Fake News

ultimo aggiornamento: 13 ottobre 2018

La costante crescita dei canali di informazione ha generato, tra le altre conseguenze, anche il fenomeno increscioso delle fake news: notizie parzialmente false, o addirittura del tutto prive di fondamento, che si diffondono essenzialmente via web - in particolare tramite i social network - e che hanno come effetto negativo quello di influenzare e indirizzare le opinioni, le scelte e le tendenze di una considerevole quantità di persone. 

È facile intuire la pericolosità di questo fenomeno, soprattutto in occasione di appuntamenti elettorali e di eventi altrettanto rilevanti. In certi casi, si tratta di vere e proprie campagne di disinformazione che possono influenzare e indirizzare l’opinione pubblica, bersagliata da una valanga di notizie false, messe in rete ad arte. 

La Regione Emilia-Romagna, attraverso il coinvolgimento del Servizio Diritti dei Cittadini, ha inteso varare un progetto per ridimensionare il più possibile e tenere sotto controllo questo fenomeno a livello territoriale. 

Gli obiettivi che tale progetto si pone sono: analizzare i dati dei social network, sfruttando le tecniche di analisi delle reti sociali e il fenomeno delle “bolle informative” (informazioni false, parziali e/o distorte), per verificare l’affidabilità dei post - a partire da quella di altri post ad essi collegati - utilizzando tecniche interattive tese a ‘testare’: 

  • quantità di fake news comparse sulle pagine prese in considerazione;
  • classificazione delle pagine sulla base della loro affidabilità;
  • classificazione delle tipologie di utenti sulla base della “qualità” dei contenuti che seguono e/o, condividono le news.

Azioni sul documento