Diventare cittadini camminando tra i Luoghi della Resistenza a Ravenna

Memoria

Soggetto coordinatore: A.N.P.I. Associazione Nazionale Partigiani d'Italia - Sez. Comitato provinciale Ravenna

 

Rete: Comune di Ravenna, Istituto comprensivo Damiano, Istituto comprensivo Darsena, Istituto comprensivo Guido Novello, Istituto comprensivo San Biagio, Istituto Comprensivo Randi di Ravenna, Istituto comprensivo Vittorino da Feltre di San Pietro in Vincoli (RA).

Il progetto mira a trasmettere agli e alle adolescenti di Ravenna la memoria della Resistenza attraverso la forza evocativa dei luoghi ad essa collegati, con particolare riferimento all'Isola degli Spinaroni, alla Battaglia del Senio, alla strage del Ponte degli Allocchi, al Monte Battaglia, a Cà Malanca e Madonna dell'Albero.

Gli alunni coinvolti sono chiamati a inquadrare storicamente la Resistenza a Ravenna, a studiare la Costituzione e i suoi valori, elaborando una scheda descrittiva su ognuno dei luoghi di memoria proposti, e infine a visitarne uno, proponendo un elaborato finale.

METODOLOGIE:

Lezioni frontali, lavori di gruppo, uscite sul territorio.


 

 SVILUPPI PROGETTUALI:

Alle scuole è richiesta un’attività di ricerca, con oggetto un itinerario, possibilmente a piedi o in bicicletta, tra i principali luoghi della Resistenza ravennate: Isola degli Spinaroni, Battaglia del Senio, la strage del ponte degli Allocchi, Monte Battaglia, Ca’ di Malanca e Madonna dell’Albero.

La ricerca integra ed arricchisce il lavoro progettuale svolto dalle scuole (Damiano, Don Minzoni, Montanari e Novello) nell’anno scolastico 2017 -2018; lavoro che ha dato origine ad una Guida dei luoghi salienti della Resistenza dell’Emilia- Romagna. La Guida è ovviamente a disposizione delle scuole partecipanti al progetto.

Come è già avvenuto nell’anno scolastico 2017- 2018 l’attività di ricerca contempla un lavoro di collaborazione tra le diverse scuole, le quali devono pervenire ad un unico elaborato. L’approccio “cooperativo” richiede, ovviamente, una serie di riunioni tra gli insegnanti per impostare e realizzare congiuntamente il lavoro complessivo, così come un ruolo di facilitatore/ coordinatore da parte della Sezione Luigi Fuschini.

Rispetto all’approccio seguito nelle precedenti edizioni (siamo ormai alla quinta edizione), si prevedono due novità significative:

  • un evento di avvio del progetto, aperto al pubblico, così da coinvolgere le ragazze e i ragazzi, creando un momento di collegialità e di consapevolezza degli obiettivi e delle modalità di lavoro della ricerca;
  • una mostra itinerante, costituita da “Punti di Luce Essere Donna nella Shoah”. Questa mostra fu allestita nel 2018 presso la Scuola Media Don Minzoni, riscuotendo notevole interesse tra le ragazze e i ragazzi, e più in generale presso il pubblico. Si è deciso di trasferire la Mostra in tutte le scuole partecipanti al progetto, così da renderla patrimonio comune.

Il 27 novembre 2018 si è svolta una riunione per impostare il progetto. Alla riunione hanno partecipato tutte le insegnanti coinvolte, nonché gli operatori culturali del Comune di Ravenna. Il coordinatore del progetto, Riccardo Colombo della Sezione Fuschini, ha illustrato gli obiettivi dell’attività di ricerca e un programma di massima delle attività e diverse alternative di mostre su cui lavorare.

 

Le insegnanti hanno scelto con entusiasmo la Mostra “Punti di Luce”, con il seguente programma itinerante (le date sono indicative ed oggetto di variazioni)

 

  • dal 10 al 28 gennaio allestimento presso la Scuola Media Montanari;
  • dal 29 gennaio al 17 febbraio allestimento presso la scuola Guido Novello;
  • dal 18 febbraio al 6 marzo allestimento presso la Scuola Randi
  • dal 7 marzo al 24 marzo allestimento presso la scuola Vittorino da Feltre in San Pietro in Campiano
  • dal 25 marzo al 12 aprile allestimento presso la Scuola Damiano.

Si è effettuata una distribuzione dei luoghi tra le diverse scuole:

  • Scuola Montanari: inquadramento generale
  • Scuola Damiano: Ca di Malanca
  • Scuola Don Minzoni: Battaglia del Senio
  • Scuola San Pietro in Campiano: Isola degli Spinaroni
  • Scuola Novello: Ponte degli Allocchi
  • Scuola Randi: Madonna dell'Albero

Si è anche definita la scaletta della scheda informativa di ciascuno dei luoghi individuati:

  • Preambolo: percorso metodologico a cura dell'insegnante, utile per la predisposizione di una futura pubblicazione
  • Titolo del luogo con la data del fatto
  • Localizzazione con una mappa del percorso dalla stazione di Ravenna al luogo. Si deve verificare se sia opportuna una breve descrizione del luogo (cippo, monumento ecc.)

 

 

Giovedì 10 Gennaio è stata inaugurata la mostra a tema storico “Punti di luce. Essere donna nella Shoah” presso la scuola media Montanari di Ravenna. E' in programma l'allestimento presso altre 4 scuole medie che hanno aderito alla proposta di ANPI Sezione Luigi Fuschini Anpi Ravenna, promotore dell’iniziativa:  scuola media Novello, scuola media Damiano, IC Randi e scuola media di San Pietro in Campiano.

 

Con l’allestimento e la presentazione agli studenti delle scuole coinvolte, ANPI si pone l’obiettivo di promuovere la conoscenza del genocidio della popolazione ebraica durante la seconda guerra mondiale. La mostra in particolare fa riferimento alle condizioni femminili nei campi di concentramento.

CittAttiva, il centro di cittadinanza attiva di Ravenna, e le cooperative Teranga e CIDAS supportano l’iniziativa organizzando alcuni incontri di formazione per richiedenti asilo sui temi della Shoah. Tra le persone coinvolte è stato creato un gruppo di volontari che allestiranno la mostra nelle diverse scuole. Si tratta di una iniziativa di educazione civica e di volontariato previste per l’accoglienza e la responsabilizzazione dei richiedenti asilo.

Un laboratorio didattico era stato dedicato ad una quindicina di richiedenti asilo mercoledì 9 gennaio, con l'intervento di Elisa Renda che ha presentato loro i contenuti della mostra "Punti di luce".

La Scuola Secondaria di Primo Grado “Mario Montanari” ha ospitato, venerdì 18 gennaio 2019, i docenti degli Istituti “Darsena”, “Damiano”, “Novello”, “Randi”, “San Biagio” e “San Pietro in Vincoli” per un seminario sulla mostra , tenuto dalla prof.ssa Rita Chiappini dell’International School for Holocaust Studies - Yad Vashem. Il seminario ha riscosso un notevole interesse, dimostrato anche dall’affluenza;

 

È disponibile il fotoracconto.

 

Martedì 5 febbraio 2019 presso la Scuola Guido Novello le ragazze e i ragazzi delle scuole medie Don Minzoni, Novello, Randi e Vittorino da Feltre di San Pietro in Campiano hanno dato pubblicamente avvio al progetto “Nei Luoghi della Memoria”, così come previsto dal programma delle attività. E’ stata una mattinata particolarmente intensa perché le ragazze e i ragazzi hanno letto alcune poesie e testi di canzoni, in alcuni casi accompagnate da musiche dal “vivo”. All’evento hanno partecipato, portando un loro saluto, l’Assessora alla Pubblica Istruzione del Comune di Ravenna e il presidente dell’ANPI Provinciale. Riccardo Colombo della Sezione Luigi Fuschini ANPI ha illustrato il progetto “Nei Luoghi della Memoria”. L’evento ha avuto una ampia visibilità nella cittadinanza ed è stata l’occasione per invitare a visitare la Mostra Punti di Luce, allestita nell’atrio della scuola il 29 gennaio con il contributo di tre richiedenti asilo.

 

 La mostra itinerante "Punti di Luce: Essere una donna nella Shoah". Dalla scuola Guido Novello è stata trasferita il 18 febbraio alla Scuola Randi per restare sino al 6 marzo, a disposizione del pubblico nell'orario scolastico.

 Lunedì 25 febbraio si è svolta l' inaugurazione (pdf, 706.5 KB) con la presenza degli assessori del Comune di Ravenna Bakkali e Baroncini.

 In questa occasione la Sezione Soci del territorio di Ravenna di Coop Alleanza 3.0 ha donato un libro alle ragazze e ai ragazzi di due classi della scuola Randi; i libri sono stati raccolti all'ipermercato in una iniziativa congiunta della Sezione Soci e della Sezione Luigi Fuschini dell'ANPI, in memoria della Shoah.

 Giovedì 7 marzo ha avuto luogo, presso la scuola media Vittorino da Feltre in San Pietro in Campiano un nuovo appuntamento formativo sulla mostra "Punti di luce. Essere una donna nella Shoah" (pdf, 505.8 KB)per i docenti, tenuto dalla Prof.ssa Rita Chiappini dello Yad Vashem.

 Il seminario ha riscosso un notevole interesse, dimostrato anche dal dibattito seguito all’intervento della prof.ssa Chiappini. Erano presenti e hanno portato un breve saluto l’Assessore al Decentramento del Comune di Ravenna, la dott.ssa Elisa Renda di conCittadini e Riccardo Colombo della Sezione Luigi Fuschini ANPI Ravenna.

La mostra resta a disposizione degli studenti e della comunità dal 7 al 23 marzo 2019.

 

Prossime attività:

Per quanto riguarda la Mostra Punti di Luce:

  • il 25 marzo è previsto l’allestimento della mostra presso la Scuola Media Damiano e si sta organizzando un evento per il 3 aprile, nel quale le ragazze e i ragazzi presenteranno la mostra. Saranno invitati i seguenti rappresentanti delle istituzioni: l’Assessora alla Pubblica Istruzione e l’Assessore al Decentramento, entrambi del Comune di Ravenna, il presidente dell’ANPI Provinciale e un rappresentante di conCittadini. Gli Assessori saranno presenti compatibilmente con il “silenzio elettorale” previsto per l’ elezioni europee;
  • il 12 aprile verrà smontata la mostra e si concluderà in questa data il lungo percorso itinerante, iniziato il 10 gennaio.

Per quanto riguarda il Percorso didattico sui luoghi di Memoria:

  • il 30 marzo è prevista la consegna degli elaborati alla Sezione Luigi Fuschini ANPI Ravenna, a cura della quale verrà predisposto un unico “volumetto” da allegare alla relazione da inviare a conCittadini. L’idea è di fare del “volumetto” la base per un’agile guida dei Luoghi della Resistenza di Ravenna, da mettere a disposizione del pubblico. Sempre a cura della Sezione Fuschini verrà fotografato “il libro dei pensieri sulla Mostra”, così da renderlo fruibile in termini di “volumetto” ed allegarlo alla relazione da inviare a conCittadini;
  • entro fine maggio è previsto l’evento finale: le ragazze e i ragazzi presenteranno il loro lavoro e festeggeranno la chiusura del progetto. L’idea, ancora da definire, è di realizzare una manifestazione pubblica presso il parco la Rocca Brancaleone, riprendendo una tradizione seguita in precedenti progetti;
  • infine, la Scuola Novello consegnerà il proprio elaborato, che ha per oggetto la strage del “Ponte degli Allocchi”, al laboratorio “Lavori in Comune” dedicato alla commemorazione della strage prevista in agosto. Il laboratorio “Lavori in Comune” (generalmente chiamato Magliette Gialle) è un progetto del Comune di Ravenna che impegna nel periodo estivo le ragazze e i ragazzi dai 14 ai 18 anni.  

 

 Mercoledì 3 aprile dalle ore 10.00 verrà inaugurata presso la Scuola S.P. Damiano la mostra Punti di Luce Essere una Donna nella Shoah.

 Si conclude con questo evento il percorso itinerante della mostra che ha riguardato 6 scuole: Montanari, Novello, Randi, San Pietro in Campiano e S.P. Damiano nel 2019, Don Minzoni nel 2018. Le ragazze e i ragazzi della S.P. Damiano faranno da guide alla Mostra.

 È disponibile la locandina (pdf, 640.4 KB).

 

 Rassegna stampa

 

Il comunicato pubblicato da Il Resto del Carlino Ravenna del 9 gennaio 2019 (pdf, 276.6 KB)

 

Il servizio di RAVENNA WEB TV del 10 gennaio 2019 dedicato all'inaugurazione.

 

 

Azioni sul documento