Gardini: “Il Difensore civico sia garante di tutti i diritti, parliamone”

07.11.2017

Gardini: “Il Difensore civico sia garante di tutti i diritti, parliamone”

Un incontro a Bologna, nella sede della biblioteca dell’Assemblea legislativa, per introdurre il tema della nuova figura del garante per il diritto alla salute, funzione che potrebbe essere attribuita all’ufficio del difensore civico.

“La titolarità di un diritto implica la possibilità di farlo valere, anche attraverso il coinvolgimento degli organismi di garanzia: i diritti, in particolare quelli sociali, devono essere garantiti indipendentemente dai bilanci, per essere affermati e realizzati necessitano dell’intervento del pubblico”. A rimarcarlo è stato il Difensore civico regionale, Gianluca Gardini.

“Libertà e uguaglianza- ha poi evidenziato il Difensore civico- non sono tra loro in contrapposizione: l’uguaglianza sostanziale garantisce la libertà, cioè la crescita di tutti gli ambiti in cui viviamo”. La mia idea, ha quindi sottolineato, “è quella di allargare il campo visivo e di intervento della difesa civica, che dovrebbe diventare il garante di tutti i diritti”. In Emilia-Romagna, ha concluso l’amministrativista, “se ne sta discutendo”.

L’iniziativa è stato coordinata da Emilio Lonardo dell’ufficio del difensore civico regionale. All’incontro è intervenuta anche Maria Giulia Bernardini, dell’Università di Ferrara, che ha illustrato i contenuti della guida Disabilità e diritti in Emilia-Romagna, istruzioni per l’uso (vademecum redatto dall’ufficio del difensore civico in collaborazione con l’Università di Ferrara), mentre Laura Sanvitale, dello staff del difensore civico, ha parlato dell’attività collegata al tema disabilità portata avanti dall’organo di garanzia e ha definito il quadro normativo di riferimento. Giovanni Battista Pesce, presidente nazionale Aice epilessia, ha parlato nello specifico della recente legge Gelli (norma che ha istituito la figura del garante per il diritto alla salute). , Piera Nobili, del Centro europeo di ricerca e promozione per l’accessibilità, ha affrontato il tema dell’inclusione sociale in riferimento all’ambiente antropizzato.

 

In allegato guida  Disabilità e diritti in Emilia-Romagna, istruzioni per l’uso (pdf, 1.1 MB)

  • pdf, 1.1 MB

Azioni sul documento

archiviato sotto: