre a tutelare i diritti fondamentali e la dignità delle persone adulte e dei minori ristretti negli istituti di pena del territorio regionale, ammessi a misure alternative alla detenzione o sottoposti a procedimento penale, favorendone il recupero e il reinserimento nella società. È eletto dall'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.

          > VAI

          Consiglio delle autonomie locali

          È un organo di rappresentanza, di consultazione e di coordinamento tra la Regione e gli enti locali. Con proposte e pareri, partecipa alle decisioni a livello regionale sul sistema delle autonomie locali. Nel vigilare sul rispetto delle autonomie, segnala cosa non va in leggi e provvedimenti statali

          > VAI

          Associazione ex consiglieri

          Retta da un proprio Statuto, l’Associazione è aperta a tutti gli ex consiglieri regionali dell’Emilia-Romagna che ne vogliano fare parte. Non ha fini di lucro e fra i suoi obiettivi ha anche quello di valorizzare la funzione dell’Assemblea legislativa tramite convegni, conferenze e pubblicazioni.

          > VAI

          Azioni sul documento