15000 enti previdenziali in Europa collegati ad un'unica piattaforma

Il 3 luglio 2017  la Commissione europea ha presentato il sistema di scambio elettronico di informazioni sulla sicurezza sociale (EESSI), una nuova piattaforma informatica che collegherà elettronicamente circa 15 000 enti previdenziali degli Stati membri dell'UE e di Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera.

Questo strumento costituisce un passo avanti importante nell'ammodernamento del coordinamento della sicurezza sociale, in quanto sostituirà gli attuali scambi cartacei tra enti previdenziali, per consentire uno scambio di informazioni sulla sicurezza sociale più rapido, più facile e sicuro all'interno dell'UE e oltre i suoi confini.

La lotta alle frodi e agli errori sarà agevolata, in quanto gli enti previdenziali nazionali useranno documenti elettronici standardizzati nella propria lingua, assicurando la correttezza e la completezza dei dati scambiati. Il nuovo strumento andrà anche a vantaggio dei cittadini che hanno vissuto e lavorato in diversi dei paesi partecipanti, poiché le loro prestazioni di sicurezza sociale saranno calcolate in modo più rapido ed efficiente.

I paesi hanno due anni di tempo per collegare i propri sistemi nazionali alla piattaforma informatica centrale. Entro luglio 2019 lo scambio elettronico di dati sulla sicurezza sociale in modo semplice, rapido e sicuro diventerà realtà in tutta Europa. La Commissione continuerà a sostenere gli Stati membri nell'adozione e nella manutenzione del sistema nei prossimi anni.

Maggiori informazioni sul nuovo sistema di scambio elettronico sono disponibili qui.

Azioni sul documento