Il Garante regionale dei detenuti incontra i garanti comunali

06.03.2018

Il Garante regionale dei detenuti incontra i garanti comunali

Assistenza socio-sanitaria, colloqui con i familiari di domenica (o in altre festività), installazione di sistemi di videosorveglianza in tutti gli istituti, utilizzo dei pc e accesso a internet per detenuti, volontari e altri operatori e utilizzo della tecnologia skype per le telefonate: sono questi alcuni dei temi emersi nel corso di un incontro, sulla situazione degli istituti penitenziari della regione,  tra il Garante regionale delle persone private della libertà personale, Marcello Marighelli, e i garanti comunali per i detenuti del territorio regionale.

“Temi condivisi da tutti e che insieme vogliamo portare all’attenzione del provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria”, ha riferito Marighelli al termine del meeting.

All’incontro con Marighelli erano presenti la Garante del Comune di Rimini, Ilaria Pruccoli, la Garante del Comune di Ferrara, Stefania Carnevale, il Garante del Comune di Parma, Roberto Cavalieri, e il Garante del Comune di Bologna, Antonio Ianniello.

All’ordine del giorno anche la comparazione delle tabelle sopravvitto, con particolare attenzione ai prezzi dei generi di prima necessità, oltre alla questione dell’operatività delle commissioni interne agli istituti che si occupano dell’organizzazione delle attività culturali, sportive e ricreative. Un capitolo a parte è stato invece dedicato all’assistenza socio-sanitaria, evidenziando come problematiche da portare all’attenzione del servizio sanitario penitenziario della regione la condizione dei locali delle aree sanitarie nei penitenziari, i tempi di attesa per le visite e le terapie esterne, oltre all’accesso alle nuove terapie per l’epatite C e alle cure odontoiatriche.

Azioni sul documento

archiviato sotto: