Rapporto sulla competitività delle regioni europee: l’Emilia-Romagna al 141° posto.

map competitivita regE’ stato pubblicato l’ EU Regional Competitiveness Index  - RCI 2013, il rapporto curato dal Joint Research Center che indaga sulla competitività delle regioni europee, commissionato dalla Commissione europea in preparazione del sesto rapporto sulla coesione economica e sociale. Si tratta del secondo rapporto sulla competitività regionale, dopo quello del 2010 e per il momento è un draft, visto che la Commissione chiede di inviare commenti e considerazioni entro la fine del mese di settembre 2013, prima della pubblicazione del rapporto definitivo.

La ricerca si basa su tre principali gruppi di indagine, che hanno analizzato diversi fattori: qualità delle istituzioni; stabilità macroeconomica; infrastrutture; sistema sanitario; qualità dell'istruzione,  delle università e dell'apprendimento permanente; efficienza del mercato del lavoro; dimensioni di mercato, livello tecnologico, innovazione.

Questo rapporto ci dice che la crisi ha riplasmato la mappa delle regioni più competitive in Europa e, purtroppo, l’Italia risulta fuori dai binari della competitività. Complessivamente il nostro paese si colloca al 18° posto, dietro Cipro e Portogallo, perdendo 2 posizioni rispetto al precedente rapporto pubblicato nel 2010.

Nessuna regione italiana compare fra le prime 100. La Lombardia che fino a tre anni fa compariva tra le prime cento regioni europee, è oggi appena al 128mo posto. Al 141troviamo l’ Emilia Romagna, al 143 il Lazio e agli ultimi posti la Puglia,la Calabria e in fondo la Sicilia con la 235 posizione.

E’ triste constatare che le regioni del Nord Italia non riescono più a stare al passo con le aree più sviluppate dell’Europa Centro settentrionale. Guardando con più attenzione la classifica rileviamo infatti che le Regioni italiane più avanzate economicamente, pur restando nella parte alta della classifica italiana, perdono comunque molte posizioni rispetto alla classifica stilata solo tre anni fa. Meno trenta posizioni per la Lombardia e meno diciassette per l’Emilia-Romagna.

Al primo posto su un totale di 262 regioni europee, si piazza Utrecht, in Olanda, seguita dall'area di Londra, mentre terza è un'altra regione britannica, il Berkshire - Buckinghamshire - Oxfordshire. Ultima Severozapaden, in Bulgaria.

In alcuni paesi il livello di competitività ha notevoli variazioni interne, per esempio in Francia, spagna, Regno Unito, Slovacchia, Romania, Svezia e Grecia. In questi paesi la regione della capitale è quella che mostra le performance migliori. Cosa che non accade invece per Italia e Germania.

Il divario e la variazione di competitività regionale dovrebbero stimolare un dibattito all’interno degli stati membri affinché si possa capire in che misura alcune lacune sono nocive per la loro competitività nazionale e in che misura la variazione interna possa essere risanata.

Questi risultati dimostrano che la competitività territoriale nell'UE ha una forte dimensione regionale, che l'analisi a livello nazionale non cattura adeguatamente la reale situazione dell'UE e che la competitività complessiva di un paese dipende dalla performance di tutte le sue regioni e non solo della capitale o di ristrette aree del paese. La cosiddetta banana blu, che collegava la regione della Grande Londra fino alla Lombardia passando per i paesi del Benelux e la Baviera non appare sulla mappa RCI o, meglio, non appare nella sua forma completa in quanto, a differenza del rapporto 2010, lascia fuori il nord d'Italia. Il rapporto quindi mostra un modello più policentrico con forti capitali e Regioni metropolitane in molte parti d'Europa.

La ricerca mette in luce ipunti di forza e di debolezza di ciascuna delle regioni NUTS 2 dell'UE. E 'in grado di fornire un resoconto particolareggiato dei punti sui quali ogni regione dovrebbe concentrarsi per aumentare il proprio tasso di competitività, tenendo conto della sua situazione specifica e del suo livello generale di sviluppo.

La Commissione accoglie con favore i commenti si questo progetto di relazione entro la fine del mese di settembre 2013.

I commenti possono essere inviati al seguente indirizzo e-mail: http://REGIO-B1-HEAD-OF-UNIT@ec.europa.eu

Vedi le prime 10 regioni e la classifica delle regioni italiane da “Il sole 24 ore”  

Azioni sul documento