L'Emilia-Romagna in Europa

La Sessione europea

La Regione Emilia-Romagna partecipa alla formazione e attuazione delle politiche e delle normative dell'Unione europea. Il cuore di questa attività è la Sessione europea dell'Assemblea legislativa che si svolge ogni anno, con il coinvolgimento di tutte le commissioni assembleari per le materie di loro competenza e in raccordo con l'esecutivo regionale. La Sessione si conclude con l'approvazione di una risoluzione di indirizzo alla Giunta che costituisce il "piano di lavoro" della Regione per l'anno successivo.

Il sito dedicato

Tutti i documenti della Sessione europea 2019

Sintesi della risoluzione finale per il 2019 votatadall'Assemblea Legislativa

Il Parlamento europeo 2019-2024

Domenica 26 maggio 2019 si sono recati alle urne 2.313.084 cittadini emiliano-romagnoli, su un totale di 3.436.541 aventi diritto. L'affluenza in Emilia-Romagna, sebbene in calo rispetto alla tornata elettorale precedente, é stata superiore rispetto alla media della circoscrizione a cui apparteniamo, la II nord-est: 67,31% contro 63,93%.

Partiti, risultati, europarlamentari eletti in Emilia-Romagna: qui tutte le informazioni aggiornate

I nostri approfondimenti: con o senza Brexit, quanti europarlamentari eleggiamo in Italia? Quali leggi elettorali per le elezioni in Europa? E in Italia? Cosa succede dopo le elezioni del Parlamento europeo?

Finanziamenti europei

Per attuare le proprie politiche l'Unione europea finanzia una molteplicità di progetti e attività sul proprio territorio attraverso numerosi programmi. Per il periodo di programmazione 2014-2020 l'UE ha a disposizione circa 960 miliardi di euro in impegni e 908,40 miliardi in pagamenti, di cui circa 351 miliardi destinati alla politica regionale e di coesione.

Il nostro approfondimento

Azioni sul documento