Percorsi sull’UE condotti dai docenti, iscrizioni fino al 31/12/2019

I percorsi sono svolti dall'insegnante con il supporto di Europe Direct Emilia-Romagna. Tra di essi un Gioco dell'oca sul cambiamento climatico, un debate e una lezione strutturata sull'uguaglianza di genere.

Conclusa la prima tornata di iscrizioni ai corsi per docenti e i percorsi laboratoriali condotti da nostri operatori direttamente nelle scuole, proposti dal Catalogo delle offerte formative di Europe Direct Emilia-Romagna, “A Scuola d’Europa – Educazione civica europea “presentato lo scorso 10 settembre, segnaliamo che è ancora possibile per i docenti emiliano romagnoli usufruire di ulteriori opportunità.

Fino al 31 dicembre 2019 è infatti possibile iscriversi ai percorsi ideati da Europe direct Emilia-Romagna per sostenere i docenti in percorsi da svolgere autonomamente con i propri studenti.

Europe direct Emilia-Romagna invierà ai docenti che si iscriveranno moduli didattici, guida per il docenti, kit didattici e organizzerà fra gennaio e febbraio 2020 un webinar per ogni percorso proposto:

  • GiOCAclima  (Scuole dell’infanzia e scuola primaria)

“GiOCAclima” è un’attività di educazione non formale sugli effetti del cambiamento climatico e la salvaguardia del nostro Pianeta, evidenziando le politiche europee relative. Il gioco è stato ideato per docenti di scuola dell’infanzia e della scuola primaria.
L’attività si focalizza sulle principali cause connesse al cambiamento climatico e sulle azioni implementate a livello europeo ed evidenzia i comportamenti virtuosi che ognuno di noi può mettere in pratica nel quotidiano.

  • Diritti si nasce (Scuola primaria classi IV e V - scuola secondaria di I grado classi I)

"Diritti si nasce – Conoscere i tuoi diritti è un dovere” è un kit didattico per le scuole elementari e secondarie di I grado. Il kit intende veicolare in modo efficace i contenuti della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea al fine di diffondere una cultura aperta ai valori della convivenza civile e della solidarietà internazionale. Il kit è composto da una plancia-gioco con dado e segnalini per giocare 21 opuscoli da distribuire agli studenti con le storie sui diritti, una guida per il docente un opuscolo con gli articoli della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea.

Il modulo didattico “GOAL FIVE - Realizzare l’uguaglianza di genere e migliorare le condizioni di vita delle donne” deriva dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile ed in particolare dall’Obiettivo n. 5 (Onu, 2015). Il modulo permette di condurre in autonomia una lezione partecipata della durata di 3 ore. Attraverso un’analisi di documenti storici (fonti giornalistiche e d’archivio) si metteranno a fuoco i dettagli dell’ascesa politica di personaggi italiani (Lina Merlin, Teresa Noce) ed europei (Simone Veil) capaci di superare le enormi difficoltà che si presentavano alle donne con ambizioni politiche.

Il modulo didattico “GOAL 13 - Lotta contro il cambiamento climatico” deriva dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile ed in particolare dall’Obiettivo n. 13  (Onu, 2015). Il modulo propone una riflessione critica sul cambiamento climatico tramite l'organizzazione di un debate (un dibattito critico su un tema controverso, basato su fonti e dati, con tempi e regole fissate), in cui gli studenti potranno riflettere su questo tema mettendosi alla prova e potenziando al contempo numerose soft skills.
 

Il percorso didattico di Educazione Civica su cittadinanza e mobilità europea nasce dall’esperienza del progetto Alternativo, una collaborazione di Europe Direct Emilia-Romagna con Uniser, cooperativa sociale che si occupa di progettazione e gestione di progetti di mobilità formativa. Il modulo Studiare, lavorare e fare volontariato all’estero è volto a promuovere la conoscenza dell’Europa, la cittadinanza attiva europea e la conoscenza delle opportunità di mobilità all’estero per studio, lavoro, tirocinio.

 

Azioni sul documento