L'innovazione a livello europeo: i dati 2017 con il Quadro di valutazione europeo 2017

Dal 2009 l’UE mette a disposizione dei territori un quadro di valutazione molto importante per valutare il grado di innovazione dei diversi paesi e della regioni e consentire di monitorare le prestazioni nel tempo. Il Quadro europeo per l'innovazione  valuta le relative forze e le debolezze sull’innovazione dei sistemi nazionali e aiuta i paesi ad identificare le aree in cui più hanno bisogno di investire per migliorare le proprie performances.. L'edizione 2017 del quadro di valutazione presenta un raffinato quadro analitico. Nuovi indicatori catturano gli investimenti nelle competenze, nella preparazione digitale, nell'imprenditorialità e nei partenariati di innovazione pubblico-privati. Inoltre, una nuova casella degli strumenti con dati contestuali può essere utilizzata per analizzare e confrontare le differenze strutturali tra i paesi. Le classifiche non sono quindi direttamente comparabili con le edizioni precedenti, ma le serie temporali che utilizzano il nuovo quadro analitico consentono di svolgere un monitoraggio sul trend innovativo dei propri territori.

Complessivamente, il nuovo quadro di valutazione rivela che le prestazioni dell'innovazione dell'UE continuano ad aumentare, soprattutto a causa dei miglioramenti delle risorse umane, dell'ambiente favorevole all'innovazione, degli investimenti delle risorse proprie e di sistemi di ricerca attraenti.

La Svezia rimane il leader dell'innovazione dell'UE, seguita da Danimarca, Finlandia, Paesi Bassi, Regno Unito e Germania. Lituania, Malta, Regno Unito, Paesi Bassi e Austria sono gli innovatori che crescono rapidamente.

In un confronto globale, l'UE sta raggiungendo il Canada e gli Stati Uniti, ma la Corea del Sud e il Giappone stanno andando avanti. La Cina mostra il miglior progresso tra i concorrenti internazionali.

I paesi sono classificati come “Innovation leaders”, “Strong innovators”, “Moderate innovators”, “Modest innovators”, seppur con sfumature all’interno della stessa categoria. L’Italia si attesta nella categoria “Moderate innovators”.

Allegato il Quadro di valutazione regionale per l'innovazione, che è un'estensione regionale del quadro europeo di valutazione dell'innovazione e valuta le prestazioni dell'innovazione delle regioni europee basandosi su un numero più limitato di indicatori.

I quadri regionali dal 2009 al 2017 (ppsx, 1.4 MB)

 

Azioni sul documento