Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Il sito ufficiale dell’Assemblea legislativa

Sezioni

Presidenti storici

Dall'istituzione della Regione, avvenuta nel 1970, l'Assemblea legislativa ha conosciuto dieci Presidenti in 9 legislature.

Palma Costi
Matteo RichettiIX Legislatura, 16 gennaio 2013

Palma Costi è nata a Camposanto (Mo), dove vive. Sposata, ha tre figlie. Laureata in Storia contemporanea all’Università di Bologna, è dipendente del Comune di Mirandola (Mo): ha sempre alternato periodi di lavoro con responsabilità amministrative. Dal 1995 al 2004 è stata assessore alla Pianificazione del Comune di Modena e dal 2006 al 2010 assessore alle Attività produttive della Provincia di Modena. Eletta nel 2010 consigliera regionale, dal 16 gennaio 2013 al termine della IX legislatura, nel 2014, è stata presidente dell’Assemblea legislativa regionale.

Matteo Richetti
Matteo RichettiIX Legislatura, 10 maggio 2010

Nato a Sassuolo nel 1974, vive a Spezzano di Fiorano (Mo). Giornalista pubblicista, è stato vicepresidente regionale dell'Unione cattolica della stampa italiana (Ucsi). Dipendente della provincia di Modena, ha lavorato nella Direzione generale occupandosi di comunicazione pubblica.
E' al secondo mandato. Nella precedente legislatura è stato "Consigliere segretario dell'Ufficio di presidenza" dell'Assemblea legislativa e componente delle Commissioni "Bilancio affari generali ed istituzionali" e "Politiche per la salute e politiche sociali".

Monica Donini
Monica DoniniVIII Legislatura, 16 maggio 2005

Nata a Cesena nel 1960, laureata in geologia ed insegnante di matematica, deve all'adesione al movimento dei "Cristiani per il Socialismo" (nei primi anni '70) l'inizio della sua formazione politica. Impegnata nel partito della Rifondazione comunista dal 1995, attualmente è anche consigliere comunale a Cesena, componente del Comitato politico regionale e di quello nazionale. Dal 2002 alla sua elezione alla Presidenza dell'Assemblea, il 16 maggio 2005, è stata segretario regionale del suo partito. Presidente del Consiglio regionale dal 2005 al 2010, è stata coordinatrice della Conferenza dei presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome. Viene riconfermata in Consiglio regionale con le elezioni del 2010.

Antonio La Forgia
Antonio La ForgiaVII Legislatura, 7 giugno 2000 - 3 dicembre 2002

Laureato in fisica, aderì al Partito comunista italiano. Eletto nel Consiglio comunale di Bologna nel 1970, fu prima assessore per l'Organizzazione e la gestione del personale al Comune di Bologna, poi assessore all'Innovazione. Dal 1991 al 1993 fu segretario del Partito democratico della sinistra bolognese, dal 1993 al 1996 svolse le funzioni di segretario regionale.
Eletto in Consiglio regionale nel 1995 diviene, nel 1996, presidente della Giunta regionale dell'Emilia-Romagna. Nel 1999 si dimette dalla presidenza e lascia il partito dei Democratici di sinistra per partecipare alla costituzione del movimento de "I Democratici". Rieletto in Consiglio regionale nel 2000, ne è presidente fino al 2005. Nel 2006 è eletto alla Camera dei deputati nella lista dell'Ulivo. Rieletto alla Camera nel 2008 nelle liste del Pd, è stato componente della commissione Difesa.

Celestina Ceruti
Celestina CerutiVI Legislatura, 29 maggio 1995 - 20 novembre 1997

Componente la segreteria regionale Cisl, responsabile nazionale del coordinamento donne Cisl confederale e membro della commissione Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri, è eletta in Consiglio regionale nel 1995 e ne diviene presidente da quella data sino al 2000, ricoprendo anche la carica di coordinatore della Conferenza dei presidenti dell'Assemblea, dei Consigli regionali e delle Province autonome.
Nel 2005 è indicata dalla Provincia di Bologna quale membro del Collegio di indirizzo della Fondazione Carisbo. Nel 2010, diviene componente il Comitato di gestione del Fondo speciale per il volontariato (Coge).

Federico Castellucci
Federico CastellucciV Legislatura, 13 gennaio 1992 - 16 dicembre 1992

Consigliere comunale a Bologna, dal 1970 al 1985 nella lista Due torri-Partito comunista italiano, ricopre più volte la carica di assessore. Eletto in Consiglio regionale nel 1985, assume le deleghe alle attività economiche e produttive, camere di commercio e artigianato, fiere e temi energetici. Riconfermato alle elezioni regionali del 1990, fino a dicembre 1991 è capogruppo per il Partito dei democratici di sinistra in Consiglio regionale e da gennaio 1992 viene eletto presidente dello stesso Consiglio. Nel 2002 è membro del consiglio di amministrazione di BolognaFiere spa e nel 2003 ne diviene nominato vice presidente. Dal 1995 è presidente del consiglio di amministrazione della Finanziaria Bologna Metropolitana e consigliere di amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna.

Luciano Guerzoni
Luciano GuerzoniV Legislatura, 25 giugno 1990

Luciano Guerzoni nasce a Modena il 28 luglio 1935. Prima consigliere comunale a Modena, poi consigliere regionale (nominato nel 1978) e il 29 aprile 1987 divenne presidente della Regione Emilia-Romagna. Incarico che ricoprì fino al 1990. Dal 1990 fu presidente del Consiglio regionale. Nel 1992 si candidò al Senato della Repubblica con il Partito democratico della sinistra, e dopo essere stato eletto divenne vice-capogruppo del Pds. Il suo seggio a Palazzo Madama fu sempre confermato nelle elezioni politiche del 1994, 1996 e 2001 (negli ultimi due casi con il partito dei Democratici di sinistra

Ottorino Bartolini
Ottorino BartoliniIII Legislatura, 21 luglio 1980 - 18 marzo 1982

Presidente dell'Istituto storico della Resistenza di Forlì,  segretario della federazione forlivese del Psi, componente  Anpi e, nel 1971, primo presidente provinciale dell'Associazione italiana cultura e sport. Ricercatore di storia locale, al suo attivo ha una ventina di pubblicazioni, dalla cultura politica alle ricerche storico-culturali. Segretario regionale del Movimento federalista europeo, è presidente dell'Associazione culturale "Memoria e Ricerca". E' stato presidente del Consiglio regionale dal 1980 al 1983.

Giovanni Piepoli
Giovanni PiepoliIII Legislatura, 18 novembre 1983
IV Legislatura, 17 giugno 1985 - 16 febbraio 1987 - 20 ottobre 1988

Pubblicista, collaboratore di quotidiani e riviste specializzate in materia agricola e di cooperazione, già presidente dell'Ersa (Ente regionale sviluppo agricolo), membro del direttivo della "Federazione mondiale delle città e delle regioni unite", componente il Comitato centrale del Psi.
Presidente della Fondazione Craxi è stato segretario ferrarese del Nuovo Psi dell'Emilia-Romagna, quindi responsabile ferrarese di Forza Italia
Consigliere nel 1980 dapprima è capogruppo Psi, poi viene eletto presidente del Consiglio regionale dal 1983 al 1990.

Natalino Guerra
Natalino GuerraII Legislatura, 25 marzo 1977 - 28 novembre 1978

Docente di lettere al Liceo Scientifico di Lugo, vicepresidente dell' Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea di Ravenna, componente l'Istituto nazionale per la storia del movimento di Liberazione in Italia, primo presidente dell'Università per gli adulti di Lugo. Eletto presidente del Consiglio regionale nel 1977, carica che ha mantenuto sino al termine della Legislatura (1980).

Silvano Armaroli
Silvano ArmaroliI° Legislatura, 13 luglio 1970 - 26 gennaio 1972 - 3 ottobre 1973
II° Legislatura, 21 luglio 1975

Segretario della Camera del lavoro bolognese, dal 1951 al 1956 fu consigliere provinciale e segretario del Partito socialista bolognese. Dal 1956 al 1960 consigliere comunale a Bologna. Eletto nel 1958 alla Camera dei Deputati, nel '68 tornò a Bologna e nel 1970 fu il primo presidente del Consiglio regionale dell'Emilia-Romagna, carica che mantenne fino al 1977. Da allora e fino al 1980 fu Assessore regionale all'industria, artigianato, cooperazione, problemi del lavoro.  
Tra i fondatori e presidente dell'Associazione ex Consiglieri regionali dell'Emilia-Romagna, fu altresì presidente della Croce rossa italiana di Bologna.

Azioni sul documento

In breve

Simonetta Saliera

Simonetta Saliera è stata eletta Presidente dell’Assemblea legislativa il 29 dicembre 2014. È nata a Pianoro (BO). E' sposata e ha un figlio

 

Dal discorso di insediamento:

"Mi impegnerò per essere all’altezza dei compiti, del ruolo istituzionale e politico che assumerò come presidente dell’Assemblea legislativa frutto della volontà popolare. 

Vi assicuro fin da ora che difenderò in ogni sede la vostra libertà di parola e di azione politica nel rispetto del dettato della nostra Costituzione e dei nostri regolamenti, soprattutto richiamando tutti noi ad adempiere il proprio mandato di rappresentanza in modo libero, con dignità, onore e integrità.

È compito delle Istituzioni, a tutti i livelli, operare perché la nostra sia una società giusta e democratica" (scarica l'intero discorso)