Animali. Appello Difensore civico: sostegno a Comuni e Ausl per migliorare gestione dei canili

Nella raccomandazione si affronta anche il tema delle adozioni: si evidenzia, in particolare, l’importanza di motivare per iscritto i provvedimenti di adozione e di eventuale rigetto

26/07/2019 14:30

Nei giorni scorsi il Difensore civicoregionale, Carlotta Marù, ha inviato ai Comuni e alle Aziende sanitarie la seconda raccomandazione in tema di promozione del benessere animale, con particolare riferimento alla gestione dei canili.

“C’è la disponibilità e l’impegno- spiega il Difensore- a migliorare, con un contributo diretto da parte del mio Ufficio, la gestione di queste strutture, attraverso la diffusione delle buone pratiche acquisite e l’incremento delle situazioni alle quali prestare attenzione (ad esempio il traffico illecito di cuccioli di cane), così come la raccolta di eventuali appelli e suggerimenti (ad esempio l’ospitare i cani di persone sole ricoverate in ospedale)”.

Nella raccomandazione, che segue quella inviata nel novembre scorso, si affronta nuovamente il tema delle adozioni: si evidenzia, in particolare, l’importanza di motivare per iscritto i provvedimenti di adozione e di eventuale rigetto, in conformità al relativo regolamento che ogni comune dovrebbe avere (a tale scopo, anni fa, le Provincie ne approvarono uno schema).

“Auspico- ribadisce Marù- che aumenti il livello di attenzione delle pubbliche amministrazioni locali su questa realtà, non più trascurabile visto il continuo aumento di persone che possiedono un animale, in questo caso un cane, con tutte le conseguenze che possono derivare sulla comunità quando non si segue la prassi corretta”.

Proprio sul tema del benessere animale il Difensore civico avvierà una ricerca giuridica volta a individuare e approfondire specifici ambiti di intervento e strumenti che permettano di operare in maniera più incisiva.

(Cristian Casali)

« Torna all'archivio

Azioni sul documento