Scuola e formazione

Sentenza Corte Costituzionale n. 122/2018 – Scuola e formazione
Norme della legge della Provincia autonoma di Bolzano 20 giugno 2016, n. 14 (Modifiche di leggi provinciali in materia di istruzione) - Ricorso del Presidente del Consiglio dei ministri - iscrizione nelle scuole con lingua di insegnamento diversa dalla madre lingua dell’alunno - sistema di valutazione del lavoro dei dirigenti scolastici - valutazione delle competenze degli studenti - conferimento incarichi a tempo determinato attraverso procedure di selezione effettuate dalle singole scuole, anche a personale esterno alla categoria dei docenti ovvero a cooperative sociali o strutture consimili. Decisione: illegittimità costituzionale
Sentenza Corte costituzionale n. 284/2016 - Istruzione
Norme della legge 13 luglio 2015, n. 107 (Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione) - Ricorsi promossi dalla Regione Veneto e dalla Regione Puglia - Previsione che l'offerta formativa dei percorsi di istruzione e formazione professionale sia definita dal Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca; Norme concernenti la rete scolastica e il dimensionamento degli istituti; Delega al Governo per l'adozione di decreti legislativi al fine di provvedere al riordino, alla semplificazione e alla codificazione delle disposizioni legislative in materia di istruzione. Dispositivo: illegittimità costituzionale - illegittimità costituzionale parziale - non fondatezza - inammissibilità
Sentenza Corte costituzionale n. 275/2016 - Istruzione
Norme della Regione Abruzzo - Servizio di supporto organizzativo per gli alunni con handicap o in situazioni di svantaggio - Previsto obbligo di contribuzione della Regione alle spese sostenute dalle Provincie, nella misura del 50% nei limiti della disponibilità finanziaria. Dispositivo: illegittimità costituzionale parziale
Ordinanza Corte costituzionale n. 86/2016 - Bilancio e contabilità pubblica
Disposizioni in materia di finanza delle Regioni, introdotte dal decreto legge 12/09/2014 n. 133 (c.d. "sblocca Italia") - Ricorso promosso dalla Regione Veneto - Previsione che le Regioni a statuto ordinario siano tenute, per l'anno 2014, ad effettuare le spese nei confronti dei beneficiari, a valere su una serie di autorizzazioni di spesa stabilite dalla legislazione vigente (tra cui quelle per le istituzioni scolastiche paritarie, per il diritto allo studio) e versino all'entrata del bilancio dello Stato la quota di spesa non effettuata - Previsione che per l'anno 2014 non si applichino talune esclusioni dai vincoli del patto di stabilità interno previste dalla legislazione statale. Dispositivo: manifesta inammissibilità
Sentenza Corte costituzionale n. 76/2013 - Istruzione
Norme della Regione Lombardia per la valorizzazione dell'autonomia delle istituzioni scolastiche - Possibilità che, in via sperimentale, nell'ambito delle norme generali o di specifici accordi con lo Stato, le istituzioni scolastiche statali organizzino concorsi differenziati a seconda del ciclo di studio per reclutare il personale docente con incarico annuale. Dispositivo: illegittimità costituzionale
Sentenza n. 287/2012 - Istruzione e formazione professionale
Norme del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138 (Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo), convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148 – Ricorsi promossi dalle Regioni Toscana, Emilia-Romagna, Liguria, Umbria e dalla Regione autonoma Sardegna - Disciplina dei tirocini formativi e di orientamento non curricolari - Lamentata interferenza nella materia della formazione professionale di competenza esclusiva regionale, lamentata applicazione di regolamento statale. Dispositivo: illegittimità costituzionale

Azioni sul documento

Selezione di pronunce di interesse regionale da:

Corte costituzionale

Cerca nelle segnalazioni
Effettua la ricerca per: