Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Il sito ufficiale dell’Assemblea legislativa

Sezioni

Sedi storiche

Nel 1970 in Italia vengono istituite le Regioni. La nascita della Regione Emilia-Romagna pone l’esigenza di una sede legale e operativa per il nuovo Ente. Inizialmente, la Regione trova casa in via Zamboni 13, nel centro storico di Bologna, non lontano dalla zona universitaria, all’interno di Palazzo Malvezzi de’ Medici (poi per anni sede della Provincia di Bologna e oggi della Città metropolitana). Le prime sedute dell’Assemblea legislativa, allora denominata Consiglio regionale, si sono svolte nell’aula consigliare di Palazzo Malvezzi.

Dal centro di Bologna, fra il 1971 e il 1972 la Regione si è sposta in viale Silvani. Insieme agli assessorati, si trasferisce anche il Consiglio regionale, che in quel contesto poteva disporre di una sala consiliare a emiciclo.

Nel frattempo, la Regione realizza le proprie strutture nel Fiera District, un complesso urbanistico progettato dall’architetto giapponese Kenzo Tange. Innalzata la prima torre all’inizio degli anni Ottanta, i lavori di costruzione della seconda si svolgono fra il 1985 e il 1993, quando la Regione stabilisce la propria sede in viale Aldo Moro 52, con l’allora Consiglio regionale accanto, al numero 50, tuttora sede dell’Assemblea legislativa.

Palazzo Malvezzi

La prima sede della Regione Emilia-Romagna era al numero 13 di via Zamboni, attuale sede della Città metropolitana di Bologna.

palazzo_malvezzi.jpg

Sala consiliare di Via Zamboni

La sala in cui si svolsero le prime sedute del Consiglio regionale.

Sede di Viale Silvani

La sala consiliare.

ex-sala consiliare

Sala consiglio di Viale Aldo Moro

Qui si svolgono le sedute dell'Assemblea legislativa. L'immagine è del 29 dicembre 2014, data di insediamento della X legislatura.

Azioni sul documento