Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Il sito ufficiale dell’Assemblea legislativa

Sezioni

Consulta di garanzia statutaria

La Consulta di garanzia statutaria è un organo autonomo e indipendente della Regione e ha sede in Assemblea legislativa. Fra i suoi compiti principali:

  • adottare provvedimenti ed esprimere pareri in materia di iniziativa popolare e di referendum;
  • esprimere pareri di conformità allo Statuto delle leggi e dei regolamenti regionali.

E’ uno degli Istituti di garanzia previsti dallo Statuto regionale (Titolo VIII, articolo 69); la legge regionale 4 dicembre 2007, n. 23 (“Costituzione e funzionamento della Consulta di Garanzia Statutaria”) ne disciplina la costituzione e composizione, i compiti e funzioni, l’elezione.

E’ composta di cinque membri, di cui tre nominati dall’Assemblea legislativa e due dal Consiglio delle Autonomie.

NEWS

Statuto, Presidente Grechi: presto documento di lavoro della Consulta di garanzia

“Molto soddisfacente” il seminario di studio del 12 febbraio scorso, dalle relazioni “una bussola per eventuali iniziative legislative”. “È stata un’importante e utile occasione di confronto e riflessione sul quadro normativo che regola il funzionamento degli Organi di garanzia statutaria e sull’attività finora svolta dalle Consulte di garanzia statutaria in Emilia-Romagna e nelle altre Regioni in cui sono state istituite”. Sono le parole di Caterina Grechi, presidente della Consulta di garanzia statutaria dell’Emilia-Romagna, a commento del seminario di studio “La funzione degli Organi di Garanzia statutaria nel vigente ordinamento” tenutosi il 12 febbraio in Assemblea legislativa su impulso della Consulta di garanzia statutaria dell’Emilia-Romagna.

“Giuristi, esperti e membri di organi di garanzia statutaria- ha evidenziato la presidente- hanno analizzato in modo approfondito lo ‘stato dell’arte’ e una sintesi ragionata degli interventi sarà riportata in un documento di lavoro per l’Assemblea legislativa quale ‘bussola’ per eventuali iniziative legislative”.

Il manifesto del seminario (pdf, 197.5 KB)

Intervista a Caterina Grechi, presidente della Consulta

Azioni sul documento