#EuropaGreen: il 26% delle infrazioni europee attuate dall'Italia sono sull’ambiente

Tra le  tematiche europee, una delle sfide più attuali che presenta maggiori criticità è in campo ambientale, seguito dai trasporti e dalla stabilità finanziaria.

Si riporta a titolo informativo che nel Diritto europeo, un’infrazione si attiva per mancato recepimento integrale da parte di uno Stato membro di una Direttiva o per un’incorretta applicazione del Diritto europeo. Una procedura d’infrazione può inoltre essere aperta in seguito ad una segnalazione e denuncia per possibili violazioni inoltrata da terzi (ad esempio cittadini, ONG, …) alla Commissione europea.

Seppur il Diritto europeo presenti varie Direttive e indicazioni e nonostante l’80% della legislazione ambientale italiana sia di derivazione comunitaria, l’Italia nella tutela ambientale riesce difficilmente a stare al passo con l’Europa.

Fonte report WWF per le Elezioni Europee

 

Nel complesso, le procedure di infrazione in materia ambientale di tutti gli Stati membri ammontano ad un totale di 333, di cui 19 riguardanti l’Italia.  Di queste ultime, 16 riguardano la violazione del diritto dell’Unione in campo ambientale, mentre le restanti 3 una violazione in campo prettamente agricolo.

 

Secondo i dati del portale EUR-infra che riporta la banca dati del Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, circa il 26% del totale delle procedure di infrazione aperte in Italia afferiscono alla sfera ambientale.

 

Fin’ora l'Italia ha dovuto pagare circa 548 milioni di euro in sanzioni per il mancato rispetto della normativa comunitaria e nello specifico oltre 200 milioni solo per discariche abusive, oltre 150 milioni per la gestione dei rifiuti in Campania e 25 milioni circa per il mancato trattamento delle acque reflue urbane. 

 

Così come ha affermato Karmenu Vella, Commissario UE per l’Ambiente, gli affari marittimi e la pesca: "Un'applicazione frammentaria e non uniforme delle norme ambientali non rende servizio a nessuno. Il miglioramento delle modalità di applicazione del diritto ambientale va a vantaggio dei cittadini, delle amministrazioni pubbliche e dell’economia”.

 

 

--> Segui la nostra rubrica #EuropaGreen su Facebook, Twitter e Instagram per scoprire di più sul legame tra UE e ambiente!

 

Fonti e approfondimenti:

https://www.agi.it/saperetutto/procedure_infrazione_europee-5205317/longform/2019-03-25/

http://www.arpat.toscana.it/notizie/arpatnews/2019/042-19/infrazioni-europee-lambiente-al-centro, dossier WWF: "Italia chiama Europa - L’Ambiente ritrovato"

https://www.wwf.it/news/pubblicazioni/?46941/Italia-chiama-Europa-lambiente-ritrovato

Informazioni generali sulla procedura d'infrazione dell'UE:

Banche dati sulle procedure d’infrazione:

 

Azioni sul documento