Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Il sito ufficiale dell’Assemblea legislativa

Sanità. Galli (Fi): Aumentare i livelli di assistenza per chi è affetto da sarcoidosi

Il consigliere interroga la giunta perché valuti la “possibilità di introdurre, nei grandi poli ospedalieri, unità sanitarie per la presa in carico di pazienti affetti da questa patologia”

08/02/2019 11:57

Incrementare i livelli essenziali di assistenza  – i Lea – per chi è affetto da sarcoidosi (malattia infiammatoria che può colpire diversi organi, principalmente polmoni e linfonodi) nelle strutture sanitarie della nostra regione. A chiederlo è il consigliere di Forza Italia Andrea Galli. 

Un decreto del presidente del consiglio del 2017 “classifica la sarcoidosi – spiega Galli – come malattia rara e riconosce l’esenzione dal ticket sanitario per patologia, indipendentemente dalla forma e dallo stadio della malattia”. Da alcune segnalazioni, “nella nostra Regione – sottolinea il consigliere -, una persona con sarcoidosi attenderebbe mesi o anni prima di sapere cos’ha. Tempo nel quale verrebbe sottoposta a decine di esami clinici non risolutivi, spesso anche a interventi chirurgici inutili e a terapie non idonee. Questa situazione arrecherebbe un enorme dispendio di denari pubblici e di tempo per coloro che sono affetti dalla patologia”.

Quindi Galli chiede alla giunta “di attivarsi per incrementare i Lea per coloro affetti da sarcoidosi nelle strutture sanitarie della nostra regione”. Chiede, poi, “se valuti la possibilità di introdurre, nei grandi poli ospedalieri della nostra regione, unità sanitarie per la presa in carico di pazienti affetti da sarcoidosi e – infine – se intenda relazionare in merito alla situazione relativa alla adozione degli obbiettivi fissati dai nuovi Lea per le malattie rare nelle singole Ausl della nostra regione, con particolare riferimento ai livelli assistenziali per i pazienti affetti da sarcoidosi”.

(Margherita Giacchi)

« Torna all'archivio

Azioni sul documento