A chi si rivolge

Al Difensore civico può rivolgersi chiunque si ritenga danneggiato nei suoi diritti e interessi da comportamenti o atti di un’amministrazione pubblicao da un concessionario di servizi pubblici operante nel territorio regionale (Enel, Hera, ecc).

Il servizio è completamente gratuito e aperto a tutti, senza distinzione di età, provenienza o altro. Possono rivolgersi al Difensore sia cittadini residenti che gli stranieri, in forma singola o associata, e per chiedere l'intervento del Difensore civico non sono necessarie particolari formalità.

Il Difensore ha il compito di tutelare i diritti di tutte le persone e degli altri soggetti della società civile (associazioni, imprese, comitati) presenti sul territorio.

L’unica limitazione riguarda l’ambito di intervento. Il Difensore civico può infatti intervenire solo rispetto a provvedimenti, fatti o comportamenti messi in campo:

  • dall'Amministrazione regionale;
  • dagli enti, dagli istituti, dai consorzi, dalle agenzie e dalle aziende che dipendono o sono sottoposte a vigilanza o a controllo regionale;
  • dalle Aziende Unità sanitarie locali e ospedaliere;
  • dai concessionari o gestori di servizi pubblici regionali, ad esempio di acqua, luce e gas;
  • dagli Enti locali convenzionati.

 

Sono quindi escluse alcune istituzioni, come le Forze dell’ordine, l’esercito e la magistratura, e tutto il settore privato, compresi i rapporti di lavoro. Il Difensore può invece attivarsi nei confronti delle amministrazioni periferiche dello Stato, come INPS, INAIL, ecc.

 Può, ad esempio:

  • intervenire perché gli organi e gli uffici della Regione, delle Province o dei Comuni eliminino episodi e cause di cattiva amministrazione, ad esempio per disfunzioni nei servizi resi;
  • per chiedere all’Ente competente i documenti relativi ad una pratica, senza che gli sia opposto il segreto d’ufficio;
  • verificare che i procedimenti amministrativi (ad esempio, le procedure concorsuali) abbiano corso regolare e che i provvedimenti siano adottati correttamente e nei tempi previsti;
  • suggerire agli Enti e agli Uffici pubblici eventuali soluzioni ai problemi riscontrati;
  • suggerire al cittadino a chi altri rivolgersi quando il caso esuli dalla sua competenza.

Azioni sul documento