Un anno da Garante dei minori

13.06.2013

Il prossimo 19 giugno il Garante per l’infanzia e l’adolescenza Luigi Fadiga presenterà, in un incontro pubblico, la relazione delle attività svolte nel corso dell’anno 2012, primo anno di esercizio del suo mandato. Il contesto di riferimento del Garante è composito e variegato: sono infatti oltre  700 mila le persone di minore età residenti sul territorio regionale e di queste 121 mila sono stranieri, il sistema di protezione socio assistenziale, di competenza dei servizi sociali è molto articolato e frammentario, con  67 gli  enti gestori che operano molto spesso in maniera disomogenea e a volte lacunosa.

 

Sono state 118 le segnalazioni arrivate all’ufficio del Garante fra il marzo 2012 e il febbraio 2013: 19 relative  a fattori di rischio per la salute piuttosto che  alla violazione di diritti di minori stranieri non accompagnati, e 99 i casi singoli (che hanno coinvolto 143 minorenni). La relazione evidenzia le azioni intraprese, sia per rispondere ai singoli casi e non solo, i progetti in cantiere e quelli che si vorrebbero avviare in un prossimo futuro nonchè gli sforzi profusi affinché i diritti delle persone di minore età diventino patrimonio comune e possano essere quotidianamente riconosciuti ed esercitati.

 

L’incontro, che si terrà a partire dalle ore 16.30 presso la biblioteca dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna – Viale A. Moro 32 – Bologna, è aperto al pubblico e vuole essere un momento di confronto, condivisione e sensibilizzazione circa la preminenza che deve essere data ai diritti dei minori.

Azioni sul documento