Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Il sito ufficiale dell’Assemblea legislativa

Sezioni

Sanità Imola. Bignami (Fi): illegittimo concorso indetto da Asl, la Regione intervenga

Il concorso bandito dall’Asl di Imola è stato dichiarato illegittimo dal Tar. Il capogruppo di Fi chiede quindi alla Giunta regionale di fare luce sulla vicenda e di accertare eventuali responsabilità

03/01/2018 14:38

Un concorso illegittimo indetto dalla Asl di Imola, che avrebbe aperto un bando di gara nonostante ci fosse già una lista di mobilità dalla quale attingere personale. È quello che ha sancito il Tar (Tribunale amministrativo regionale) accogliendo il ricorso di una delle candidate ed è quello su cui interroga la Giunta regionale Galeazzo Bignami (Forza Italia). Il capogruppo chiede all’esecutivo regionale di fare chiarezza su quanto accaduto nell’azienda sanitaria locale imolese e domanda “a chi siano da ascrivere eventuali responsabilità per l’indizione e lo svolgimento di un concorso ritenuto illegittimo dal Tar anche rispetto ai costi sostenuti per la procedura”. Il forzista, infine, chiede “se, per quanto di competenza, si intendano avviare verifiche in merito a quanto accaduto e quali provvedimenti si valuti eventualmente di assumere”.

Il concorso in questione era stato indetto dalla Asl di Imola per la copertura definitiva di un posto da collaboratore professionale sanitario-tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro. Ma dopo il ricorso di una candidata (classificata ai primi posti della lista di mobilità) il Tar ha disposto l’annullamento della gara in quanto l’Azienda sanitaria, per individuare il profilo richiesto, avrebbe dovuto attingere proprio da questa lista approvata 23 giorni prima del concorso, invece di indire una nuova procedura. “Chiedo alla Giunta se è a conoscenza di questi fatti e che giudizio ne dia- sottolinea Bignami – considerato che il tribunale amministrativo ha anche ribadito la necessità di non espletare concorsi quando si può risolvere il problema della vacanza di organico attraverso la mobilità volontaria”.

(Giulia Paltrinieri)

« Torna all'archivio

Azioni sul documento